PDA

Visualizza Versione Completa : Esiste qualcuno che vince alle scommesse sportive?



Feder
29-03-2008, 19:23
Ultimamente mi sono reso conto che dal punto di vista matematico scommettere praticamente è la stessa cosa che giocare alla roulette; infatti se ogni evento non ha come probabilità di uscita 1/37, è cmq quotato dai bookmakers alla probabiltà \"quasi esattamente\" reale che accada.
L\'unica differenza e l\'unica possibilità che il giocatore potrebbe avere di vincere è il fatto di saper stimare un evento in un modo migliore di quello \"quasi esattamente\" reale rispetto ai bookmakers.
Sinceramente l\'idea che un singolo possa riuscire a stimare la probabilità di un evento meglio di una società multinazionale creata appositamente per questo, mi sembra abbastanza irreale.
Infine direi anche che, scommettere non è proprio come giocare alla roulette, è peggio: infatti i casinò hanno un margine di vantaggio sulla roulette del 3-4%, i bookmakers sulle scommesse addirittura del 10%.

Ora detto ciò, come fa ad esistere davvero qualcuno che vince alle scommesse sportive? Avete mai sentito parlare di qualcuno che ci riesce?

TheNicki
29-03-2008, 19:34
Io personalmente non scommetto, come non gioco nei casinà online, lo considero -EV, perchè loro esistono perchè devono vincere i nostri soldi...

Idea geniale mi è venuta... dopo questa considerazione, forse un giorno ve ne parlero\' lol

zio_slim
29-03-2008, 19:41
lol complimenti feder, non era facile sbagliare sezione con questo thread ma ci sei riuscito!!!

sposto in Sport & Scommesse, così arriva Finnico-Wanna Marchi a darti i risultati vincenti

Feder
29-03-2008, 20:25
zio_slim ha scritto:

lol complimenti feder, non era facile sbagliare sezione con questo thread ma ci sei riuscito!!!

sposto in Sport & Scommesse, così arriva Finnico-Wanna Marchi a darti i risultati vincenti
:lol: avevo dimenticato l\'esistenza di quella sessione visto che non l\'ho mai usata...

Miglio
29-03-2008, 21:09
beatime vince spesso:laugh: :laugh:

Beldin
29-03-2008, 21:13
Quello che vinci lo fai lavorando sulla quota, prevedendo dove andrà il mercato e muovendoti prima di loro.

Cmq a volte i book fanno delle stronzate assurde, soprattutto negli sport minori, ma per trovarli ci vuole tanta tanta tanta informazione e stare sempre sul pezzo.

blucanon
29-03-2008, 21:39
giochi le leader con margine di errore.

Tatanka
29-03-2008, 21:47
Feder ha scritto:

Ultimamente mi sono reso conto che dal punto di vista matematico scommettere praticamente è la stessa cosa che giocare alla roulette; infatti se ogni evento non ha come probabilità di uscita 1/37, è cmq quotato dai bookmakers alla probabiltà \"quasi esattamente\" reale che accada.
L\'unica differenza e l\'unica possibilità che il giocatore potrebbe avere di vincere è il fatto di saper stimare un evento in un modo migliore di quello \"quasi esattamente\" reale rispetto ai bookmakers.
Sinceramente l\'idea che un singolo possa riuscire a stimare la probabilità di un evento meglio di una società multinazionale creata appositamente per questo, mi sembra abbastanza irreale.
Infine direi anche che, scommettere non è proprio come giocare alla roulette, è peggio: infatti i casinò hanno un margine di vantaggio sulla roulette del 3-4%, i bookmakers sulle scommesse addirittura del 10%.

Ora detto ciò, come fa ad esistere davvero qualcuno che vince alle scommesse sportive? Avete mai sentito parlare di qualcuno che ci riesce?

Che vincono ce ne sono( e nemmeno pochi), il problema è quanto si vince...perchè tutti i bookmaker dove riesci ad avere un edge sui loro errori dopo un po\' di tempo ti limitano l\'account e sei fo##uto :(
Ci son quelli che non ti limitano ma per vincere lì devi essere davvero bravo (ad esempio su sport usa ce ne sono parecchi che ci campano...sia faccendo betting puro che trading).

Comunque per vincere non è che basta avere conoscenza sullo sport aprire il book e scommettere: come ha detto beldin devi stare sempre col fucile puntato, avere tanti book per prender sempre le massime e come nel poker abituarti alla varianza ;)

Tatanka
29-03-2008, 22:26
blucanon ha scritto:

giochi le leader con margine di errore.

Sarebbe?

ombrerosse
30-03-2008, 01:31
un sistema sicuro ci sarebbe andare in un ippodromo consigliare vari cavalli a più persone poi quello che vincerà ti darà una percentuale :laugh:

fragioqua
30-03-2008, 03:44
ombrerosse ha scritto:

un sistema sicuro ci sarebbe andare in un ippodromo consigliare vari cavalli a più persone poi quello che vincerà ti darà una percentuale :laugh:


bhuahahahahahahahaha mi ricordo a sansiro un tipo che faceva ste cose, per un po\' ha resistito ma poi quelli perdenti eran sempre piu\':laugh:
no comunque con il betting exange( ocome capperi si scrive) non e\' che ci voglia una testa particolare per vincere. disciplina forsennata , l\'unica cosa che serve. lunedi moooolto presto ci si butta su tutte le quote e quando si vede la quota sbagliata si compra al volo , poi si attende il sabato prima del match per rivenderla. poi la partita finisca come deve finire... se uno perde cosi\' allora meglio che si dia al poker:cheer:

Luciom
30-03-2008, 11:51
Ultimamente mi sono reso conto che dal punto di vista matematico scommettere praticamente è la stessa cosa che giocare alla roulette; infatti se ogni evento non ha come probabilità di uscita 1/37, è cmq quotato dai bookmakers alla probabiltà \"quasi esattamente\" reale che accada.
L\'unica differenza e l\'unica possibilità che il giocatore potrebbe avere di vincere è il fatto di saper stimare un evento in un modo migliore di quello \"quasi esattamente\" reale rispetto ai bookmakers.
Sinceramente l\'idea che un singolo possa riuscire a stimare la probabilità di un evento meglio di una società multinazionale creata appositamente per questo, mi sembra abbastanza irreale.
Infine direi anche che, scommettere non è proprio come giocare alla roulette, è peggio: infatti i casinò hanno un margine di vantaggio sulla roulette del 3-4%, i bookmakers sulle scommesse addirittura del 10%.


Scommettere contro gli odds dati dai bookmaker professionali con juice del 10% è -----ev se nn sei unp di quelli che possono influenzare il risultato della partita (no, il tifo nn conta).

Scommettere contro altri omini random in un betting exchange, con commissioni bassissime (che raggiungi con i volumi adeguati), è un trading come un altro, cioè betti sulla base di info/capacità di analisi superiore/intuizione migliore e alla lunga una piccola % di chi lo fa può vincere sensibilmente. Ci sono alcuni meccanismi \"noti\", tipo squadra forte in casa è sovrastimato che vinca (quindi tu prendi l\'x-2) etc; facendo però il conto delle ore di trading puro e di analisi delle fonti di info devi avere un bankroll parecchio polposo per aver un guadagno orario interessante (per far 50$+ l\'ora devi aver mi sembra sui 100k).

Conosco di vista un americano che lo fa, tale Jon Finkel, ex pro di magic, ex semi-pro di poker, ex-membro del team del MIT del blackjack che ora fa sport betting (stanza enorme con 20 video, lui mi sembra si sia specializzato sulle bet a gara già iniziata, dice ci son + inefficienze nel mercato) quindi probabilmente ha capito che può essere un guadagno stabile.

Tatanka
30-03-2008, 15:10
Luciom ha scritto:

[Scommettere contro gli odds dati dai bookmaker professionali con juice del 10% è -----ev se nn sei unp di quelli che possono influenzare il risultato della partita (no, il tifo nn conta).


Lasciando stare le partite fixed ci sono molte possibilità anche dai book che hanno il 10% di juice, ovviamente nel 90% dei casi lo squilibrio di quota lo genera un movimento generale del mercato e non un errore del book (anche se capitano pure questi).
Nei betexchange è vero che giochi contro altri omini ma ormai le odds sono sempre allineate ai book (parliamo di mercati liquidi dove puoi giocare cifre consistenti) e se sottrai la fee che lasci a loro è difficilissimo trovare quote a +ev. Per i mercati live è un\'altro discorso e sicuramente l\'exchange può avere molte più inefficienze.

Quello che dici sui meccanismi \"noti\" è corretto, nel senso che su molti eventi la quota non sempre rispecchia le reali % stimate dal book per il verificarsi dell\'evento ma tiene conto di come prevedono il parco buoi scommetterà; qui però il margine di vantaggio è molto più ridotto (sicuramente sul calcio, sugli sport usa potrebbe essere più alto).

Feder
31-03-2008, 18:27
Scusate ma mi fate un esempio di quello che farebbero i cosiddetti vincitori nei vari strike, snai, ecc.?
Intendete dire che il lunedì escono quote talmente sballate da dare un vantaggio al giocatore nonostante il 10% di margine a favore del bookmaker?

Tatanka
31-03-2008, 18:56
Da snai,strike etc. è più difficile perchè hanno l\'aggio tremendamente alto e minimo triple sulle cose interessanti ;)

Comunque o prendi le quote all\'uscita se reputi errate (devi esser parecchio bravo) oppure le prendi su una notizia (esempio la roma era 2,88 dopo le notizie di Totti fuori e De Rossi con la febbre oggi vale 2,66 e probabilmente calerà ancora un pelino)
Oppure sfrutti i movimenti prendendo le quote da chi aggiorna meno in fretta (e qui i book italiani posson andar bene):

http://www.tip-ex.com/omoves.php

Feder
31-03-2008, 21:24
Cos\'è l\'aggio?

Cmq in ogni caso devi riuscire a prevedere meglio dei book per vincere, hai solo qualche possibilità nei rari casi in cui si ha una notizia che potrebbe influenzare il risultato (infortunio di Totti) cercando di scommettere prima che il book aggiorni (e cmq mi sembra difficile che un book non sia tempestivo)...il che è tutto dire...

Tatanka
31-03-2008, 23:50
L\'aggio è la tassa del book...il problema come ho già detto è di limiti più che di occasioni da trovare, e comunque ora è molto più dura rispetto a 3-4 anni fa: non è difficile vincere in termini di rendimento % (su certi book è davvero impossibile perdere) ma lo è in valore assoluto, cioè per campare potrebbe non bastarti :). Poi quelli bravi davvero e rollati per bene spuntando anche solo un 2/3% sul transato riescono a campare e anche bene (ma non giocano magari 10-20k a bet)

Luciom
01-04-2008, 02:06
Poi quelli bravi davvero e rollati per bene spuntando anche solo un 2/3% sul transato riescono a campare e anche bene

In realtà secondo me quelli sono gli UNICI che vincono allo sport betting long term.
Cmq il calcio ita con snai etc mi sembra proprio il mercato peggiore... tennis, snooker, F1, golf, baseball insomma mercati dove la statistica conta sul serio ma c\'è comunque tifo consentono di battere gli oppo perchè loro bettano sull\'\"intuito\" o sulla preferenza personale (come quelli che giocano q9s \"because i love suited\") tu invece solo sui numeri.

ken parker
01-04-2008, 15:55
Poi quelli bravi davvero e rollati per bene spuntando anche solo un 2/3% sul transato riescono a campare e anche bene (ma non giocano 10-20k a bet)


Che intendi per \"rollati\"? Chiunque siano, come possono campare bene con 2-3% non giocando 10-20k a bet ma (immagino intendessi) giocando meno?



Luciom ha scritto:
In realtà secondo me quelli sono gli UNICI che vincono allo sport betting long term.
Cmq il calcio ita con snai etc mi sembra proprio il mercato peggiore... tennis, snooker, F1, golf, baseball insomma mercati dove la statistica conta sul serio ma c\'è comunque tifo consentono di battere gli oppo perchè loro bettano sull\'\"intuito\" o sulla preferenza personale (come quelli che giocano q9s \"because i love suited\") tu invece solo sui numeri.

Non credo sia cosi\'.
Anche ammesso che ci sia nei book una componente che \"aggiusta\" le quote sulle scommesse del parco buoi, non e\' certo quella che ti fa superare il loro aggio. Ne\' macinare numeri temo sia un metodo sufficente per lo scommettitore: li\' i book sono davvero maestri, se speri di vincere negli sport USA solo guardando le statistiche stai fresco!!

Altri sono i fattori che fanno uscire i book con quote battibili nel lungo termine. Nel calcio i pronosticatori che battono i book direi che esistono (sempre giocando sulle quote massime, quindi svantaggio ridotto): un motivo ci sara\'.

Tatanka
01-04-2008, 22:58
ken parker ha scritto:



Poi quelli bravi davvero e rollati per bene spuntando anche solo un 2/3% sul transato riescono a campare e anche bene (ma non giocano 10-20k a bet)


Che intendi per \"rollati\"? Chiunque siano, come possono campare bene con 2-3% non giocando 10-20k a bet ma (immagino intendessi) giocando meno?.

Ops mi son accorto dell\'errore (il \"non\" non ci va)...cioè devi giocare tantissimo se ti accontnenti di percentuali basse.
Rollati in senso pokeristico, cioè se fai bet da 10K non puoi avere bankroll da 100K...e che scommettono sugli sport e hanno tali cifre non credo siano in tanti (anche se ci sono).




Luciom ha scritto:
In realtà secondo me quelli sono gli UNICI che vincono allo sport betting long term.
Cmq il calcio ita con snai etc mi sembra proprio il mercato peggiore... tennis, snooker, F1, golf, baseball insomma mercati dove la statistica conta sul serio ma c\'è comunque tifo consentono di battere gli oppo perchè loro bettano sull\'\"intuito\" o sulla preferenza personale (come quelli che giocano q9s \"because i love suited\") tu invece solo sui numeri.

Non credo sia cosi\'.
Anche ammesso che ci sia nei book una componente che \"aggiusta\" le quote sulle scommesse del parco buoi, non e\' certo quella che ti fa superare il loro aggio. Ne\' macinare numeri temo sia un metodo sufficente per lo scommettitore: li\' i book sono davvero maestri, se speri di vincere negli sport USA solo guardando le statistiche stai fresco!!


Anch\'io lo pensavo ma ci sono certe stat (parlo di nba) che ti danno una bella mano e potrebbero anche farti battere il book da sole (personalmente non ho mai provato perchè preferivo sfruttare i più semplici movimenti non avendo tempo a sufficienza ;) )
Ad esempio c\'era una stat interessante sugli ultimi anni di nba dove in un determinato range di handicap positivo (mi pare da +10 a +15) giocando sempre a favore (cioè il +) il rendimento era superiore di parecchio al 50% ed era sufficiente ad avere un rendimento positivo con quote sull\'1,95.
Poi è ovvio che in sport come il basket dove si gioca in 5 infortuni e forfait dell\'ultimo momento fanno variare le quote in modo significativo e son quelle che danno rendimento maggiore, ma bisogna vivere allo schermo del pc o avere gli alert e non esserci troppo distanti...e per noi europei pure di notte :( . Questo diventa scalping più che betting comunque ;)

Feder
04-04-2008, 21:03
Quindi per concludere dite che, contrariamente a quanto pensavo, esiste la gente che vince davvero alle scommesse sportive?
E secondo voi che percentuale ricopre sull\'intero insieme dei giocatori? (per esempio per il poker online si può dire il 15%, ma presumo che qui sia molto più bassa)

Tatanka
04-04-2008, 22:15
Feder ha scritto:

Quindi per concludere dite che, contrariamente a quanto pensavo, esiste la gente che vince davvero alle scommesse sportive?
E secondo voi che percentuale ricopre sull\'intero insieme dei giocatori? (per esempio per il poker online si può dire il 15%, ma presumo che qui sia molto più bassa)

Che esistano non c\'è dubbio (io stesso che non son un mostro il saldo con i book l\'ho positivo...ahimè molto meglio che nel poker)...stimare la percentuale direi non più del 5% di semi-seri, mentre che lo fanno for a living boh...percentualmente impossibile da stimare ma sicuramente pochissimi.

Feder
05-04-2008, 17:46
Tatanka ha scritto:

io stesso che non son un mostro il saldo con i book l\'ho positivo
Ma per stare in positivo mica leggi semplicemente le quote e decidi ad intuito cosa giocare?

Tatanka
06-04-2008, 15:30
Feder ha scritto:


Ma per stare in positivo mica leggi semplicemente le quote e decidi ad intuito cosa giocare?

Come ho già detto non c\'è un metodo universale...in ogni caso devi sempre cercare di avere un vantaggio di quota...se sei bravo antici il mercato...se sei meno bravo e/o hai meno tempo lo segui il mercato e giochi da chi aggiorna + in ritardo.

Personalmente il 90% del positivo l\'ho fatto qualche anno fa quando era molto più semplice...nel senso che solo seguendo i movimenti c\'era molto margine...poi tra limiti tagliati e aggiornamenti + rapidi dei book ho lasciato un po\' perdere

Feder
06-04-2008, 17:31
Scusa ma che significa esattamente seguire il mercato? Per esempio, riguardo il calcio, a parte l\'infortunio di qualche giocatore importante, quali altri movimenti ci sarebbero?

Tatanka
06-04-2008, 18:06
Feder ha scritto:

Scusa ma che significa esattamente seguire il mercato? Per esempio, riguardo il calcio, a parte l\'infortunio di qualche giocatore importante, quali altri movimenti ci sarebbero?

Basta seguire i siti di comparazione quote come quello che ho postato...non devi avere nessuna info...se vedi che una quota è scesa e tra i tuoi book c\'è qualcuno che te la da più alta (ovvio si deve fare un minimo di calcolo matematico) la giochi.

Feder
07-04-2008, 00:21
Ma allora tutto consiste solo nell\'avere conti aperti in molti book per poter scegliere le quote più basse da giocare?
Ma quello che dico io...qualsiasi quota, anche se più bassa di quella di un\'altra book, avrà sempre il suo margine, minore del solito 10% ma cmq presente...o sbaglio?

Monza1912
07-04-2008, 01:32
Feder ha scritto:

Ma allora tutto consiste solo nell\'avere conti aperti in molti book per poter scegliere le quote più basse da giocare?


Le quote più alte da giocare, semmai... non le quote più basse... ;)

Luciom
07-04-2008, 01:47
Ma quello che dico io...qualsiasi quota, anche se più bassa di quella di un\'altra book, avrà sempre il suo margine, minore del solito 10% ma cmq presente...o sbaglio?

L\'idea (arbitraggio) è che al netto dei costi di transazione ci sia una differenza sufficiente fra un book e l\'altro da garantire un profitto.

Tatanka
07-04-2008, 21:55
Feder ha scritto:

Ma quello che dico io...qualsiasi quota, anche se più bassa di quella di un\'altra book, avrà sempre il suo margine, minore del solito 10% ma cmq presente...o sbaglio?

Eh no ho detto che devi fare un minimo di calcolo...devi avere un vantaggio matematico (a maggior ragione se stai giocando sul movimento e non su sensazioni personali...in ogni caso andrebbe averlo sempre ;) ) e ovviamente non lo trovi su tutti i match su cui le odds si muovono...su alcuni però sì e alla lunga ti porta in guadagno.

Feder
10-04-2008, 19:33
Scusa ma allora stai parlando di giocare, ad esempio, X su un book e 2 su un altro, sulla stessa partita?

Tatanka
11-04-2008, 00:57
Puoi giocare un segno solo o una doppia...l\'importante è essere in vantaggio matematico; piccolo esempio MLB della notte:

Chicago W.S. - Minnesota Under (9.5) 1.8 11/04/2008 02.10
Pittsburgh - Chicago Cubs Under (9.5) 1.8 11/04/2008 01.05
San Francisco - St.Louis Under (8.5) 1.75 11/04/2008 04.15

1.8 1.8 1,75 sono le quote (questa è una tripla perchè è il minimo che si può giocare): in questo momento l\'over 9,5 di minnesota vale 2.38, l\'over di st.louis vale 2,49 (sui book usa)...l\'altra non vale nulla perchè postponed per pioggia e conterà quota 1 ;)

Prova a fare due conti...

Feder
12-04-2008, 20:38
Ok mi trovo che sei in vantaggio matematico, quindi a questo punto scommetterai la stessa cifra sui 2 over?

Tatanka
13-04-2008, 21:11
Non proprio, nel senso che le quote più \"errate\" dovrebbero essere i 2 under a 1,80 ed ho dovuto giocarli in multipla perchè son minimo tripli:
in caso di singole comunque sì, si gioca stesso importo su tutte e due (quando hai un vantaggio matematico sulla quota se non vuoi fare una sure senza rischi cerchi di posizionarti dalla parte che ritieni più errata a seconda di come il mercato si è mosso).

Feder
13-04-2008, 23:46
Ma secondo te sarebbe possibile vincere giocando solo serie A, buendsliga, premier league e liga spagnola oppure lì i book difficilmente sbagliano?

Tatanka
15-04-2008, 23:57
Sicuramente sono i campionati dove le quote son più giuste...i book più piccoli e scarsi li batti lo stesso, se ti accontenti di modesti profitti...se vuoi battere gli asiatici o altri grossi devi stare al pc tutti i giorni per parecchie ore ed avere ottima conoscenza dei campionati che segui...good luck ;)