PDA

Visualizza Versione Completa : Domanda sul poker made in italy(lunghino)



Tom and Mat
03-01-2011, 13:13
La mia è una domanda/considerazione, non vuole essere polemica ne maliziosa ne altro. Se l'argomento è gia stato trattato me ne scuso in anticipo, casomai toglietemi la reputazione che tanto ormai...;)

Premetto che non gioco su piattaforme italiane e quindi quello che so è probabilmente solo la punta di un iceberg, e quello che dico è frutto solo di mie deduzioni e/o di quello che vedo.

Ho enorme stima per chi prende questo gioco sul serio impegnandosi a dismusura,grindando all'infinito per il raggiungimento di obiettivi preposti. ho letto quasi tutti i blog dei cbetter to supernova con tanta ammirazione per questi ragazi che dal niente o quasi hanno provato a far qualcosa di grande. Alcuni blog sembrano favole, da piccoli giocatori di microlimiti a top grinder high stakes.
Ma poi...(e qui arrivo al punto), guardo sharkscope, guardo anche altri high stakers e vedo che tanti son sotto di nk€, cazzo, nk€!
E allora mi chiedo: è tutto qui?
E' solo rakeback? Chiunque con un roll "lungo" può emergere in questo paese?
Possibile che tra tanti players pochi se non nessuno riescono a mantenere un roi positivo ai massimi livelli ma rimangono in "vita" solo grazie
ai vip sistem?
Se si perchè?
Se non ci fossero barriere di .it sarebbe diverso?

Non sono sicuro di essermi spiegato bene, purtroppo i miei pensieri viaggiano a 1000 e la capacità di esprimermi a 100. Casomai argomenterò meglio poi.


Per chi non avesse voglia di leggere tutto qua c'è il riassunto:
In Italia il poker è solo multitablare e tenere roi anche negativo ma generare tanta tanta tanta rake?

Mat
03-01-2011, 13:48
E' solo rakeback? Chiunque con un roll "lungo" può emergere in questo paese?
no, se non hai ottime basi tecniche vai rotto easy agli high stakes
Possibile che tra tanti players pochi se non nessuno riescono a mantenere un roi positivo ai massimi livelli ma rimangono in "vita" solo grazie
ai vip sistem?
si perchè giocare con 7-8 reg forti al tavolo incide troppo sul roi atteso
Se si perchè?
vedi sopra
Se non ci fossero barriere di .it sarebbe diverso?
si potrebbe giocare in modo diverso, con table selection ecc come fanno praticamente tutti i pro di sit.com


neretto le risposte

Antani
03-01-2011, 15:20
il poker non è solo sit

Tom and Mat
03-01-2011, 15:20
Perdere tot mila euro all'anno non equivale ad andare rotti sul lungo? Bastano i vip sistem per arginare la perdita?
tra i 7-8 reg forti possibile che non ce ne siano un paio nettamente sopra gli altri? Come mai?
Non ci si è adagiati/rassegnati che ormai è cosi, si vive di rakeback e si sta bene cosi.
O il livello non è poi cosi alto? Nel senso, su una .com seria nel 2011, l'high stakers italiano va broke facile o può emergere?(parlando di sit)

xerox
03-01-2011, 15:23
Perdere tot mila euro all'anno non equivale ad andare rotti sul lungo? Bastano i vip sistem per arginare la perdita?
tra i 7-8 reg forti possibile che non ce ne siano un paio nettamente sopra gli altri? Come mai?
Non ci si è adagiati/rassegnati che ormai è cosi, si vive di rakeback e si sta bene cosi.
O il livello non è poi cosi alto? Nel senso, su una .com seria nel 2011, l'high stakers italiano va broke facile o può emergere?(parlando di sit)

infatti 2-3 che fanno positivo ci sono ad esempio boshgt :D

BlackLoter
03-01-2011, 15:37
Considera sempre che avere roi negativo non significa essere perdente.
Ad esempio ai 91+9 il roi medio dei 9 giocatori al tavolo sarà esattamente -9%.
Di conseguenza chi ha roi -2% gioca molto meglio del livello medio, ha edge sul tavolo.
Questa edge non è sufficiente a coprire il costo intero della rake, ma per fortuna la rakeback compensa ampiamente: per chi raggiunge i massimi livelli penso sia equivalente a circa un 6% di roi.
Ben pochi hanno edge talmente elevata da compensare completamente e stabilmente la rake in modo da assestarsi su un roi positivo pre rakeback.

lechatno1r
03-01-2011, 19:05
Mi hai fatto venire una domanda in mente: secondo voi in che % sarebbe stato minore (o se pensate maggiore spiegatemi il perchè, ma ne dubito) o uguale il numero di players italiani che fa parecchi soldi (80/100k l'anno) dall'entrata del .it se ciò non fosse mai avvenuto e perchè?

Tutti i players fortissimi di sit and go .it (vedi caf, iena, Vito) se non fossero stati costretti a giocare soltanto sit and go avrebbero seriamente corso il rischio di perdersi nei middle/low stakes o tra le varie discipline (mi viene in mente Willys che nel suo the well ha detto che a inizio anno voleva dedicarsi ad un'altra disciplina) non per un problema di attitudini/capacità/forza di volontà ma magari proprio perchè le .com hanno dinamiche diverse e la strada non sarebbe stata così scontata?

A mio avviso la creazione di un mercato esclusivamente italiano ha favorito lo scambio di informazioni tra players e la creazione di una comunità che è cresciuta tutta insieme (escludendo l'altra parte di fishiume che carica soldi random e gioca domenicali o sit a caso) dandosi la mano e ha aiutato parecchi potenziali giocatori a crescere e magari diventare top, fatto che probabilmente sarebbe accaduto in maniera veramente minore o probabilmente quasi di nicchia o ancora con ritardo forse di qualche anno (quei pochi fortunati che entrano in contatto con quello che già vince su.com o con l'amico che gli dà la dritta) se il mercato fosse rimasto mondiale.

Tom and Mat
03-01-2011, 20:01
Mi hai fatto venire una domanda in mente: secondo voi in che % sarebbe stato minore (o se pensate maggiore spiegatemi il perchè, ma ne dubito) o uguale il numero di players italiani che fa parecchi soldi (80/100k l'anno) dall'entrata del .it se ciò non fosse mai avvenuto e perchè?

Tutti i players fortissimi di sit and go .it (vedi caf, iena, Vito) se non fossero stati costretti a giocare soltanto sit and go avrebbero seriamente corso il rischio di perdersi nei middle/low stakes o tra le varie discipline (mi viene in mente Willys che nel suo the well ha detto che a inizio anno voleva dedicarsi ad un'altra disciplina) non per un problema di attitudini/capacità/forza di volontà ma magari proprio perchè le .com hanno dinamiche diverse e la strada non sarebbe stata così scontata?

A mio avviso la creazione di un mercato esclusivamente italiano ha favorito lo scambio di informazioni tra players e la creazione di una comunità che è cresciuta tutta insieme (escludendo l'altra parte di fishiume che carica soldi random e gioca domenicali o sit a caso) dandosi la mano e ha aiutato parecchi potenziali giocatori a crescere e magari diventare top, fatto che probabilmente sarebbe accaduto in maniera veramente minore o probabilmente quasi di nicchia o ancora con ritardo forse di qualche anno (quei pochi fortunati che entrano in contatto con quello che già vince su.com o con l'amico che gli dà la dritta) se il mercato fosse rimasto mondiale.

Come gia detto da altre parti e da gente anche cazzuta, con il boom del poker in Italia e con l'inizio del regime aams, tanti giocatori italiani che viaggiavano male nei .com han trovato i "fondi", grazie all'enorme dead money iniziale, per costruirsi un br e sistemarsi negli high stakes.

Cambio domanda, ad oggi senza rakeback, esisterebbe il grinder italiano?

Ripeto ho un grande rispetto ed una grande ammirazione per chi riesce a scalare i livelli e a non mollare ma i grafici che ho visto non mi sembrano grafici di giocatori vincenti, non mi sembrano grafici di gente che batte un livello. Son grafici di grinder pesanti che vanno avanti grazie ai bonus o alla rake prodotta.
Allora mi e vi richiedo: è tutto qui?

carlop
03-01-2011, 20:17
Cambio domanda, ad oggi senza rakeback, esisterebbe il grinder italiano?

Scusa, ma qual'è il problema concettuale con la rakeback ?

Esempio: due poker room, una con rake 12% e rakeback 50% e una con rake 6% e rakeback 0%. Sharkscope darà risultati differenti, ma per chi ci gioca è esattamente la stessa cosa, non capisco perchè gli uni debbano essere bollati come "perdenti" e gli altri come "vincenti".

lechatno1r
03-01-2011, 22:27
Come gia detto da altre parti e da gente anche cazzuta, con il boom del poker in Italia e con l'inizio del regime aams, tanti giocatori italiani che viaggiavano male nei .com han trovato i "fondi", grazie all'enorme dead money iniziale, per costruirsi un br e sistemarsi negli high stakes.

Cambio domanda, ad oggi senza rakeback, esisterebbe il grinder italiano?

Ripeto ho un grande rispetto ed una grande ammirazione per chi riesce a scalare i livelli e a non mollare ma i grafici che ho visto non mi sembrano grafici di giocatori vincenti, non mi sembrano grafici di gente che batte un livello. Son grafici di grinder pesanti che vanno avanti grazie ai bonus o alla rake prodotta.
Allora mi e vi richiedo: è tutto qui?

Si ma volevo andare un po' più nel particolare perchè imho da giocatore di hu sng su .com (e penso che nei sit 6 o 9 max sia la stessa cosa) di dead money ce n'è ancora a secchi fino ai 100$ se escludiamo room tipo stars o tilt il field ai middle stakes (non parlo di cash) non è così tanto più duro di quello .it, quindi ok il fatto della dead money concentrata ma il discorso che volevo fare io era un po' diverso probably non hai colto bene quello che volevo intendere.

sirpeppe
03-01-2011, 22:43
ragazzi scusate l'OT, ma ki kazzo è Boshgt? (lo so che è SNE)

Mat
04-01-2011, 00:25
Allora mi e vi richiedo: è tutto qui?

bè se pensi che sia così facile giocare con 7-8 reg per tavolo, gestire 30+ tavoli alla volta, non tiltare per gli swing irreali che si prendono...
si è tutto qui.

Tom and Mat
04-01-2011, 13:04
bè se pensi che sia così facile giocare con 7-8 reg per tavolo, gestire 30+ tavoli alla volta, non tiltare per gli swing irreali che si prendono...
si è tutto qui.

No, non credo sia facile, ma giocare cosi lo si fa sempre e comunque per fare volume--->rake--->rakeback.
Nessuno mantiene un edge con 30 o più tavoli turbo aperti, nessuno più spera nel profit puro(o sbaglio?), il guadagno reale si ha su quello che la casa pokeristica ti ridà indietro.
Se guardo dr.cox per esempio, vedo che su 30k games ha perso 64k$ non essendo quasi mai stato in attivo. Può aver runnato male ma il campione è di 30k sit quindi attendibile.
Ripeto, è solo una domanda, voglio capire non giudicare. Ammiro tutti questi ragazzi che stanno provando a fare sn o principe.

Allora tra me e me, nella mia donkaggine dico che forse con un roll di 64K$ chiunque può arrivare a fare sne ed avere profit dalla rake.(ovviamente non chiunque, era per dire)

Illuminatemi.

Mat
04-01-2011, 14:55
No, non credo sia facile, ma giocare cosi lo si fa sempre e comunque per fare volume--->rake--->rakeback.
Nessuno mantiene un edge con 30 o più tavoli turbo aperti, nessuno più spera nel profit puro(o sbaglio?), il guadagno reale si ha su quello che la casa pokeristica ti ridà indietro.
Se guardo dr.cox per esempio, vedo che su 30k games ha perso 64k$ non essendo quasi mai stato in attivo. Può aver runnato male ma il campione è di 30k sit quindi attendibile.
Ripeto, è solo una domanda, voglio capire non giudicare. Ammiro tutti questi ragazzi che stanno provando a fare sn o principe.

Allora tra me e me, nella mia donkaggine dico che forse con un roll di 64K$ chiunque può arrivare a fare sne ed avere profit dalla rake.(ovviamente non chiunque, era per dire)

Illuminatemi.

il punto è che cox è un ottimo grinder, con ottime basi tecniche, omino random con 64k va broke (o quitta) prima di fare SNE (ma ti avevo già risposto con il primo post).

edit: ovviamente tra i requisti di cui sopra manca il grindare infinito. ore e ore tutti i giorni, tutto l'anno.

Tom and Mat
05-01-2011, 14:55
Scusa, ma qual'è il problema concettuale con la rakeback ?

Esempio: due poker room, una con rake 12% e rakeback 50% e una con rake 6% e rakeback 0%. Sharkscope darà risultati differenti, ma per chi ci gioca è esattamente la stessa cosa, non capisco perchè gli uni debbano essere bollati come "perdenti" e gli altri come "vincenti".

Matematicamente è cosi, ma, come mai non c'è quasi nessuno che terrebbe il roi positivo a perscindere dalla rake/rakeback? Come mai non c'è nessuno o quasi che punta al profit+rakeback. Dipende forse dal tetto dei 100€ che fa si che si crei una specie di tappo dopo è impossibile fare profit e table selection? Non c'è nessuno che realmente è una spanna sopra gli altri?


il punto è che cox è un ottimo grinder, con ottime basi tecniche, omino random con 64k va broke (o quitta) prima di fare SNE (ma ti avevo già risposto con il primo post).

edit: ovviamente tra i requisti di cui sopra manca il grindare infinito. ore e ore tutti i giorni, tutto l'anno.


Giusto, omino random va rotto, ma uno che non è omino? Tu per esempio?(non so eh, non ti conosco, magari sei gia SNE). Ce la faresti con quel roll? Sempre ovviamente che si possieda la capacità di grindare tanto, sempre e comunque.

fratak
05-01-2011, 16:15
ciao tom and mat,
la tua considerazione può essere giusta nella misura in cui si riferisce esclusivamente ai sit&go , che sono profittevoli solo se i tavoli non sono infestati da reg in caso contrario il profit nei sit non può provenire che dal rakeback.

come detto da antani il poker non è solo sit 9max , ci sono tanti reg che fanno profit giocando sit giocando Hu , tantissimi reg che fanno profit giocando MTT e quando partirà il cash ce ne saranno tantissimi che faranno profit senza le promozione varie.

Mat
05-01-2011, 16:29
Giusto, omino random va rotto, ma uno che non è omino? Tu per esempio?(non so eh, non ti conosco, magari sei gia SNE). Ce la faresti con quel roll? Sempre ovviamente che si possieda la capacità di grindare tanto, sempre e comunque.

no attualmente non credo sarei in grado di giocare ne i 50 ne i 100 su ps vivendo solo di rakeback, su altre room non saprei, non ci ho mai giocato.

BlackLoter
24-01-2011, 13:09
Matematicamente è cosi, ma, come mai non c'è quasi nessuno che terrebbe il roi positivo a perscindere dalla rake/rakeback? Come mai non c'è nessuno o quasi che punta al profit+rakeback. Dipende forse dal tetto dei 100€ che fa si che si crei una specie di tappo dopo è impossibile fare profit e table selection? Non c'è nessuno che realmente è una spanna sopra gli altri?

Ragionamoci un attimo: cosa significa perdere in media 2 € per ogni sit da 100 € giocato?
Visto che il buyin è 91+9, significa che questo ipotetico giocatore parte in ogni sit con 91 euro e lo finisce con 98.
Significa che ha edge pari al 7.7%
In un field pieno di giocatori professionisti e regular avere edge del 7.7% significa essere un giocatore incredibilmente bravo.
Quanta edge potrebbe avere invece omino random? Diciamo che è molto skillato e che ha circa il -2.2%, così che termina il sit in media con 89 €. Questo omino non sarà mai in positivo, nemmeno con rakeback del 100%.

Battere il livello è una cosa, batterlo a prescindere dalla rakeback è un'altra. Quello che non mi è chiaro è perché ti focalizzi tanto sul "batterlo a prescindere dalla rakeback".
Come ti è stato fatto notare rake del 12% e rakeback del 50% è esattamente equivalente a rake del 6% e rakeback 0. Shark però non è in grado di calcolare il totale quindi ti mostra grafici diversi. Sbagliando.

L'unico fattore essenziale in questo panorama è che per avere una rakeback tale che edge di 7.7% sia sufficiente per avere un profitto è quello di ottenere uno stato che si ottiene solo massando infinito. Quindi non si massa infinito perché si è scarsi e si vive di rakeback. Si massa infinito perché se si è fortissimi e si massa infinito si ottiene il rakeback necessario per convertire l'edge in $$.