PDA

Visualizza Versione Completa : Tecnica e studio... da dove comincio ?



Dizzy
12-12-2008, 22:38
Buona sera a tutti i giocatori e agli iscritti del forum.
Da qualche tempo vi leggo ed ecco il mio primo post.
Innanzitutto complimenti per l' ottima qualità che si può trovare nei vostri tread, davvero utili per chi vuole cercare di capirci davvero qualcosa di questo gioco.
Vado subito al punto del mio intervento:
Io gioco omaha hi (a limiti davvero bassi, PLO25 con qualche puntata al PLO50 quando trovo gli stessi giocatori del PLO25 -info che ho da omahatracker, che ho conosciuto e iniziato ad usare leggendo questo forum ;) - ) e si sa, a bassi limiti di bui la tecnica è quella che è e l'omaha esprime al peggio questa caratteristica... penso che se potessimo fare il paragone il livello del PLO25 è pari a quello del NLHE10 (ad essere larghi).
Non ho mai letto libri su questo gioco (non ne conosco) ma cerco di leggere quanto più mi è possibile qui e su 2+2 (per quanto il mio inglese me lo permetta)... il mio problema è che il gioco descritto dalla teoria e quello che si trova ai tavoli sono due cose totalmente diverse... insomma... dire che gioco contro Loose Passive ipercalling station è riduttivo e non esprime al meglio la situazione...
quindi chiedo a chi mastica omaha più del sottoscritto (anche perchè uno dei nick rossi mi pare ci sappia fare abbastanza con le quattro carte in mano :) ), come devo comportarmi a questi livelli ? che tipo di gioco devo tenere ? davvero chiedo aiuto perchè è davvero frustrante e diseducativo cercare una logica nel gioco di certi elementi...
plz aiuto ! :blush:

teonzo
12-12-2008, 23:24
Innanzitutto se vuoi consigli è meglio essere più precisi. Ossia dire se giochi short handed o full ring, con che buy-in entri (minimo, medio, massimo), quali sono le difficoltà maggiori che trovi (nel senso di quali sono i settori del gioco su cui credi di dover migliorare di più). Se dici solo il livello a cui giochi è ben dura cercare di darti un aiuto, si dovrebbe scrivere una guida completa al livello, e prenderebbe ore.
Comunque sia, in generale per questi livelli:
- gioca ABC omaha;
- grinda infinito, perché al PLO la varianza è più puttana che nelle altre specialità;
- gioca ABC omaha;
- a parte i pochissimi regular sensati (che dovresti già conoscere) non cercare di mettere gli oppo su un range, operazione impossibile da fare, e così ti risparmi un po' di mal di testa;
- gioca ABC omaha;
- hand selection molto sensata e rilancia pre-flop praticamente ogni mano che decidi di giocare;
- gioca ABC omaha;
- punta quando hai un punto forte o una draw forte;
- gioca ABC omaha;
- mai bluffare;
- gioca ABC omaha.
Fatto questo è ben dura perdere a quei livelli.



Teo

Dizzy
13-12-2008, 15:32
Ciao, grazie per la risposta...
Gioco solo shorthanded (gestire 5 calling station è meno complesso che gestirne 8) ed entro full stack.
Ho bankroll adeguato per il livello (35 buy in) e fondamentalmente il limite più grosso del mio gioco è proprio il cercare di trovare una logica nel gioco altrui quando è ben chiaro che logica non c'è. Quindi cercare di fare mettere gli avversari su un possibile range di mani a seconda di action preflop, posizione ecc... troppo spesso mi vedo tutti i bei ragionamenti fatti sbriciolarsi contro una scala incastrata dall' oppo su board accoppiato con mille mila draw e oppo che mi gira carte tipo 259K os.
capisco solo in parte quello che vuoi dire quando consigli di giocare abc omaha... nel senso... quanto ABC deve essere ? ossia vuoi dire che devo fare solo una scrupolosa hand selection in base alla mia posizione ?
Ti ringrazio ancora per la risposta e chiedo scusa se sono stato un po' impreciso... c'è davvero tanto da imparare :blush::blush::blush:

teonzo
13-12-2008, 20:19
ABC omaha intendo proprio giocare in maniera basilare, senza mettersi a ragionare sui range degli oppo né tantomeno provare mosse avanzate o semi-avanzate o medie (bluff, bare ace play, rubare i bui con le schifezze, repottare anche se sei in bianco quando sniffi un segnale di debolezza nell'oppo, e via dicendo). In pratica gioca solo sulle tue carte e sui punti che hai in mano.
Questo tipo di gioco ti farebbe prendere randellate contro oppo bravi, ma a questo livello non sei contro oppo bravi, sei contro calling station passive che overstimano la forza delle loro mani e molto raramente rilanciano. Quindi basta mettersi lì con pazienza, e farsi pagare i punti e le draw forti. Chiaro che a volte se hai il punto vieni crackato o se hai la draw non la chiudi, ma tanto il donk che ti segue e paga lo trovi sempre, se non ti segue vinci il pot uncontested, quindi alla lunga vai +ev.
Giocando short handed contro donk devi anche aprire di più il range delle tue mani di partenza ed il range di stima di forza dei punti che hai in mano. Se full ring, allo stesso livello, su un flop scoordinato hai 1st and 3rd pair con kicker scarsi per migliorare, allora è più probabile che sei dietro ad oppo random; se invece sei nella stessa situazione ma short handed, allora è più probabile essere davanti ad oppo random. Discorso simile per le mani di apertura, allarga un po' il range rispetto a full ring per compensare la pressione dei bui.
Sul discorso range degli oppo, prenditi nota delle caratteristiche dei regular che trovi (ognuno di questi avrà dei leak che dovrai notare e sfruttare a tuo vantaggio). Sugli altri mettili su range infinito, ossia possono avere di tutto in mano. Evita seghe mentali su cosa possa avere oppo donk random, e gioca solo le tue carte.
A questi livelli bisogna perfezionare il proprio ABC omaha, le basi. Ossia, impara a capire come si può sviluppare la mano con turn e river, e che punti ti puoi ritrovare a chiudere in media alla fine della mano, ad esempio: ho il 20% di chiudere con doppia, il 35% di chiudere con scala, il 45% di chiudere con colore (numeri sparati alla cazz tanto per fare un esempio). Questi calcoli stimati devi imparare a farli ad occhio in maniera istantanea, se non sai farlo non vai da nessuna parte a questo gioco. Per aiutarti analizza il più alto numero di mani possibile con l'odds calculator, così automatizzi tutto il processo mentale. Una volta imparato questo devi fare il passo successivo, ossia stimare la percentuale di vincere la mano contro range dell'oppo (in questi livelli range tendente al totale delle mani possibili). Stabilito questo, vedi qual è la strategia migliore da attuare street per street: pushare al flop, check/call per pushare un range di carte al turn, foldare diretto, eccetera.
Quando impari a gestire questi aspetti in maniera più che decente, allora il livello lo batti senza tanti sforzi e facendo più di 5bb/100. Ma sarà solo l'inizio, per salire gli altri scalini bisogna aggiungere molte molte più armi al proprio arsenale.

Ma la cosa migliore è se posti varie mani, e si vede l'esempio pratico.



Teo