Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.
chips_cards

Cash – Check\Raise Vs. Bet\3bet

Prima di iniziare con l’ articolo vero e proprio, vorrei parlare di una cosa spesso sottovalutata.
Quasi tutti sui forum (incluso il sottoscritto e molti dei posters piu’ rispettati) consigliano di giocare i combo draws e le monsters nello stesso modo. Giustifichiamo questo utilizzando parole come “metagame” o “teoria dei giochi”. Tuttavia, e’ piuttosto ovvio che con questi due generi di mani siamo alla ricerca di due cose diverse. Quando abbiamo una monster, vogliamo essere pagati, e quando abbiamo un combo draw, vogliamo folding equity.
Contro un avversario molto bravo (uno al nostro livello o piu’ forte di noi), giocare i draws e le mani forti allo stesso modo e’ la linea che ottiene l’ EV ottimale. Tuttavia, contro un donk, questo non e’ vero. Ad esempio, contro una calling station che si giochera’ sempre lo stack con TP, qual e’ il senso di finire ai resti al flop con 12-15 outs quando sapete per certo che callera’ il vostro shove, quando potreste altrimenti tentare di chiudere il vostro draw con ottime odds e stackarlo quando hittate ?
In modo simile, contro un nit, non c’ e’ ragione di bet\3bettare all-in con un set su di un board dry, perche’ gli farete foldare la sua overpair.
Ok, ora che ho detto queste cose, iniziamo con le considerazioni da fare nel decidere se check\raisare o bet\3bettare.

 

Dimensioni degli stacks (in relazione al pot)

Questo punto e’ molto importante. Non c’ e’ niente di peggio di check\raisare con un combo draw, essere callati, e trovarsi con ancora molti soldi dietro su di un turn blank.
Il vostro obiettivo e’ normalmente quello di finire ai resti al flop con un combo draw ed una monster, quindi, senza reads particolari, e’ bene prendere la linea che vi consente di farlo con maggiore semplicita’.
Ad esempio, avete $20 dietro ed il pot e’ $10. In questo caso il check\raise e’ l’ opzione migliore, dato che consente all’ avversario di c-bettare in bluff ed il vostro check\raise sara’ un all-in.
Se vi trovate invece con $95 dietro ed il pot e’ $17, allora una linea bet\3bet e’ da preferire. Bettate $17 e, anche contro un minraise, 3bettate all-in.

L’ altra ragione per cui le dimensioni degli stacks sono importanti, e’ che giocano un ruolo molto importante nella quantita’ di FE che potete avere.
Ovviamente, piu’ short e’ l’ avversario, meno FE avrete.

 

Dead money

Anche questo e’ un punto molto importante, e spesso sottovalutato. Volete scegliere la linea che riesce a trappare il maggior quantitativo possibile di dead money nel pot.
Ad esempio, diciamo che UTG raisa, riceve tre callers, voi callate dallo SB con un suited connector, ed il BB folda. Floppate un OESFD. Se leadate, ed il PFR raisa, i tre callers folderanno quasi certamente. Optando invece per il check, nel caso il PFR betti, darete modo ai giocatori tra voi ed il PFR di callare con un draw o una TP debole, consentendovi quindi di trappare i loro soldi nel pot check\raisando.

E’ vero anche il caso opposto. Callate ad esempio un raise del BTN dallo SB ed altri tre giocatori callano a loro volta. In questo caso la linea migliore e’ il leadare out, perche’ vi consente di trappare il maggior quantitativo di dead money nel pot.

 

Image\Reads

Immaginate che il PFR sia un LAG che c-betta spesso, ma che giveuppa al turn se non migliora la sua mano. In questo caso, e’ ovvio che una linea bet\3bet e’ inferiore ad un check\raise, dato che vi porta a perdere la potenziale c-bet dell’ avversario. Se invece il PFR e’ molto aggro e puo’ raisare una lead anche con air\made hands deboli, allora la linea bet\3bet e’ superiore dato che consente di trappare piu’ soldi dell’ avversario nel pot.

Cosi’ come le nostre reads sui nostri avversari sono importanti, lo e’ anche la nostra image. Se ad esempio siete stati visti check\raisare con una monster recentemente, potrebbe essere una buona idea check\raisare la volta successiva con un combo draw, dato che vi consentira’ di avere molta FE.
Inoltre, piu’ tight e’ la vostra image, piu’ debole il vostro draw puo’ essere sia per check\raisare che bet\3bettare, dato che avrete molta piu’ FE. Al contrario, con un’ image molto loose, e’ preferibile seguire queste linee soltanto con draws molto forti, dato che gli avversari saranno meno propensi al credervi.

Infine, come gia’ detto in precedenza, la nostra read sull’ avversario e’ importante nel capire quanti draws possiamo giocare in modo aggressivo e veloce contro di lui. Se villain e’ un nit, possiamo giocarne molti aggressivamente, mentre se e’ una calling station, molto pochi.

 

Il Turn

Il problema principale della linea bet\3bet e’ che l’ avversario puo’ decidere di limitarsi al call.
In questo caso, le reads diventano determinanti. Se pensate sia il tipo che al flop puo’ callare soltanto con TP, non ci sono molti motivi per bettare forte al turn, dato che molto probabilmente non foldera’ la sua mano. E’ probabilmente meglio bettare un importo che vi consente di avere buone odds per hittare, o forse soltanto check\callare.
Se invece pensate il vostro avversario vi abbia floatato al flop, potrebbe essere una buona idea check\raisare il turn, anche se questo comporta un’ aumento considerevole della varianza.

 

Per concludere, il mio consiglio e’ quello di non check\raisare mai senza un’ ottima ragione per farlo.

 

Fonte : http://archives1.twoplustwo.com/showflat.php?Number=5354245

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.