Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.
Pocket Aces

Cash – G-Bucks

Quello dei “G-bucks” (Galfond Bucks(Dollars)) e’ un concetto molto importante che espande quello degli Sklansky Dollars nel valutare l’ EV di decisioni complesse nel No Limit Hold’ em.

Il termine “G-bucks” e’ stato coniato da Phil Galfond. L’ articolo originale e’ molto interessante, ma anche piuttosto lungo. In questo pezzo tentero’ di riassumere la teoria dietro i G-bucks cercando di semplificare le cose il piu’ possibile.

 

Che cosa sono i G-bucks ?

I G-bucks vi dicono quanti soldi avreste vinto\perso quando confrontate l’ equity di una mano contro un range di mani.

Ricordate gli Sklansky dollars ? In caso negativo, gli Sklansky dollars vi dicono fondamentalmente quanti soldi vincete con una mano contro un’ altra nel lungo periodo. Quindi anche se potreste perdere $10 andando all-in con AA contro KK, vincete in realta’, in media, $16.4 dal pot di $20.

Sia gli Sklansky dollars che i G-bucks vi dicono quanti soldi avreste vinto in un certo spot. Tuttavia, la differenza e’ la seguente :

  • Sklansky dollars – 1 mano contro 1 mano.
  • G-bucks – 1 mano contro un range di mani.

Quindi, piuttosto che confrontare la vostra mano con quella del vostro avversario, con i G-bucks confrontate la vostra mano con il range di mani del vostro avversario. Facendo questo potete ricavare piu’ accuratamente quanto denaro vincerete o perderete nel callare in certe situazioni in base al range dell’ avversario.

 

Calcolare i G-bucks

Calcolare i G-bucks e’ in realta’ molto semplice.

  1. Stabilite un range di mani che il vostro avversario potrebbe avere, il piu’ accuratamente possibile.
  2. Inserite la vostra mano ed il range dell’ avversario su Pokerstove e ricavate quindi la vostra equity nella mano.
  3. Moltiplicate la dimensione del pot per la vostra percentuale di equity nella mano per ricavare quanto denaro potete aspettarvi di vincere in media.

Nell’ articolo originale viene proposto un metodo piu’ complicato per calcolare l’ equity di una mano contro un range. Tuttavia, avendo a disposizione Pokerstove, non c’ e’ bisogno di complicarsi la vita.

Dopo aver ricavato la vostra equity contro il range dell’ avversario ottenete la percentuale di equity nel pot che vi aspettate di vincere nel lungo periodo, cosi’ come facevate per gli Sklansky dollars. Il punto chiave e’ assegnare un range accurato all’ avversario.

Come ho gia’ detto, il concetto ed il metodo di calcolo dei G-bucks non e’ affatto complicato. Seguiranno ora un paio di esempi.

 

Esempio #1

Siete al tavolo con alcuni amici, tutti molto scarsi ed allegri. Gli stacks sono di $100 con blinds $.5/$1.

Siete sul BB con AQo. Il vostro vecchio amico Mike pusha all-in da MP e tutti foldano fino a voi. Sapete per certo che Mike pusha all-in sempre con qualsiasi broadway ed ogni pair. Gli piace gamblare.

Pensate qualche istante prima di callare, portando il pot ad un totale di $201.
Mike gira AA ed il board non vi aiuta. Perdete quindi il pot.
E’ stato forse un call sbagliato dato il range di Mike ? Sicuramente no.

  • Soldi reali : -$100
  • Sklansky dollars : -$93 (Basta calcolare l’ equity di AQo vs AA su Pokerstove)
  • G-bucks ?

Inserendo su Pokerstove la nostra mano (AQo) ed il range di Mike (22+, ATs+, KTs+, QTs+, JTs, ATo+, KTo+, QTo+, JTo), ricaviamo come la nostra equity nel pot era del 55.1%.

Quindi, secondo i G-bucks, vinciamo in media $110.75 dal pot di $201 quando calliamo l’ all-in di Mike con AQo.

  • Soldi reali : -$100
  • Sklansky dollars : -$93
  • G-bucks : +$110.75

 

Esempio #2

State giocando ad un tavolo online di $200NL e callate un raise a $8 del CO con As Qd sul BTN.
Sapete che Villain e’ un giocatore tight-aggressive che betta i suoi draws e slowplaya raramente. Tuttavia, non e’ un maniac ed e’ generalmente un buon giocatore.

Flop : Qh 6h 7c – Villain betta $12 nel pot di $17 e voi callate.
Turn : 3d – Villain betta $35 nel pot di $41 e voi callate.
River : 3s – Il pot e’ ora $111 e villain shova all-in con i suoi $145 rimanenti. Cosa fate ?

Bene, per prima cosa assegnamo un range a Villain. Prima del flop il suo range e’ molto ampio dato il fatto che e’ un giocatore aggressivo che raisa da LP. Quindi il range e’ composto grosso modo da ogni pair, ogni ace, ogni suited king, ogni suited broadway, e molti suited connectors.

Flop : La c-bet e’ standard, non possiamo quindi restringere molto il range di Villain a questo punto della mano.

Turn : Su questo turn e’ molto probabile che Villain farebbe check con ogni 1-pair hand per pot-control. Il fatto che va invece in double barrel indica che ha una made hand forte, come 2-pair o meglio, oppure che e’ in semi-bluff con uno straight o flush draw.

River : Lo shove finale di villain non modifica molto il range del nostro Villain che continua a rappresentare una mano forte oppure un busted draw.

Possiamo assumere che su questo board dopo aver bettato su tutte le streets il range di Villain sia qualcosa di simile al seguente :

  • 98s, 85s, 54s, 98o, 85o, 54o – Busted straight draws.
  • Axh (eccetto AQh, A7h, A6h), Kxh (eccetto KQh, K7h, K6h) – Busted flush draws.
  • QQ+,77-66,76s,76o – Made hands.

Utilizzando nuovamente Pokerstove, ricaviamo la nostra equity contro il range di Villain : 62.6%.
Quindi callando la bet di $145 per vincere un totale di $401, in media, vinceremo $251.03 G-bucks per un profitto di +$106.03 G-bucks ($251.03 – $145). Anche se il call sembra molto rischioso e perderemo una volta su tre, se siamo certi del range di Villain, sara’ vincente nel lungo periodo.

Il risultato di questa mano non ha importanza, dato che il call e’ la giocata corretta.

 

Conclusioni

Il concetto dei G-bucks e’ piu’ pratico degli Sklansky dollars perche’ non potete mai sapere con certezza la mano dell’ avversario prima di callare o foldare. Per questo motivo i G-bucks rappresentano un modo piu’ accurato per calcolare l’ EV di un call nel lungo periodo.

Se avete letto l’ articolo originale di Phil Galfond, avrete notato come Galfond utilizza il punto di vista opposto dando alla nostra mano un range percepito ed all’ avversario una mano definita. Come potete vedere ho invertito le cose, tuttavia entrambi i metodi funzionano perfettamente bene.

 

Fonte : http://www.thepokerbank.com/strategy/mathematics/g-bucks/

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.