Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.
red_aces

Cash – La Dimensione delle Continuation-Bets – Parte 2

Seconda parte della traduzione “Cash – La Dimensione delle Continuation-Bets”…

 

Metodologia #3 : Dimensionare le bets sulla grandezza degli stacks in relazione alla dimensione del pot

Senza addentrarsi troppo nella teoria, le dimensioni degli stacks possono aiutarci nel determinare una percentuale ottimale del pot da bettare. L’ idea generale dietro la crescita geometrica del pot (“The Mathematics of Poker”) e’ essenzialmente il bettare una percentuale rilevante del pot su ogni street per riuscire a finire “all-in” con il nostro stack effettivo senza problemi al river, un concetto di critica importanza per il successo nel NLHE.
Dovrebbe sembrare ovvio che, quando floppiamo una monster, vogliamo mettere quanti piu’ soldi possibile nel pot per massimizzare la nostra vincita.
Uno dei piu’ importanti aspetti delle dimensioni degli stacks nel NLHE e’ il come queste influenzano le implied odds. Quando adattiamo il nostro bet sizing in base alla dimensione degli stacks effettivi, possiamo ridurre le implied odds del nostro avversario nel callare bets sulle prime streets con mani inferiori alla nostra nella speranza di chiuderne una migliore successivamente.
Inoltre, assumendo stacks effettivi di 100BB, ha senso preferire il bettare una percentuale piu’ piccola del pot quando il pot e’ grande, ed una percentuale piu’ grande quando il pot e’ piccolo, sia da un punto di vista pratico che matematico.

Un semplicissimo esempio :

Hero (BTN): $121
SB: $200

Preflop: Hero is dealt X, Y (6 Players)
4 folds, Hero raises to $4, SB calls $3.5, BB folds

In questo esempio, il pot e’ $9 e gli stacks effettivi sono $117 (13 volte la dimensione del pot). Bettando il 100% del pot su tutte e tre le streets dovremmo riuscire a finire ai resti per il river.

Flop: ($9) 8c 5d Jh (2 Players)
SB checks, Hero bets $9, SB calls.

Turn: ($27) 3h (2 Players)
SB checks, Hero bets $27, SB calls.

River: ($81) Qc (2 Players)
SB checks, Hero bets $81 and is all-in

Funziona al meglio contro : Tutti i villains.

Svantaggi : Piccolo aumento delle perdite con mani deboli\bluffs derivante dal bilanciamento del bet sizing con le mani piu’ forti. Non sempre ottimale\applicabile con stacks piu’ deep.

 

Metodologia #4 : Bettare sempre il pot

Molti giocatori, specie su FT, utilizzano religiosamente il pulsante “bet pot” per dimensionare le loro bets. Utilizzando sempre la stessa size in relazione alla dimensione del pot, si riesce nuovamente a nascondere completamente la forza della propria mano agli avversari.
Contro giocatori weak\passive, bettare sempre il pot sembra essere ottimale dato che vi porta a costruire pots piu’ grandi quando siete gli aggressori nella mano, e potete quindi creare le condizioni per poter fare grosse bets nelle streets finali con mani forti.
I giocatori weak-tight si arrenderanno piu’ facilmente contro di voi, sapendo che dovranno affrontare grosse pot-sized bets su ogni street.
Lo svantaggio di questo approccio e’ che il creare frequentemente grandi pots comporta un aumento considerevole della varianza, specie per i giocatori LAG che giocano molte mani marginali.
Data la dimensione maggiore dei pots, vi troverete spesso in situazioni difficili con mani di forza media. Il creare grossi pots contro avversari aggressivi che check-raiseranno con air e draws provando a farvi foldare potra’ costarvi caro.
Inoltre, giocare pots di queste dimensioni senza tener conto della forza della propria mano riduce la vostra abilita’ di poter pot-controllare, dato che ogni pot che giocherete da aggressori avra’ la stessa dimensione (il numero di avversari e’ rilevante).
Infine, bettando sempre pot state rischiando molto per vincere poco quando bluffate.

Funziona al meglio contro : Tutti i villains.

Svantaggi : Varianza piu’ alta; Piccolo aumento delle perdite con mani deboli\bluffs derivante dal bilanciamento del bet sizing con le mani piu’ forti.

 

Metodologia #5 : Bettare sempre una x% del pot, in cui x e’ numero predeterminato

Mi riferiro’ a questo come al teorema dei multitablers, dato che molti giocatori utilizzano software per impostare una percentuale del pot da bettare. Utilizzano spesso un valore arbitrario basato sulla dimensione corrente del pot, spesso compreso tra il 60% ed il 100%, in base alla preferenza personale.
Come per la metodologia precedente, puo’ essere molto difficile\impossibile per gli avversari dedurre la forza della vostra mano, dato che state utilizzando sempre la medesima size sia quando hittate che quando non avete niente.
Con una continuation-bet piu’ piccola del bettare pot, potete provare a rubare piu’ pots, rischiando meno chips. Gran parte degli svantaggi della metodologia precedente si rilevano anche in questo teorema.

Funziona al meglio contro : Tutti i villains.

Svantaggi : Piccolo aumento delle perdite con mani deboli\bluffs derivante dal bilanciamento del bet sizing con le mani piu’ forti e vice-versa.

 

Metodologia #6 : Overbettare il pot

Una grossa overbet non deve funzionare tanto spesso per poter essere profittevole. Alcuni avversari la interpreteranno come debolezza o bluff e calleranno down con mani marginali.
Utilizzare questa strategia contro le “calling station” che non foldano mai alcun pezzo del board consente di estrarre il massimo valore, cosi’ come contro i cosiddetti “chasers” che non foldano mai alcun tipo di draw su alcuna street.
Potete estrarre un grande quantitativo di chips prima del river quando i missed draws diventano inutili ed indurre bluffs al river da parte di villains che hanno missato il loro draw e si trovano ad essere pot committed.
Ho ottenuto ottimi risultati utilizzando questa strategia dopo aver perso un grosso pot ed essere quindi percepito dai miei avversari come in tilt, oppure in blind versus blind quando gli avversari credono raramente ai giocatori aggressivi.

Funziona al meglio contro : Giocatori weak, calling stations, chasers, villains a cui non piace in genere foldare, villains a cui piace hero callare.

Svantaggi : Bets grandi potrebbero portare l’ avversario a foldare mani con cui avrebbe callato una bet piu’ piccola. Bilanciare l’ overbettare mani forti con mani deboli\blufss puo’ essere difficile e\o non ottimale.

 

Fonte : http://archives1.twoplustwo.com/showflat.php?Cat=0&Board=ssplnlpoker&Number=10434758

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.