Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.
red_aces

Cash Microlimiti – Giocare AA – Introduzione

Potreste pensare che scrivere un articolo sul come giocare AA sia stupido. Tutti fanno soldi con AA, quindi su cosa c’e’ da ragionare? Credo che in realta’ sia una delle parti piu’ trascurate, ma piu’ importanti, del gioco di molte persone e spero di convincervi di questo nell’introduzione.

 

Indice dei contenuti

01. Introduzione : Qui spero di convincervi a leggere il resto di questo articolo 
02. Le mie intenzioni per questo articolo
03. AA potrebbe essere meno forte di quanto potreste pensare
04. Slowplaying
05. Preflop : Obiettivi 
06. Preflop : Ottenere un rapporto Stack-Pot favorevole (SPR – Stack-to-Pot Ratio) 
07. Preflop : Limitare il numero di mani che vedranno il flop 
08. Preflop : In pot gia’ raisati, riflettete sulla situazione 
09. Preflop : Non perdere valore dalla mano (Open limping) 
10. Preflop : Non perdere valore dalla mano (Open shoving / Massive Over shoving) 
11. Postflop : Proteggere il proprio stack 
12. Postflop : Pensare al range di Villain, che cosa battiamo e da cosa siamo battuti 
13. Postflop : Teorema di Baluga ed estensione per il river 
14. Postflop : Betting, Sizing e Timing 
15. Deep stacks
16. Perche vinco solo pot piccoli con AA?

 

01. Introduzione : Qui spero di convincervi a leggere il resto di questo articolo

Molti giocatori pensano che giocare AA sia facile. Siete probabilmente della stessa idea. Credo invece che sia una delle mani piu’ difficili da giocare bene. 72o e’ una mano facile da giocare : basta foldare.
Si, AA e’ probabilmente la vostra mano piu’ profittevole, anche se pensate di essere sfortunati e perderci soldi.

Quindi, se e’ la vostra mano piu’ profittevole, come puo’ anche essere una delle piu’ difficili da giocare bene?
Per mostrarne il motivo, prendero’ in prestito un idea da Tommy Angelo.
La sua teoria della reciprocita’ spiega come il profitto nel poker derivi dalla differenza con la quale diversi giocatori si comportano nella stessa situazione.
Tutti ci troviamo di fronte alle medesime situazioni e ci impegnamo nel prendere decisioni che ci consentano di ottenere un profitto maggiore rispetto ai nostri avversari, cosi da battere la rake e guadagnare soldi.

AA dovrebbe essere la mano piu’ profittevole di ogni giocatore, su un sample-size adeguato. La teoria della reciprocita’ di Angelo ci dice che stiamo realmente ottenendo profitto da AA solo se ne stiamo ottenendo piu’ di quanto i nostri avversari ne ottengano con questa stessa mano.
Quindi, anche se state facendo palate di soldi con AA, ma i vostri avversari ne stanno facendo piu’ di voi, state effettivamente perdendo con AA.

Provate una cosa, richiedera’ soltanto un minuto, lanciate PokerTracker o HoldemManager e filtrate tutte le starting hands, eccetto AA.
Molti lettori si accorgeranno di essere praticamente break-even senza AA.
Questo ci dice che la nostra winrate con AA ha un maggior impatto sulla nostra overall-winrate di quanto avessimo pensato.

Considerate ora un altra cosa; In media, ricevete AA una volta ogni 221 mani. Diciamo che non state andando molto bene con AA, e perdete il 15% delle volte che avete questa mano.
Quindi in media vi scoppieranno AA una volta ogni 1473 mani.
Questi scoppi saranno probabilmente pot abbastanza grandi, diciamo intorno ai 60bb.
Se poteste anche solo salvare 15 di questi 60bb, guadagnereste 15bb ogni 1473 mani.
Praticamente aggiungereste un intero bb\100 alla vostra winrate, se solo riusciste a foldare o a mantenere il pot piu’ piccolo quando siete battuti con AA.
Ora pensate invece alle volte in cui non estraete il massimo valore da AA, se riusciste ad aggiungere ulteriori 15bb per ogni singola volta che vincete con AA nello stesso blocco di 1473 mani, aggiungereste un ulteriore bb\100 alla vostra winrate.

Bene, con questo punto di vista, spero di avervi convinto che AA potrebbe non essere cosi facile da giocare come pensavate. Infatti, potrebbe essere una delle piu’ importanti mani da saper giocare bene, ed una delle piu’ difficili.

 

02. Le mie intenzioni per questo articolo

Prendero’ in esame alcune mani, senza includere molte hand history. Non cerchero’ di focalizzarmi su scenari particolari, ce ne sono semplicemente troppi.
Piuttosto, cerchero’ di condividere con voi alcune considerazioni che penso dovreste fare anche voi prima di prendere le vostre decisioni nel corso delle mani.
Si, molte di queste considerazioni saranno in conflitto tra loro. Questo e’ quello che rende AA, ed il poker in generale, “tricky”.

 

03. AA potrebbe essere meno forte di quanto potreste pensare

Preflop ovviamente avete la mano piu’ forte.

Postflop, con AA, proverete in genere a vincere un grosso pot con una mano mediocre.
Il piu’ delle volte infatti, avrete soltanto una coppia.
La miglior overpair ovviamente, ma sempre soltanto una coppia.

Il valore della vostra mano (pair\two pair\etc.) da solo non ha molto significato in Hold’Em.
Quello che ha piu’ importanza e’ quanto bene la vostra mano e’ connessa con il board, perche’ tutti condividono queste carte.
E’ piu’ facile vincere un grosso pot quando siete ben connessi con il board.
Il problema con AA e’ proprio che raramente riesce a connettersi con il board, e resta effettivamente con 2 soli outs. Semplicemente non migliorerete la vostra mano molto spesso.
Molte altre mani riescono invece a connettersi con il board molto piu’ spesso, e quando non riescono, vengono spesso foldate senza problemi.

Non potete avere doppia coppia, a meno che il board non sia paired, cosa che non aiuta esattamente la vostra mano, visto che villain avra’ come voi almeno la seconda coppia. Certo, batterete una doppia minore, ma questo non aggiunge valore alla vostra mano.
Senza poi considerare che quasi tutti noteranno il board paired e molti non risponderanno bene alla cosa.

Potete hittare un set, ma questo succedera’ soltanto una volta ogni 8,5.
Un asso sul board tende pero’ a rallentare l’action ed inoltre, con un solo altro asso nel mazzo a disposizione di villain, non riuscirete ad estrarre molto valore dalla mano a meno che villain non sia particolarmente scarso, stia bluffando, abbia un set minore, oppure, nel caso voi chiudiate un full, un full minore, un colore o una scala.
La mia winrate con AA e’ doppia quando setto al flop, confrontata a quella di quando non setto, il che e’ esaltante, finche’ non considero che la mia winrate con KK e’ sei volte superiore quando setto al flop, confrontata a quella di quando non setto.

Potete hittare una scala o un flush, ma questo richiede un board contenente altre quattro carte utili, il che rivela la vostra mano. Non otterrete con queste mani quanto otterreste chiudendo una scala o un flush usando entrambe le vostre holecards.

Potete hittare un full o un poker, ma questo e’ molto piu’ raro, e, di nuovo, vincerete si molti soldi (almeno con un full) ma non quanti vi aspettereste.
Con AA ottengo 4.2 volte di piu’ quando ho un full house rispetto a quando non lo chiudo, mentre 15.4 volte di piu’ con KK nella stessa situazione.

Quindi vincerete si molti pot grossi con AA ma la maggior parte delle volte avrete soltanto un overpair, cosi come avrete soltanto un overpair la maggior parte delle volte in cui perderete un grosso pot con AA.

 

04. Slowplaying

Molti giocatori si mettono con le loro mani in spot molto difficili slowplayando AA. Hanno probabilmente visto qualcuno farlo alla TV e gli e’ sembrata una buona idea.

Quando un giocatore slowplaya AA a cash, penso sia spesso perche’ si sente emotivamente legato alla mano, piuttosto che pensi sia una buona strategia.
Ricevete AA soltanto una volta ogni 221 mani, quando accade potreste pensare che vincere un grosso pot vi sia dovuto e che non volete semplicemente rubare i blinds.
A cash, con stacks nella norma, AA non e’ una mano da slowplayare.
Non e’ semplicemente abbastanza forte per farlo, visto che e’ molto facile per gli altri giocatori legare una mano migliore della vostra, senza che voi riusciate ad accorgervene.

Non e’ meglio vincere i blinds che perdere lo stack contro 65s?

Oppure vincere un piccolo pot al flop, su un board con molti possibili draws, piuttosto che lasciare che vedano un turn a poco prezzo?

Slowplayando, per sentirsi abbastanza tranquilli, e’ necessario legare qualcosa di forte, come un set.

 

Fonte : http://forumserver.twoplustwo.com/78/micro-stakes-full-ring/cotw-playing-aa-988868/

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.