Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.
Ace King Poker

Cash Microlimiti – Giocare le Small Pocket Pairs – Parte 2

Seconda parte della traduzione “Cash Microlimiti – Giocare le Small Pocket Pairs”.

 

04. Late Position

In late position, se il pot e’ ancora unopened, ed ho una small pocket pair, raiso sempre.
Forse con giocatori super aggressivi dopo di noi oppure shorts aggressivi, possiamo trovare un fold, ma in questo caso dovremmo cambiare tavolo al prossimo giro di blinds.

Flatto inoltre la maggior parte dei raise, a meno che gli stacks siano short oppure penso ci sia una probabilita’ rilevante di essere squeezzati, il che non mi preoccupa piu’ di tanto al 25NL o meno.
Siamo in posizione e possiamo floatare un po’ di piu’ se siamo abbastanza bravi a farlo, inoltre non dobbiamo preoccuparci piu’ di tanto di giocatori dopo di noi che potrebbero avere mani forti.

Possiamo estrarre valore grazie alla nostra posizione da buone mani ed avremo modo generalmente di prendere il controllo della mano piu’ spesso di quanto potremmo con piu’ avversari dietro.

Non squeezo o 3-betto molto spesso per le ragioni espresse nel punto precedente, ma esistono comunque casi dove potrei tranquillamente farlo se e’ presente abbastanza dead money, in ogni caso, in situazioni normali preferisco evitarlo.

 

05. Giocare contro gli short con le small pocket pairs

Con due o piu’ shortstacks dietro dovreste raisare lo stesso, ma cambiare tavolo appena possibile.
Se uno shortstack va all-in, a seconda del suo stack size, e’ possibile chiamare.
Se lo shortstack pusha il 10% delle mani e tutte le coppie, Pokerstove ci dice che con 22 abbiamo il 35,2% di equity mentre con 66 il 47%, una differenza non molto grande alla fine.
Contro un range del 5% abbiamo invece il 27% con 22 e il 43.6% con 66.
Se pusha invece il 20% avremo il 43% con 22 e 46.77% con 66.
Potete usare questi dati per decidere se chimare o foldare, in ogni caso, assumendo di raisare 3x e di dover chiamare un push di Villain di 20x, abbiamo bisogno del 40.97% di equity per chiamare profittevolmente.
Se pensiamo che chiamare light possa fare in modo che in futuro lo short (o gli altri short) aggiusti il suo range e ci repushi piu’ tight, possiamo chiamare in modo profittevole anche leggermente sotto equity.

Per approfondire il gioco contro gli shortstacks, vi consiglio la lettura di questo articolo.

 

06. Giocare contro le 3-bets

Saremo generalmente fuori posizione e gli stacks saranno troppo piccoli per consentirci di chiamare una 3-bet profittevolmente con le nostre small pocket pairs.
Con pairs piu’ grandi potremmo pensare di avere una mano abbastanza forte per continuare anche senza settare, ma con pocket pairs basse sara’ raramente il caso di farlo, anche contro mani tipo AK/AQ, che non hanno hittato, non riusciremo a rubare il pot abbastanza spesso, essendo fuori posizione.

Matematicamente floppiamo un set circa l’ 11% delle volte, abbiamo quindi bisogno di chiamare meno dell’ 11% del nostro stack per essere +EV. Questo assumendo ovviamente di riuscire a giocarci lo stack ogni volta che settiamo, senza essere mai scoppiati, il che e’ utopia.
Realisticamente chiamare qualsiasi cosa sopra una min-raise 3-bet ci fara’ perdere soldi.

Una 3-bet normale sara’ di almeno 10BB se noi (o qualcun altro) abbiamo raisato 3BB, non abbiamo quindi buone odds, considerando che la maggior parte delle volte che settiamo non vinceremo nemmeno meta’ stack dell’ avversario.

Giocando in posizione possiamo avere un margine di manovra leggermente migliore se pensiamo di poter vincere il pot anche quando non settiamo.

Abbiamo migliori chances di set-minare se ci sono piu’ giocatori nel pot, avranno comunque spesso mani marginali e raramente metteranno lo stack nel pot.
Se la 3-bet e’ grande, dovremo foldare praticamente sempre, a meno di avere una sick read e voler 4-bettare in bluff ma 1) abbiamo gia’ flattato da LP e potremmo aver gia definito la nostra mano e 2) non sono abbastanza bravo da poter discutere questo argomento piu’ approfonditamente, quindi diciamo fold.

Per approfondire l’argomento vi consiglio di leggere questo articolo.

In ogni caso, da un punto di vista puramente di set-mining, chiamare una 3-bet e’ praticamente sempre una cattiva idea se non abbiamo un piano alternativo al “call, hit set, profit”.

Se siamo deep ed abbiamo visto Villain perdere lo stack, o grosse porzioni di esso, con overpairs e/o top pairs, chiamare la 3-bet potrebbe avere un senso.
Contro short stacks e’ invece praticamente sempre meglio foldare, a meno di essere super-short a nostra volta e sapere che Villain pusha light.

 

07. Giocare dai blinds

Con una small pocket pair nei blinds, e’ ovviamente una buona idea flattare un raiser con range strong, anche con piu’ persone nel pot.
Non ha molto senso re-raisare andando a creare SPR grandi in multiway, dovendo eventualmente foldare ad una 4-bet, o essendo fuori posizione con una mano debole.

Se un giocatore sta attaccando costantemente i nostri blinds, e’ corretto 3-bettare di tanto in tanto, visto che non riusciremo a portargli via lo stack abbastanza spesso in ogni caso.
Se invece il range di steal e’ tight, si puo’ tranquillamente set-minare o foldare.
Siamo fuori posizione, quindi giocare queste mani in modo semplice non mi dispiace molto.

Dai blinds, sullo SB ci dovremo preoccupare soltanto di un giocatore dopo di noi, oppure chiuderemo l’ action dal BB, riusciremo quindi praticamente sempre a vedere il nostro flop.

Dal BB, contro un raise dello SB, possiamo tranquillamente flattare e provare ad outplayare Villain al flop, anche senza hittare il nostro set.

Dallo SB, se nessuno ha ancora aperto, raiseremo tutte le pairs, di solito aggiungendo 1 BB allo standard raise di 3BB. Ho notato che raise di 3BB non vengono rispettati molto, specie contro buoni giocatori.
Se invece il BB e’ tight o scarso, raisare la size standard va comunque bene.

Se, per qualsiasi ragione, abbiamo la possibilita’ di fare check dal BB con una small pocket pair, se c’e’ soltanto un altro giocatore nel pot (un limper), raiso 5xBB per provare a vincere il pot preflop.
Facendo check, avremo un SPR troppo piccolo e spesso potremmo non vincere lo stack di Villain anche settando contro una mano forte.
In un tavolo weak potete provare a rendere il pot piu’ appetibile con un piccolo raise, ma generalmente contro giocatori competenti raisare provando a vincere subito il pot oppure fare check e set-minare sono le opzioni migliori.

In un pot unopened dove SB open-limpa, dal BB raisiamo sempre. Se veniamo 3-bettati, rivalutiamo la mano e mettiamo una nota a Villain.
Raiso comunque praticamente atc in questa situazione.

Potete trovare qua un buon articolo sulla difesa dei blinds.

Onestamente, credo che la difesa dei blind sia molto legata alla situazione, e visto che generalmente si hanno tutte le informazioni possibili su Villain pre-flop, scrivere una strategia generale e’ molto difficile.
Dobbiamo considerare chi ha raisato, da quale posizione, il fatto di essere OOP e se possiamo estrarre molto valore post-flop o e’ meglio vincere il piatto pre-flop.

Non mi e’ stato molto semplice scrivere questa sezione, ma credo che una buona regola generale sia di guardare al range di Villain e cercare di capire se possiamo estrarre molto valore nel caso in cui settiamo, e se la risposta e’ negativa possiamo considerare la 3-bet.

 

08. Conclusioni

In generale giocare le small pocket pairs e’ leggermente piu’ complicato di quanto possa sembrare a prima vista.

Se vogliamo set-minare dobbiamo valutare bene la situazione per assicurarci di essere in un buon spot per farlo.
Dobbiamo essere ben consapevoli dei ranges degli avversari che abbiamo dietro. Evitando di farlo la nostra linea rossa scendera’ molto velocemente.

Raisare da early non e’ una cattiva idea se si e’ consapevoli del perche’ lo si sta’ facendo e ci sono buone condizioni al tavolo, ma farlo indipendentemente dalla situazione puo’ diventare un leak.

Chiamare le 3-bets e’ generalmente sbagliato, ma esistono comunque condizioni sotto le quali e’ possibile considerare di farlo, specialmente se abbiamo un buon piano per il post-flop.

In altre parole, dipende…

 

Fonte : http://forumserver.twoplustwo.com/78/micro-stakes-full-ring/cotw-playing-small-pocket-pairs-675871/

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.