Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.
vintage_chips

Cash Microlimiti – La Continuation Bet – Parte 2

Seconda parte della traduzione “Cash Microlimiti – La Continuation Bet”.

 

03c. La nostra posizione

Come sempre nel poker, la posizione e’ conoscenza, la conoscenza e’ potere, ed il potere sono soldi.
Se nel pre-flop siete stati gli aggressori, siete in posizione, e tutti fanno check fino a voi, avete sufficienti informazioni riguardo la forza delle mani dei vostri avversari per provare a vincere il pot c-bettando (Anche se naturalmente alcuni faranno check al raiser).

Se invece al flop siete fuori posizione, non avendo alcuna indicazione sulla forza dei vostri avversari, dovrete procedere con piu’ cautela nel c-bettare.

Da aggiungere in questa sezione e’ il fatto che alcuni giocatori cercano di exploitare gli avversari che c-bettano spesso cold-callando in posizione, chiamando la c-bet e bettando quindi il turn quando l’ avversario fa check.
Questa strategia e’ conosciuta come floating e se ne parlera’ in un altro articolo.
Comunque, dovreste iniziare a pensare ad una strategia per contrastarlo.

 

03d. La nostra immagine

L’ idea che hanno i nostri avversari del nostro gioco ha un grande impatto sulla frequenza di successo dei nostri bluffs.
Se siamo stati chiusi per trenta mani consecutive e raisiamo da early position, la nostra continuation bet avra’ un ottima chance di successo.
Al contrario, avendo giocato molto loose, raisando dal cut-off, le possibilita’ che Villains consapevoli del nostro gioco inizino a chiamarci piu’ light (o peggio, raisarci) aumenteranno considerevolmente.

Notate dal parola consapevoli. Fortunatamente, molti avversari weak non osservano affatto il gioco degli avversari (e di fatto e’ il motivo per cui sono weak).
In particolare, e’ difficile notare qualcuno che gioca molto tight (a meno di usare un HUD) mentre la maggior parte della gente notera’ uno stile loose aggressive, perche’ per loro irritante.

Infine, notare un immagine ed adattarsi correttamente ad essa, sono due cose ben diverse. Da qui il mantra dei micro-stakes : “They’re not playing back”.

In situazioni ideali, la nostra immagine giochera’ un ruolo minore, ma dovrebbe comunque essere tenuta in considerazione.

 

03e. Tendenze degli avversari

Qualsiasi informazione che abbiamo su un avversario ci aiuta nel prendere la nostra decisione sul c-bettare o meno.
Se qualcuno gioca fit-or-fold dopo il flop (il che significa che foldera’ ad una c-bet a meno di aver hittato almeno una buona pair o draw) possiamo bettare profittevolmente half pot il 100% delle volte, anche se questa potrebbe non essere la strategia ottimale.
Al contrario, contro una calling-station possiamo dimenticarci della c-bet come bluff e limitarci a value bettare.

Notate che le statistiche pre-flop potrebbero ingannarvi. Se qualcuno gioca molto loose pre-flop avra’ meno possibilita’ di hittare bene il flop, per questo potrebbe essere piu’ incline a foldare alla nostra bet.
Al contrario, un giocatore tight entrera’ nella mano solo con mani buone e potrebbe risultare piu’ difficile farlo foldare.

Quindi, le statistiche post-flop, tipo “fold to cbet %” o “flop check-raise %”, sono piu’ attendibili rispetto ad una classificazione generale tight/loose.

Una nota sulle statistiche post-flop : Molti sostengono che sono attendibili soltanto se si ha un ampio sample size, visto che le diverse situazioni accadono molto raramente.
Tuttavia, credo sia sbagliato ignorare totalmente le statistiche prese da piccoli sample size.
Anche se possono effettivamente essere fuorvianti, rappresentano le uniche informazioni che avete al momento sul vostro avversario, e dovrebbero darvi alcune indicazioni su di esso.
Se vedete un avversario chiamare due volte una c-bet in posizione, e’ molto probabile che chiamera’ anche una terza volta.
Ignorare questo equivale a dire : Non mi piace un sample size di 2, ne preferirei uno di 0.
A mio modo di vedere, questo non ha molto senso.
Come sempre, non bettate mezzo roll basandovi soltanto sulle statistiche, ma usate comunque sempre tutte le informazioni che avete a disposizione.

Un ultima cosa riguardo i piccoli sample size : Se ho poche mani per la statistica “fold-to-cbet” su di un avversario, sono piu’ portato al c-bettare.
Una prima ragione per questo e’ che le c-bet funzionano molto bene contro avversari generici.
Una piu’ importante e’ quella di ottenere piu’ informazioni sull’ avversario.
C-bettando lo mettero’ in una situazione in cui sara’ obbligato a darmi informazioni sulle sue tendenze. In un certo senso, c-betto per informazioni (se gli altri fattori sono in qualche modo favorevoli, ovviamente).
Naturalmente, preferirei fossero gli altri giocatori a fare questo lavoro per me, ma non possiamo sempre fare affidamento su questo.

 

03f. Texture del flop e ranges

Infine, dobbiamo considerare il board e come questo si connette con i vari ranges.
Se il flop hitta il range del nostro avversario mentre missa chiaramente il nostro, non ha molto senso bettare.
Al contrario, se il flop hitta il nostro range ma puo’ dare al nostro avversario una mano migliore che e’ in grado di foldare, dobbiamo bettare.
Per maggiori informazioni sulle varie texture dei flop, leggete questo articolo.

 

04. Note finali

E’ risaputo che bluffare contro gli idioti non e’ una buona idea.
Il motivo e’ il seguente : Perderete generalmente soldi nei vostri bluffs; Questi soldi sono una sorta di tassa che dovete pagare per fare in modo di ottenere valore dalle vostre mani forti.
Se non bluffate mai, i buoni giocatori folderanno sempre alle vostre bets.
I giocatori scarsi vi chiameranno in ogni caso, quindi i soldi spesi in bluffs saranno semplicemente buttati.

La ragione per cui le continuation bets sembrano essere un eccezione a questa regola e’ che sono relativamente poco costose, e contro gli avversari giusti (fish weak-tight) sono comunque profittevoli.

 

Conclusioni

Quando siete heads-up, in posizione, su di un board dry con una broadway, fate una continuation bet.

Quando siete in multiway, fuori posizione, su di un board pericoloso, non fatelo.

Per tutte le altre situazioni intermedie, prendete una decisione basandovi sulle carte, le tendenze dei vostri avversari, e la vostra immagine.

Fonte : http://forumserver.twoplustwo.com/78/micro-stakes-full-ring/concept-week-9-continuation-betting-447771/

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.