Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.
Pocket Aces

Cash Microlimiti – Quando giocare aggressivamente i draws

Introduzione

In questo articolo analizzeremo in modo leggermente piu’ avanzato il come giocare i draws postflop (il preflop non verra’ invece preso in considerazione). Senza dubbio molti dei concetti di cui andremo a parlare sono gia’ stati discussi ampiamente sul forum, ma credo sia una buona idea raccogliere tutti i principi generali in un unico articolo.

L’ idea di scrivere questo articolo e’ nata dalla discussione sul forum relativa ad una mano da me postata :
Poker Stars, $0.10/$0.25 No Limit Hold’em Cash, 7 Players

MP1: $34.18 (136.7 bb)
MP2: $9.97 (39.9 bb)
MP3: $25.35 (101.4 bb)
Hero (CO): $25.35 (101.4 bb) 

BTN: $25 (100 bb)
SB: $47.71 (190.8 bb)
BB: $10 (40 bb)

Preflop: Hero is CO with Tc Qc
2 folds, MP3 raises to $0.75, Hero calls $0.75, 3 folds

Flop: ($1.85) Jc 6c 4d (2 players)
MP3 bets $1, Hero raises to $2.80, MP3 raises to $5.50, Hero calls $2.70

Turn: ($12.85) 9s (2 players)
MP3 checks, Hero bets $9

Villain e’ un regular solido, 17/12. Cbet 75%, 2.75 af, su 180 mani.
Alcuni utenti hanno commentato dicendo che stavo giocando il mio draw troppo aggressivamente in questo spot, e che un float al flop sarebbe stata una giocata migliore.
Nel cercare di capire se avessi dovuto giocare aggressivamente o meno, mi sono reso conto di non essere affatto sicuro del quando raisare i miei draws e del quando giocarli passivamente.
Stavo infatti raisando in ogni occasione in cui pensavo di poter riuscire a vincere il pot con un semi-bluff.

Ho quindi riflettuto sul come giocare i draws in generale, e questo articolo e’ il risultato.
Spero sia di aiuto ai giocatori che si trovano nella medesima posizione in cui mi trovavo a mia volta.

 

Principi del giocare i draws

La maggior parte dei fattori che analizzeremo in seguito si basano sui seguenti due principi :

  1. Maggior fold equity = Giocare i draws in modo piu’ aggressivo.
  2. Maggiori implied odds = Giocare i draws in modo piu’ passivo.

Il primo punto dovrebbe essere chiaro, il secondo potrebbe essere meno intuitivo. La motivazione e’ che se esiste una probabilita’ elevata di essere pagati nelle streets successive qualora chiudessimo il nostro draw, il provare a vincere direttamente il pot diventa meno profittevole.

Maggiori le possibilita’ di chiudere il nostro draw, piu’ importanti diventano le implied odds.
Al contrario, minori le possibilita’ di chiudere il nostro draw, piu’ importanza assume la fold equity.
Per quanto queste affermazioni possano essere ovvie e lampanti, molte persone si limitano al conoscerle ed applicarle in modo blando. Comprenderle a fondo e’ molto importante.

Quindi, partendo principalmente da questi due principi, ho steso una lista di fattori che devono essere presi in considerazione nel decidere se giocare un draw aggressivamente o meno.

Prima di iniziare, vorrei pero’ ricordarvi una regola molto importante :

Nel giocare un draw, se non avete odds appropriate per tentare di chiuderlo nella street successiva, se le vostre implied odds sono scarse, e se pensate sia difficile far foldare villain, dovreste probabilmente foldare.

In questo articolo non parleremo del quando foldare il vostro draw, tuttavia molti dei fattori elencati di seguito oltre al farvi determinare le vostre implied odds e fold equity, dovrebbero anche aiutarvi al comprendere quando e’ ora di lasciar perdere la mano e foldare.

Ho provato ad ordinare i fattori in termini di importanza. Direi che, in particolare, 1-5 sono i fattori chiave da considerare, e 6-9 sono piu’ marginali, da prendere in considerazione solo in situazioni complicate.

 

Fattori da prendere in considerazione nel giocare i draws

  1. Giocate i draws piu’ aggressivamente in situazioni heads-up rispetto a situazioni multi-way.
  2. Giocate i draws piu’ aggressivamente contro avversari tight piuttosto che calling stations.
  3. Giocate i draws piu’ aggressivamente quando siete OOP piuttosto che IP.
  4. Giocate i draws piu’ aggressivamente contro gli short stacks.
  5. Giocate i draws piu’ aggressivamente quando gli avversari hanno un range debole.
  6. Giocate i draws piu’ aggressivamente quando gli avversario hanno un range depolarizzato.
  7. Giocate i draws piu’ passivamente contro avversari aggressivi.
  8. Giocate i draws piu’ passivamente quando il vostro draw non e’ ovvio ed e’ ben nascosto.
  9. Giocate i draws non al nuts piu’ aggressivamente.

 

Spiegazione

  1.  Abbiamo meno fold equity nei pot multi-way, ma migliori implied odds, dato che e’ piu’ probabile che un avversario abbia una made hand.
  2. Abbiamo piu’ fold equity contro avversari tight piuttosto che contro le calling stations, dato che sono piu’ proni al foldare mani marginali. Le calling stations inoltre ci pagheranno molto piu’ spesso quando chiuderemo il nostro draw, aumentando quindi le nostre implied odds.
  3. E’ piu’ difficile farsi pagare il draw quando si e’ OOP, abbiamo quindi implied odds peggiori. Inoltre, quando siamo IP, abbiamo una maggiore “implied fold equity” (fold equity attesa nelle streets successive). Non sono certo che questo termine abbia senso, ma volevo trovare un modo di descrivere la possibilita’ di poter rubare il pot in una street successiva quando l’ avversario mostra debolezza.
  4. Abbiamo implied odds molto peggiori contro gli shortstacks. La nostra fold equity e’ a sua volta minore, il che significa che il fold potrebbe spesso essere la giocata corretta.
  5. Abbiamo piu’ fold equity e meno implied odds contro un range debole.
  6. Contro un range depolarizzato, abbiamo fold equity contro mani che sono al momento migliori della nostra, e che vogliamo far foldare. Tuttavia, contro un range polarizzato, abbiamo fold equity soltanto contro mani a cui siamo con tutta probabilita’ gia’ avanti.
  7. Contro giocatori aggressivi, abbiamo migliori implied odds, dato che sono piu’ portati al bettare nelle streets successive. Abbiamo anche una probabilita’ maggiore di essere re-raisati quando bettiamo, il che puo’ portare ad ingrandire troppo il pot quando non abbiamo la mano migliore.
  8. Se il nostro draw non e’ ovvio ed e’ ben nascosto, villain ci paghera’ molto piu’ facilmente quando lo chiuderemo, quindi le nostre implied odds aumentano. In generale gli straight draws (in particolare con i one-gappers) sono meno ovvi dei flush draws.
  9. Questo punto e’ leggermente marginale, ma se abbiamo un draw al nuts, potremmo voler giocare piu’ passivamente cosi’ da tenere nel pot giocatori che potrebbero avere un draw peggiore del nostro. Il motivo e’ che le nostre implied odds aumentano quando sia noi che gli avversari chiudiamo il draw. Al contrario, se abbiamo un draw non al nuts (tipo un flush draw 6-high), abbiamo molte reverse-implied odds, e dovremmo quindi giocare piu’ aggressivamente nel tentativo di far foldare draws migliori.

 

Esempio

Ovviamente, in ogni mano dobbiamo considerare tutti questi fattori nel loro insieme.
Ad esempio, analizzero’ la mano inserita nell’ introduzione dell’ articolo.

  1. Siamo heads-up – Aggressivo
  2. Villain e’ tight – Aggressivo
  3. Siamo IP – Passivo
  4. Siamo 100bb – Passivo
  5. Il range di villain e’ relativamente forte – Passivo
  6. Il range di villain e’ ragionevolmente polarizzato – Passivo
  7. Villain e’ aggressivo – Passivo
  8. Il draw e’ ovvio – Aggressivo
  9. Il draw non e’ al nuts – Aggressivo

In generale, credo quindi che la situazione sia marginale, leggermente piu’ votata al giocare passivamente, data la bonta’ delle nostre implied odds, e la possibilita’ di avere fold equity nelle streets seguenti.

 

Fonte : http://forumserver.twoplustwo.com/78/micro-stakes-full-ring/cotw-when-play-draws-aggressively-1318597/

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.