Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.
vintage_chips

Cash Microlimiti – Value Betting – Parte 1

Esiste soltanto una mezza dozzina di ragioni per cui bettare :

Value – Villain callera’ con una mano peggiore.
Protection – Per impedire a villain di inseguire correttamente i draws.
Bluff – Villain foldera’ una mano migliore della nostra.
Semi-Bluff – La nostra mano ha equity, non ci dispiacerebbe tuttavia vincere direttamente il pot.
Information – La reazione di villain ci dara’ informazioni sulla forza della nostra mano.
Deception – Range merging.

VPBSID – Ripetiamolo assieme, VPBSID. Ora che avete a disposizione questo semplice acronimo, non le dimenticherete mai.

L’ articolo si occupera’ principalmente del value betting. Questa e’ la componente chiave del gioco ai microlimiti. Effettuare value bets efficaci e’ incredibilmente importante contro i giocatori loose passive (calling stations), i piu’ comuni ai microlimiti.

 

Che cos’ e’ una value bet ?

Una value bet e’ una bet che vi aspettate sia callata, nella maggior parte dei casi, da mani peggiori.
Il valore ottenuto dalle mani peggiori che callano supera le perdite dovute ai casi in cui non avete la mano migliore o siete costretti al fold prima dello showdown.

Quando value bettiamo con meno di una monster hand, non possiamo spesso callare un raise.
Quindi quando value bettiamo non vogliamo vedere un raise. E quando l’ avversario calla non vogliamo che abbia una mano migliore della nostra. Se ha una mano migliore, bettare ci sta soltanto facendo perdere soldi e non dovremmo farlo.

Dobbiamo essere abbastanza avanti al calling range dell’ avversario per compensare le volte in cui veniamo raisati. Se ci troviamo in una situazione in cui verremo raisati molto spesso (ad esempio contro un giocatore aggressivo su di un board in cui puo’ avere il nuts o air) dobbiamo essere molto avanti al suo calling range per poter bettare profittevolmente. Nel value bettare, non vogliamo dover bet\foldare troppo spesso.

Quando value bettate, volete che il vostro avversario calli. E quando calla, volete che lo faccia con una mano peggiore. Se non ha in genere una mano peggiore oppure non sara’ in grado di callare con una mano peggiore, allora non potete bettare.

Il value betting, specie se thin, involve spesso il bettare con TPNK e middle pairs.
Bettare mani forti, 2pairs, sets, straights, flushes, e’ in genere una decisione molto semplice.
Le mani sulle quali e’ necessario riflettere sono quelle piu’ marginali. Specie contro le calling stations che calleranno con qualsiasi cosa.
A volte le cose si complicano leggermente con i sets su boards coordinati, straights o flushes deboli, ma la maggioranza delle situazioni marginali si vanno a creare quando avete una one-pair hand.

 

Hand Reading

Il teorema fondamentale del poker dice che :

“Ogni volta in cui giocate una mano in modo differente dal come avreste fatto conoscendo le carte degli avversari, perdete; Ed ogni volta in cui giocate una mano allo stesso modo in cui avreste fatto conoscendo le carte degli avversari, vincete. Viceversa, ogni volta in cui gli avversari giocano le loro mani in modo diverso dal come farebbero potendo vedere le vostre carte, vincete; Ed ogni volta in cui giocano le loro mani allo stesso modo in cui farebbero se potessero vedere le vostre carte, perdete.”

Con una buona hand reading, potete riuscire ad annullare lo svantaggio dell’ avere informazioni incomplete. Se siete in grado di dedurre la mano del vostro avversario, ottenete un vantaggio enorme.

Per poter value bettare in modo efficace, dovete avere una buona hand reading. Questo comporta inoltre l’ essere in grado di valutare la texture del board.

Credo abbiate tutti presente questa scena dal film Rounders (si, sto citando Rounders per arruffianarmi i lettori. Fatevene una ragione !)

http://www.youtube.com/watch?v=qv2C_m0D-gY

Si, e’ una tipica scena da film, piena di stupidaggini (rappresentare trips facendo check ?), il punto e’ che dovete cercare di essere come Mike.

Dovete essere in grado di assegnare agli avversari dei ranges. Con l’ esperienza dovreste riuscire a farlo in modo automatico.

Tuttavia, mettere il vostro avversario su di un range non e’ abbastanza. Se volete value bettare, dovete anche assegnargli un calling range.

Se non potete farlo, finirete con il buttare soldi. Mancherete delle bets che un giocatore migliore farebbe, e trasformerete in bluffs mani che dovreste piuttosto cercare di portare allo showdown.

Dovete fare pratica. Dovete imparare i patterns utilizzati dai diversi tipi di giocatori. Se volete essere un buon giocatore, dovete essere in grado di assegnare automaticamente ranges agli avversari.

Questa e’ una delle skills fondamentali da avere nel poker. Se non avete una buona hand reading, farete fatica a scalare i livelli e ad uscire dai microlimiti. Non potrete piu’ puntare ai soli fish evitando tutti gli altri giocatori decenti.

 

Conoscere l’ avversario

Le value bets, specie se thin, sono particolarmente efficaci contro le calling stations ed altri giocatori che callano troppo (ad esempio TAGs scarsi).

Non sono molto utili contro i giocatori LAG. I LAG non callano down molto spesso. Bettano e raisano quando hanno una mano (o non ce l’ hanno). Il modo di batterli e’ trapparli e callarli down light ogni tanto.

Contro i giocatori TAG e LAG, dovrete utilizzare una combinazione di value betting, trapping, e bluffing.

 

 

Utilizzate la posizione

La posizione e’ importante nel value bettare perche’ e’ uno strumento importante nell’ hand reading.
Quando abbiamo la possibilita’ di agire dopo il nostro avversario, abbiamo molte piu’ informazioni per poter stabilire se ha una mano forte o meno. Quando l’ action prima di noi e’ check, a meno che l’ avversario non stia slowplayando o abbia intenzione di check\raisare, significa in genere che la mano dell’ avversario non ha molto valore.

Quando siamo fuori posizione, e’ molto piu’ difficile giudicare la forza della mano di un avversario.
E’ anche molto piu’ difficile estrarre valore, dato che le nostre bets verranno percepite molto piu’ forti. Un giocatore competente avra’ bisogno di una mano molto piu’ forte per poterci callare down rispetto a quando betteremo in posizione.

Cercate di essere piu’ inclini al bettare thin per valore quando siete in posizione e potete sfruttare le informazioni ottenute tramite essa a vostro favore. Siate meno inclini al value bettare OOP.
In particolare, se un giocatore tight ha gia’ callato una bet, siate cauti nel continuare l’ aggressione senza una mano forte. Non otterrete piu’ di una o due streets di valore OOP da un giocatore tight con meno di una monster.

 

 

Utilizzate la vostra immagine

La vostra immagine e’ molto importante nell’ assegnare all’ avversario un calling range.
Se avete un’ immagine loose e\o aggressiva, i vostri avversari saranno molto piu’ portati al callarvi con mani marginali.

Se avete un’ immagine tight e\o passiva, i vostri avversari restringeranno i loro calling range perche’ tenderanno ad assegnarvi una mano piu’ forte.

Quindi se siete giocatori LAG, cercate di essere maggiormente inclini al value bettare thin. Piu’ LAG siete, piu’ dovreste value bettare. Piu’ value betterete, piu’ la vostra immagine apparira’ LAG.

Se siete nitty o passivi, cercate di value bettare meno, dato che verrete callati soltanto da mani forti.
Considerate piuttosto l’ iniziare ad aprirvi un po di piu’, cosi’ da poter iniziare ad estrarre valore anche da situazioni piu’ marginali.

 

Fonte : http://forumserver.twoplustwo.com/showpost.php?p=9839202&postcount=5

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.