Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.
Ace King Poker

Comprendere la polarizzazione – Parte 1

Indice dei contenuti

01. Introduzione
02. 3-Betting
03. C-Betting
04. V-Betting\Bluffing
05. Conclusioni

 

01. Introduzione

“Polarizzazione”, “depolarizzazione”, “ranges polarizzati” sono tutti termini che si trovano spesso nei forums.
Tuttavia, la maggior parte delle persone li usa in modo non corretto, o ha difficolta’ nel comprendere come visualizzare la polarizzazione.

Iniziamo dalle basi :
Che cosa significa “Polarizzato” ?

Quando qualcosa e’ polarizzato, significa che abbiamo a che fare con i poli.
Quindi, quando diciamo che un range e’ polarizzato, intendiamo che quel range e’ effettivamente nuts o bluff.
Rappresenta uno dei due poli, o quello del value, o quello del bluff.
Questo e’ un concetto molto semplice, ma e’ il punto di partenza per iniziare a capire la strategia intermedia e avanzata.
Che cosa significa “Depolarizzato” ?

La depolarizzazione e’ l’ esatto opposto.
Quindi, invece di un range di tipo nuts/bluff, abbiamo a che fare con qualcosa che non e’… completamente opposto, per mancanza di parole migliori.

 

Che aspetto hanno questi ranges?
Prendiamo lo spot piu’ comune nel quale si parla di polarizzazione : Il 3-betting.
Sulla sinistra abbiamo un range polarizzato, e sulla destra uno depolarizzato.
Notiamo che entrambi rappresentano un 10% del range totale, ma comprendono mani di forza completamente diversa.

Dividero’ questo articolo in tre sezioni distinte, per parlare dei tre casi in cui la polarizzazione e’ piu’ comune : 3-bettingC-Betting, e V-Betting\Bluffing.
Il nostro obiettivo e’ il capire l’ aspetto dei ranges polarizzati, quali sono gli spot buoni e quali non buoni per usarli ed avere un idea sul come contrastarli.

Una veloce nota riguardo la polarizzazione e’ il fatto che il polarizzare o depolarizzare i nostri ranges dipende totalmente dall’ avversario che stiamo affrontando.
Il balancing e’, a tutti gli effetti, la combinazione del polarizzare e depolarizzare i nostri ranges.
Tuttavia, giocando qualcosa come il 10NL, non credo abbia alcun senso essere bilanciati, perche’ gli avversari non se ne curano.
Semplicemente non c’e’ alcun bisogno di essere bilanciati nel giocare contro hand-readers scarsi.
Quindi non preoccupatevi troppo del balancing e del polarizzare\depolarizzare se questo vi porta a pensare al livello 2 quando state giocando contro un avversario a livello 0.

 

02. 3-Betting

Il 3-betting e’ probabilmente lo spot piu’ comune nel quale la gente parla di polarizzazione.
Particolarmente in termini di restealing da OOP, polarizzare il nostro range e’ generalmente la cosa migliore da fare.
Questo e’ vero per una serie di ragioni :

1. Da’ valore alle nostre non-value hands.

Prendiamo questo spot :

Full Tilt Poker $0.25/$0.50 No Limit Hold’em – 9 players

CO: $19.40
BTN: $32.10
SB: $50.55
Hero (BB): $54.25
UTG: $57.80
UTG+1: $51.10
UTG+2: $152.75
MP1: $55.10
MP2: $20.00

Pre Flop: ($0.75) Hero is BB with 6d 3h
6 folds, BTN raises to $1.75, 1 fold, Hero raises to $5.45, 1 fold

Final Pot: $3.75
Hero wins $3.75
Credo siamo tutti daccordo nell’ affermare che 63o non ha alcun valore reale.
Flattare non e’ semplicemente un opzione praticabile, rimaniamo quindi con le opzioni del 3-bettare o foldare.
Bene, possiamo 3-bettare, dando valore a 63o, se pensiamo che il nostro avversario foldera’ un numero sufficiente di volte da mostrare un immediato profitto.
Quindi, invece di foldare la mano, assumendo che pensiamo che il nostro avversario foldera’ il 70% delle volte, l’ $EV della nostra 3bet diventa $EV = .7($2.5) – .3($4.95) = +$.26, or +1SB.
Potrebbe sembrare poco, ma positivo e’ positivo, e per una mano che dovrebbe essere complessivamente perdente nel nostro database, non possiamo lamentarci.

 

2. Da’ piu’ valore alle nostre mani forti.

Se il nostro avversario sa’ che 3-bettiamo cose come 63o, allora il 3-bettare AA diventera’ ancora piu’ profittevole.
A causa del nostro range, il nostro avversario sara’ piu’ portato a commettere errori.
Potrebbe 4-bettare piu’ spesso in bluff, pensando che il lato debole del nostro range sia abbastanza grande da ottenere dei folds, oppure potrebbe chiamare e fare float piu’ liberamente.
Ad ogni modo, mettera’ piu’ soldi nel pot da dietro di quanto non farebbe se il nostro range comprendesse soltanto il nuts.

 

3. Sara’ il range piu’ facile da giocare da OOP.

Molti giocatori si mettono da soli in difficolta’ usando un range di 3-bet per i resteal depolarizzato, trovandosi in situazioni post-flop incredibilmente difficili.
Ad esempio, uno spot comune e’ con KQ.
Se 3-bettate con KQ e venite flattati, il che accade ovviamente una percentuale rilevante delle volte, il C-range degli avversari sara’ generalmente molto forte. Sara’ difficile bluffare, ed anche difficile massimizzare\minimizzare quando si hitta.
Ora, questo non significa che non possiamo utilizzare mani polarizzate IP, o che non dovreste mai depolarizzare OOP.
Ogni situazione e’ specifica ed individuale, adattatevi quindi a quello che richiede.

 

The Issue + The Combat :

Il problema per noi, e per gli altri regulars, e’ trovare una giusta via di mezzo.
Quello che intendo con questo e’ che dobbiamo fare attenzione a non allargare troppo uno dei due lati del nostro range polarizzato.

Prendiamo questa situazione :

Full Tilt Poker $0.10/$0.25 No Limit Hold’em – 9 players

MP2: $7.08
CO: $25.00
Hero (BTN): $35.69 
SB: $27.15
BB: $33.11
UTG: $9.65
UTG+1: $4.71
UTG+2: $27.28
MP1: $15.87

Pre Flop: ($0.35) Hero is BTN with 4c Qc
6 folds, Hero raises to $0.75, SB raises to $3.25, 1 fold, Hero raises to $7.10, 1 fold

Final Pot: $6.75
Hero wins $6.75
In questa mano SB e’ un regular, gioca 14/12 con 12% di resteal.
So’ che e’ polarizzato per via di alcune mani che ho giocato con lui (e’ arrivato allo showdown con alcune trash hands dopo aver avuto la sua CB floatata).

Diamo quindi uno sguardo al suo range in pezzi :

Parte 1 : Le parte “nuts”. Di seguito riporto quattro diversi ranges “nuts” che la maggior parte dei giocatori usera’ per il proprio top-side di un range polarizzato.
Alcuni giocatori metteranno alcune mani che altri considererebbero “depolarizzate”, tipo KQ o AJ, nel top-side del loro range polarizzato.
Questi sono i ranges piu’ comuni (Questi sono ranges che dovreste aver memorizzato, almeno per la percentuale).

Range 1/Range 2

Range 3/Range 4
Parte 2 : La parte “bluff”. Questa e’ la parte che ci rallegra la vita. Se riusciamo a capire la percentuale di junk hands che sono nel range dell’ avversario, possiamo stimare la redditivita’ di un float o di una 4-bet molto facilmente.
Per ognuno dei top-side ranges, possiamo ricavare, in modo approssimativo, la percentuale di bluff.

Range 1 = .9/12 = 7.5% “nuts” : 92.5% “bluff”
Range 2 = 2.6/12 = 21.66% “nuts” : 78.34% “bluff”
Range 3 = 4.2/12 = 35% “nuts” : 65% “bluff”
Range 4 = 5.7/12 = 47.5% “nuts” : 52.5% “bluff”

(Questi calcoli semplificano il tutto in “bianco o nero”. Ovviamente, a volte parti del “nut” range folderanno ad una 4-bet, ed altre volte parti del “bluff” range 5-betteranno all-in dopo una 4-bet. Tutto questo e’ solo per aiutarvi ad iniziare a visualizzare la cosa)
Quindi, cosa possiamo ricavare da queste informazioni? Bene, poniamo di sapere che il nostro avversario non 3-betta AQ, o almeno non sempre (l’ abbiamo visto flattare AQ ad uno steal in precedenza).
Sappiamo inoltre che non resteala con JJ (l’ abbiamo visto flattare uno steal anche con JJ).
Questo limita il suo resteal range in modo approssimativo a QQ+/AK e bluffs.
Quindi da un punto di vista puramente bianco/nero, il 78,34% del suo range e’ composto da bluffs.
Ora se sappiamo che gioca tutte le sue mani straight-up quando viene 4-bettato (folda i bluffs, 5-betta il nuts), possiamo ottenere un immediato profitto 4-bettando any two cards.

(andrebbe notato che i blockers sono ottimi in questo caso. Avere un A o un K e’ molto buono, perche’ limita una porzione della parte “nut” del range dell’ avversario, facendolo tendere maggiormente al bottom.)

Nel dire tutto questo, dobbiamo esserne consapevoli nel nostro gioco.
Se teniamo una 3-bet% troppo alta, e proviamo a 3-bettare un giocatore pensante che lo capisce, egli cambiera’ i suoi range di 4-bet/float radicalmente.

Ora, come detto in precedenza, non abbiamo bisogno di bilanciare i nostri ranges contro i giocatori che non se ne curano.
Giocando contro i regulars invece, dobbiamo essere consapevoli di quanto siano bilanciate le modifiche al nostro range, sia nel top-side che nel bottom-side.



Fonte : http://forumserver.twoplustwo.com/78/micro-stakes-full-ring/cotw-understanding-polarization-802045/

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.