Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.
Ace King Poker

Comprendere la polarizzazione – Parte 3

Terza ed ultima parte della traduzione “Comprendere la polarizzazione”.

 

04. V-Betting \ Bluffing

In quest’ ultima sezione dell’ articolo analizzeremo un paio di mani.
Mentre l’ avere una buona hand-reading e’ una skill molto utile in tutti gli aspetti della nostra strategia, il solo capire la polarizzazione puo’ aiutare in alcune situazioni specifiche.
Esistono alcune textures sulle quali i betting-ranges tendono ad essere molto polarizzati, ad esempio boards con quattro carte a straight o a flush.
Da notare come i giocatori che comprendono bene lo SDV tendono a polarizzare il proprio range su turn e river molto piu’ dei giocatori che non lo comprendono.
Per illustrare questa affermazione, prendiamo questo spot tratto dall’ ultimo episodio di HSP tra Doyle e Lex :

($500/$1000, $300 ante)Lex straddles to $2K
Tutti foldano fino a Doyle che completa il BB con Qs 7s
Lex raises $9K with 9s 2s
Doyle calls $7K

Flop ($21.5K): 6s 3h 2d
Doyle check, Lex checks

Turn ($21.5K): Jc
Doyle bets $20.5K, Lex calls $20.5K

River ($62.5K): 4c
Doyle bets $60K, Lex calls $60K
Probabilmente questa mano avra’ avuto ben poco senso per chi l’ ha vista da casa.
Sembra che Lex sia un donk che chiama con bottom pair (senza kicker), e che Doyle sia un donk a sua volta perche’ sta bluffando contro un donk.
Tuttavia il call di Lex al river ha in realta’ molto senso.
Doyle non e’ qualcuno che value betta thin molto spesso, specialmente non pottando.
Quindi quando Doyle potta al river, semplicemente o ha un 5, o non ha niente.
Il suo range e’ totalmente polarizzato.
Aggiungete a questo il fatto che Lex sta ricevendo odds 2:1 al river, ed ha quindi bisogno di aver ragione soltanto una volta su tre per mostrare un profitto.
Puo’ chiamare se pensa che il range di Doyle sia per almeno 1/3 air.

Di nuovo, notate come il board e’ definito, ed anche come lo e’ l’ avversario.
Se l’ avversario di Lex fosse stato ad esempio Durrrr, allora l’ intera dinamica dell’ analisi al river sarebbe stata diversa.
(andrebbe anche notato come in questa situazione Doyle avrebbe potuto trasformare una mano come A3 o 44 in un bluff… il che cambia le cose nell’ analisi).
Di seguito riporto una mano che ho analizzato in uno dei miei video :

Poker Stars $0.25/$0.50 No Limit Hold’em – 9 players

UTG: $67.35
UTG+1: $49.75
UTG+2: $57.10
MP1: $23.25
MP2: $89.10
Hero (CO): $72.25
BTN: $65.05

SB: $70.50
BB: $55.65

Pre Flop: ($0.75) Hero is CO with Tc Ts
5 folds, Hero raises to $1.50, BTN calls $1.50, 1 fold, BB calls $1

Flop: ($4.75) 2s 7s 2d (3 players)
BB checks, Hero bets $2.30, BTN raises to $6, BB folds, Hero calls $3.70

Turn: ($16.75) 7h (2 players)
Hero checks, BTN bets $11, Hero calls $11

River: ($38.75) 4d (2 players)
Hero checks, BTN bets $23, Hero calls $23

Final Pot: $84.75
Hero shows Tc Ts (two pair, Tens and Sevens)
BTN shows Jc Kc (two pair, Sevens and Deuces)
Hero wins $81.75
(Rake: $3.00)
In questa mano il nostro avversario gioca 14/11 su oltre 800 mani… un TAG molto standard.
Trovarsi quindi coinvolti in un pot cosi grande, con solo TT, contro un giocatore simile e’ una rarita’.
Tuttavia, l’ uso del concetto di polarizzazione ha semplificato molto questa giocata.
Il pre-flop e la c-bet sono totalmente standard, mentre al suo raise al flop le cose si fanno interessanti.

Essendo un TAG, il suo raising-range in questo spot e’ normalmente qualcosa come set+, a volte draws, ed a volte bluffs.
Ora, la cosa importante, se consideriamo il bilanciamento tra questi tre casi, le cose cambiano.

  • Raisera’ SEMPRE 77/22 sul flop? 
    Probabilmente no, particolarmente in posizione contro un giocatore aggressivo (come mi vede).
  • Raisera’ mani come 99 o 76? 
    Probabilmente no, perche’ comprede lo SDV.

Quindi, invece di assegnargli un range 2:1 strong:weak, possiamo portarlo ad un 2:1 weak:strong, o probabilmente ancora meno, 3:1 o 4:1 !

Il turn sposta il suo range ulteriormente verso il bottom, visto che le combo di nut hands diminuiscono effettivamente a 2.
Contro il resto delle mani il call e’ abbastanza semplice, in modo particolare quando consideriamo il bilanciamento del range polarizzato.

Ovviamente trovarsi in un pot di 160bb con un semplice TT come single pair dovrebbe capitare molto di rado e solo in situazioni specifiche.

 

05. Conclusioni

Capire la polarizzazione e’ un passo molto importante per uscire dal livello di pensiero base.
Puo’ aiutarci a scoprire bluffs, ad adattarci bene quando aggrediti, ed anche a creare linee contro giocatori che comprendono (o meno) i ranges polarizzati.
Ricordate comunque di non auto-levellarvi.

Ricordate inoltre di pensare al bilanciamento.
Il bilanciare i ranges polarizzati e’ uno dei piu’ grandi problemi che hanno i regulars al giorno d’ oggi.
Se trovate giocatori che non bilanciano bene i loro ranges polarizzati adattatevi di conseguenza e traetene vantaggio. Ricordate comunque di attaccare soltanto i giocatori in grado di capire… restate a livello 1 contro giocatori a livello 0 !

 

Fonte : http://forumserver.twoplustwo.com/78/micro-stakes-full-ring/cotw-understanding-polarization-802045/

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.