Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.
black_and_white_cards

Errori comuni nel calcolo delle Odds

Come regulars di Cash game o Tornei, e’ importante avere ben chiara la matematica legata al poker.

Questo comporta il saper calcolare le odds di ogni situazione, in modo da poter determinare l’ azione piu’ profittevole da compiere. Un buon giocatore sara’ in grado di prendere in considerazione le proprie pot odds, implied odds, ed anche reverse-implied odds nel calcolare la sua prossima mossa.

Tuttavia, con tutti questi calcoli, esistono alcuni semplici errori in cui e’ possibile incorrere nel tentare di calcolare le corrette odds di ogni situazione. I tre piu’ comuni secondo la mia esperienza sono :

  1. Calcolare male le ratio odds dei draws.
  2. Calcolare male le odds percentuali.
  3. Non comprendere la differenza tra ratio e probabilita’.

 

#1 – Calcolare male le ratio odds dei draws

L’ errore piu’ comune, commesso anche dai migliori giocatori, e’ lo sbagliare a calcolare le odds di un draw. Molti giocatori in queste situazioni considereranno le odds di completare draws come flushes o straights per il river. Anche se queste potrebbero essere corrette, non sara’ profittevole utilizzare queste odds nel callare una bet sul flop per provare a completare il proprio draw al turn.

Come gia’ menzionato, molte tabelle di odds vi indicheranno la probabilita’ di completare un draw per il river.
Ad esempio, la probabilita’ di completare un flush draw dopo che siano usciti sia turn che river e’ circa 2:1. Tuttavia, se state considerando queste odds nel decidere se callare o meno una bet al flop per provare a chiudere la vostra mano al turn, state dimenticando il fatto che potreste dover affrontare una nuova bet al turn per arrivare a vedere il river.

Nel considerare le odds sui draws, utilizzate quelle per la sola prossima carta quando vi trovate al flop. Non utilizzate le odds per completare il vostro draw per il river.

Una bet al turn e’ molto probabile, e di conseguenza le nostre pot odds peggioreranno per via del fatto che dovremo callare due bets invece della sola bet al flop. Per questo invece di utilizzare le odds per completare i draws per il river, e’ necessario utilizzare quelle per completarli con la sola carta successiva.
Tipicamente per i flush draws, le odds di completarli con la carta successiva saranno di 4:1.
Quindi, sul flop :

  • Odds di completare un flush per il turn : 4:1
  • Odds di completare un flush per il river : 2:1

 

Esempio

Ad esempio, se ci troviamo al flop con un flush draw ed il nostro avversario betta $40 portando il pot a $120, il pot ci offre odds 3:1. Per questo motivo, avendo odds di 2:1 per completare la mano, il call appare profittevole. Tuttavia, non completiamo la nostra mano al turn ed il nostro avversario betta nuovamente $80 nel pot di $160, offrendoci ancora odds 3:1.
Il fatto che il nostro avversario ha bettato nuovamente ha ridotto le nostre pot odds talmente tanto dal rendere anche il nostro call al flop non profittevole. Questo perche’ se ora calliamo la bet al turn, avremo pagato effettivamente $120 in un pot che diventerebbe $200, il che cambierebbe le nostre pot odds in 1.7:1.

Quindi utilizzando le odds sbagliate di 2:1 al flop abbiamo eseguito un call sbagliato, che ci portera’ a perdere soldi nel long term. Tuttavia, se avessimo utilizzato le odds corrette di chiudere la nostra mano con la sola carta successiva senza includere il river, che sono 4:1, avremmo potuto foldare sapendo di avere odds sbagliate per continuare nella mano.

 

#2 – Calcolare male le odds percentuali

Alcuni giocatori preferiscono calcolare le odds percentuali per determinare se eseguire o meno un call. Il seguente e’ un errore molto semplice che viene frequentemente commesso utilizzando questo metodo, particolarmente se si e’ gia’ abituati ad utilizzare le odds ratio.

L’ errore e’ il non aggiungere il proprio call alla dimensione totale del pot nel calcolare le odds percentuali. Con le ratio odds questo e’ un passo non necessario, mentre e’ importante non dimenticarsene nel calcolare le odds percentuali.

Aggiungete sempre il vostro call all’ ammontare totale della dimensione del pot nel calcolare le odds pecentuali.

 

Esempio

Se il vostro avversario betta $40 in un pot di $80, la dimensione totale del pot dopo aver aggiunto sia la puntata del vostro avversario che il vostro call diventa $160.

Quindi il vostro call di $40 in un pot totale di $160 vale il 25% del pot, potete quindi utilizzare questo 25% con le vostre possibilita’ di completare la mano per decidere se callare o meno. Questo e’ il modo corretto di calcolare le odds.

L’ errore e’ commesso quando i giocatori non aggiungono la loro bet nel totale del pot, andando a lavorare, nell’ esempio precedente, con un pot di $120 invece di $160, avendo dimenticato di aggiungere il call di $40. Questo porterebbe ad ottenere un risultato di 33%, molto distante dal valore corretto.

 

#3 – Non comprendere la differenza tra ratio e probabilita’

Questo errore e’ molto meno grave dei precedenti, dato che raramente avrete bisogno di combinare odds e probabilita’ al tavolo nel calcolare un draw. Tuttavia, e’ utile essere a conoscenza della differenza tra le due cose.
Ad esempio, avere odds 1 su 4 di completare un draw e’ leggermente diverso dall’ avere ratio odds 4:1.
Nel poker, ratio e probabilita’ non sono la stessa cosa. Un ratio di 4:1 non e’ la stessa cosa di una frazione 1 su 4.

 

Odds X su Y e ratio X:Y (X a Y)

  • 1 su 4. Per ogni 4 eventi, otterrete il risultato voluto una volta (su queste quattro prove).
  • 4 a 1. Per ogni 5 eventi, otterrete il risultato voluto una volta ed un risultato non voluto quattro volte (quindi cinque prove totali).

Le odds 1 su 4 sono basate su 4 prove, in cui otterrete il risultato voluto una volta ed uno non voluto tre volte.
Le ratio odds 4:1 sono basate su 5 prove, nelle quali otterre il risultato voluto una volta, ed uno non voluto quattro volte.

Come potete vedere, dovete sommare i due valori delle ratio odds per ottenere il numero totale di prove, mentre nel formato frazionario questo viene gia’ fornito.
Di seguito riporto una semplice tabella per aiutarmi ad illustrarvi le differenze tra questi particolari formati di odds.

VolutoNon voluto# Prove
4 a 1145
1 su 4134

 

Conclusioni

Esistono numerosi errori nei quali un giocatore puo’ cadere nell’ utilizzare la matematica nel poker.
Non e’ raro che questi semplici errori vengano commessi anche da regulars molto esperti, quindi non preoccupatevi troppo di sbagliare di tanto in tanto.

Questo articolo e’ stato scritto con l’ intenzione di provare a rendervi consapevoli degli errori piu’ comuni, in modo da poterli evitare in futuro.

 

Fonte : http://www.thepokerbank.com/strategy/mathematics/odds-mistakes/

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.