Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.
allin

Essere presi di mira – Mason Malmuth

Mason Malmuth – Two Plus Two Magazine, Vol. 7, No. 3

 

Per anni mi e’ capitato di sentire l’ idea che quando state runnando male, gli altri giocatori inizieranno a prendervi di mira. Sono daccordo con questo. Secondo me, questo e’ chiaramente uno degli aspetti psicologici del poker.
Succede spesso, e dovrebbe influenzare il come giocare le mani e quali mai giocare.

La maggior parte della gente vi dira’ che questa e’ una brutta situazione in cui trovarsi. Ho sentito molto spesso che quando gli avversari iniziano a prendervi di mira, e’ una buona idea lasciare il tavolo e tornare a casa.
Beh, non sono molto daccordo con questa teoria, finche’ state continuando a giocare normalmente.
Se il runnare male ha modificato il vostro gioco al punto da farvi giocare molto peggio del normale, e siete quindi in tilt completo, allora concordo che dovreste fermarvi.
Tuttavia, se siete in grado di gestire le avversita’ e continuare a giocare il vostro miglior gioco, le cose potrebbero essere diverse.
Diamo uno sguardo ad un paio di esempi.

Esempio 1
State runnando male ad un tavolo ed alcuni avversari decidono che dato che tutti gli altri vi stanno battendo, dovrebbero tentare di fare altrettanto. In modo specifico, supponete che un avversario chiami un vostro raise da early position con una mano tipo Kh Tc.

Chiaramente, il call non e’ corretto. Questo perche’ potreste facilmente avere una coppia di dieci o meglio, oppure un King con un kicker migliore. Infatti, se foste a conoscenza del fatto che questo giocatore avesse questa mano, sareste generalmente contenti, dato che avreste a volte la possibilita’ di trapparlo molto bene e l’ action nelle streets successive potrebbe essere a voi molto favorevole.

Notate che se gli avversari vi stanno chiamando di piu’, e questo si estende a tutte le streets, dovrete apportare qualche modifica al vostro gioco.
Non potrete rubare molto e dovreste probabilmente foldare alcune mani marginali nei pot unopened in late position, i vostri isolation raises non avranno molto successo, e le vostre bets in semi-bluff al flop e piu’ avanti non saranno molto efficaci.

D’ altro canto, quando avrete invece una mano forte dovreste ottenere action, in genere da qualcuno che vi callera’ in spots in cui normalmente non lo farebbe.
Questo dovrebbe grosso modo controbilanciare la vostra incapacita’ di rubare, dato che le vostre value bets avranno ora maggior valore.
Per via del fatto che gli avversari giocheranno molte mani contro di voi che non dovrebbero giocare, il vostro EV generale potrebbe migliorare.

Quindi la conclusione e’ che se alcuni dei vostri avversari entrano in pots contro di voi con mani che non giocherebbero normalmente per il solo motivo che state runnando male, vi stanno probabilmente dando un vantaggio. Se questo e’ il modo in cui scelgono di prendervi di mira, beh e’ ottimo.

Sfortunatamente, quanto sopra non e’ tutto. Esiste un altro modo in cui alcuni dei vostri avversari potrebbero prendervi di mira, un modo che ha a che fare con una delle caratteristiche fondamentali del poker. Potrebbero iniziare ad utilizzare il bluff in modo migliore.

 

Esempio 2
E’ una gran cosa giocare contro giocatori che non bluffano mai. Questo perche’ quando bettano non solo hanno sempre una mano di valore, ma le loro bets o raises aiutano ad identificare esattamente la loro mano. Questo e’ un enorme vantaggio per un giocatore esperto su di un giocatore weak.

Cosa accade pero’ se quel giocatore weak inizia ora a bluffare occasionalmente in spot dove altrimenti non lo farebbe perche’ state runnando male ?
Le due caratteristiche precedenti cessano di essere accurate.
La sua mano sara’ ora piu’ difficile da leggere, e l’ avversario rubera’ alcuni pots che dovrebbero invece essere vostri.
Nel poker, particolarmente in giochi come il limit hold’em e lo stud dove il pot puo’ diventare abbastanza grande rispetto alla dimensione delle bets, un bluff occasionale puo’ costare molto.

Quello che e’ successo e’ che il vostro avversario, il giocatore weak che ha ora deciso di bluffare ogni tanto contro di voi, stara’, per puro caso, applicando una strategia efficace secondo la teoria dei giochi. Ora non voglio entrare in questo articolo nel merito della teoria dei giochi e del come questa puo’ influenzare la strategia nel poker, ma e’ sufficiente dire che un avversario che bluffa occasionalmente nel poker limit e’ qualcuno che sta ora giocando molto meglio, e non di poco, rispetto ad un avversario che non bluffa virtualmente mai. (Fate riferimento al libro The Theory of Poker di David Sklansky per maggiori informazioni.)

Quello che e’ successo e’ che i vostri scarsi risultati hanno ora, per caso, trasformato un avversario desiderabile in uno molto piu’ difficile da affrontare. Inoltre, fino a quando bluffa (contro di voi) solo occasionalmente ed in spot in qualche modo casuali – in modo che non potete capire quando o leggere i suoi bluffs – e’ qualcuno contro cui probabilmente non volete giocare contro.
Infatti, e questa e’ la bellezza della teoria dei giochi, non ha molta importanza se sapete per certo che questi ha cambiato la sua strategia in questo modo. I vostri risultati contro questo giocatore subiranno una flessione sia se smetterete di callarlo, sia se lo callerete ogni volta, ed anche se sceglierete di callarlo solo alcune delle volte.

Quindi se il vostro runnare male sta portando alcuni dei vostri avversari a bluffare occasionalmente quando normalmente non lo farebbero mai, oppure avrebbero paura di farlo, i vostri risultati dovrebbero peggiorare.
Infatti, se molti avversari reagiscono alla vostra run in questo modo, potreste cessare temporaneamente di essere vincenti a quel tavolo.
Se pensate stia accadendo questo, il mio consiglio e’ alzarsi e cambiare tavolo, oppure interrompere la sessione.

In conclusione, possiamo vedere come il runnare male potrebbe essere d’ aiuto oppure portare un danno ai vostri risultati attesi complessivi.
Tutto dipende dal come i vostri avversari reagiscono alla vostra sfortuna (e di nuovo, sempre assumendo che stiate continuando a giocare il vostro miglior gioco).
Secondo la mia esperienza, quando starete perdendo alcuni avversari si comporteranno in un modo, altri nell’ altro. Quindi per essere vincenti in questo spot dovete valutare esattamente cosa sta accadendo al tavolo ed adattarvi di conseguenza, il che significa in alcuni casi l’ adattare il proprio gioco, ed in altri il dover cercare un altro tavolo.

 

Mason Malmuth – Two Plus Two Magazine, Vol. 7, No. 3
Fonte : http://www.twoplustwo.com/magazine/

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.