Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.
vintage_chips

G-Bucks (Articolo originale) – Phil Galfond – Parte 3

Terza parte della traduzione “G-Bucks (Articolo originale) – Phil Galfond”…

 

Parliamo ora di un paio di altri aspetti della mano. Primo, il suo call al turn. Secondo, come potete manipolare il vostro range per mettere l’ avversario in uno spot piu’ difficile al river.

Mentre il call al river del vostro avversario risulta standard contro il vostro range, il suo call al turn e’ molto piu’ marginale. Le decisioni al river sono molto semplici perche’ risolvibili completamente in modo matematico. Quelle precedenti al river sono invece molto piu’ complicate.

Diamo uno sguardo al call al turn da una prospettiva di Galfond Dollars :

Quando bettate al turn con il medesimo range, e l’ avversario calla con Ac-Jc, si trova in quel momento al 54% contro il vostro range di mani.
Dato che deve callare $4.500 per provare a vincere gli altri $9.000 nel pot, la sua giocata potrebbe apparire corretta. Se la vostra bet di $4.500 vi avesse messo all-in, ed il vostro range fosse stato lo stesso, il suo call gli avrebbe fruttato $2.790 G-Bucks (provate a calcolarlo per vedere se vi torna).
Tuttavia, con un board simile, molto draw-heavy, ed essendo out-of-position con ancora soldi dietro, il suo call non e’ molto buono.
Non ho una spiegazione esatta da darvi, ma dovreste foldare in spot che risultano positivi da un punto di vista di G-Bucks quando si presentano determinate situazioni.

Per darvi un esempio, elenchero’ di seguito alcune situazioni nelle quali dovreste foldare anche quando il calcolo dei G-Bucks vi dice altrimenti :

  • Siete fuori posizione ed avete ancora soldi dietro.
  • Il board e’ draw-heavy, e non sapete quali carte aiutano i vostri avversari.
  • Il vostro avversario e’ un giocatore solido ed aggressivo.
  • La vostra mano ha poche possibilita’ di migliorare.

D’ altro canto, queste possono invece essere situazioni nelle quali, nonostante il calcolo dei G-Bucks risulti leggermente negativo, e’ possibile callare :

  • Siete in posizione ed avete ancora soldi dietro.
  • Il board e’ draw-heavy, ed avete un draw piuttosto nascosto (particolarmente se siete in posizione)
  • Il vostro avversario e’ molto prevedibile – troppo loose o troppo tight – e voi siete giocatori solidi ed aggressivi.
  • La vostra mano ha outs per migliorare notevolmente.

(La rilevanza di tutti questi fattori aumenta con l’ aumentare della dimensione degli stacks)

La ragione per cui il vostro avversario dovrebbe foldare il suo Ac-Jc se voi siete un giocatore competente e’, secondo me, che gli renderete la vita molto difficile al river.
Se non avete due hearts in mano ed esce un heart, potete bluffarlo e fargli foldare la mano migliore. Oppure potreste hittare una straight e potrebbe pagarvi pensando che abbiate missato un flush draw.
Il fattore principale e’ che manca ancora una street da giocare, nella quale siete molto avvantaggiati.
Dovreste, in media, fare positivo al river se siete almeno allo stesso livello del vostro avversario, per via di tutti i fattori elencati in precedenza.
Il vostro avversario dovrebbe quindi rinunciare ad un po di valore al turn per compensare il valore che dovreste ottenere al river.

Ecco un buon esempio per chiarire le cose :

Stesso tavolo, $100/$200, stacks di $20.000.
Il button, un buon giocatore aggressivo, raisa a $600 e voi callate dal big blind con 5-5.
Il flop e’ Jd-Td-2h. Fate check ed il button betta $1.000, azione che compie con quasi tutte le mani che raisa.
Avete probabilmente la best hand. Ma il fold continua ad essere corretto.
Sicuramente la vostra mano e’ la migliore piu’ del 65% delle volte, ed avete pot odds superiori a 2-a-1, tuttavia il fold continua ad essere chiaramente la giocata corretta.

Per prima cosa, siete sfavoriti nel vincere la mano. Siete circa al 44% su questo flop contro un range di raise dal bottone ragionevole. Anche considerando le pot-odds, che renderebbero il call positivo da un punto di vista di Galfond-Dollars, dovete tenere presente il vantaggio che il vostro avversario avra’ nelle streets successive per via degli esempi forniti in precedenza.

Ritorniamo ora alla mano dell’ Ac-Jc e parliamo di come migliorare il nostro gioco al turn ed al river.
Vi ricordo l’ action della mano :

Flop : Qh-Th-5d ($1500) 
L’ avversario fa check, bettate $1.500. Call.
Turn : 4c ($4.500)
Check, bettate $4.500. Call
River : 5s ($13.500)
Check, andate all-in con i vostri $13.500 rimanenti. Call con Ac-Jc

Abbiamo anche detto che avreste fatto la stessa action con le seguenti mani :

{Q-Q, T-T, Q-T, 5-5, 4-4, Ah-5h, 7-6, K-J, J-9, Ah-2h to Ah-Kh, Kh-9h, Jh-8h, 9h-8h, 8h-7h, 9h-7h}

Il call dell’ avversario al turn e’ molto close, come sarebbe anche con one-pair hands deboli, non c’ e’ quindi molto da lavorare sulla vostra giocata al turn, bastera’ qualche piccola modifica per aiutare il vostro range al river.
Quindi, proviamo facendo check-behind al turn con i flush draws ace-high diversi da Ah-Kh ed Ah-Jh.
Preferisco leggermente il check con queste mani per via del fatto che quando esce un heart al river sappiamo esattamente come siamo messi nella mano, mentre non potremmo saperlo facendo check-behind con 9h-8h. Inoltre gli assi potrebbero essere outs buoni, e non vorrei assolutamente essere check-raisato e costretto a foldare una mano con cosi’ tanti outs al turn.

Dobbiamo inoltre aggiungere qualche altra one-pair hand al nostro range. Ricordate che il nostro avversario e’ sveglio ed ottimista, quindi su di un board draw-heavy, callera’ down abbastanza spesso.
E’ inoltre improbabile che si sarebbe limitato al callare la vostra bet al flop con una mano come 5-5 o Q-T, con moltissime scary cards che avrebbero potuto uscire al turn. Non c’ e’ ragione per credere che una mano come A-Q sia battuta in questo spot.
Pottiamo quindi il turn anche con K-Q, A-Q, J-Q, K-K, ed A-A.
Ci fermeremo qua, evitando di bettare Q-9 perche’ l’ avversario potrebbe spesso avere K-Q o Q-J, e potrebbe check-shovare il turn con un draw costringendovi a foldare la best hand.

Analizziamo il vostro nuovo range :

{Q-Q, T-T, Q-T, 5-5, 4-4, A-A, K-K, A-Q, K-Q, Q-J, 7-6, K-J, J-9, Ah-Kh, Ah-Jh, Kh-9h, Jh-8h, 9h-8h, 8h-7h, 9h-7h}

Ho ora la certezza che il suo call al turn non e’ corretto contro questo range.

Vediamo ora come si comporta il call dell’ avversario al river contro il vostro nuovo range, assumendo che bettiate tutte queste mani al river.
Il software ci dice che l’ avversario continua ad avere la best hand il 43.3% delle volte, rendendo il suo call corretto e facendogli vincere qualche G-Bucks.
Dato che questo avversario e’ una sorta di calling-station, vogliamo rendere il suo call sbagliato, o per lo meno vogliamo che sia piu’ difficile da fare.
Proviamo quindi a portare la sua mano al 30% contro di voi. Questo significa che dovete fare check-behind con alcuni dei vostri bluffs su questo river.
Bene, per iniziare dovremmo fare check-behind con Ah-Kh ed Ah-Jh.
Anche se queste due mani non sono effettivamente bluffs contro la sua mano, dovremmo fare check-behind con esse se vogliamo farlo anche con altre mani, per il semplice motivo che possono a volte vincere il pot senza dover bettare.
Possiamo fare check-behind anche con gli open-ended straight draws, quindi K-J e J-9, give-uppando con queste mani.

Dopo queste modifiche, bettiamo ora al river questo range :

{Q-Q, T-T, Q-T, 5-5, 4-4, A-A, K-K, A-Q, K-Q, Q-J, 7-6, Kh-9h, Jh-8h, 9h-8h, 8h-7h, 9h-7h}

Analizzando nuovamente la situazione con il software di calcolo, ricaviamo che A-J e’ ora buono soltanto il 26.6% delle volte ed abbiamo quindi reso il call dell’ avversario negativo.
Quindi, ora, quando bettiamo questo river e l’ avversario calla con A-J (o Q-J o A-T o 8-8), sia che abbiamo un full-house o 9-high, perde G-Bucks e noi vinciamo G-Bucks.
Questo significa che nel lungo periodo guadagneremo soldi se l’ avversario continuera’ a fare questo call.
Per l’ esattezza, quel call al river gli costera’ $2.633 G-Bucks, che saranno il vostro guadagno.

 

Fonte : http://sports.espn.go.com/espn/poker/columns/story?columnist=bluff_magazine&id=2817110

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.