Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.
Ace King Poker

Guida all’ uso di PokerStove – Parte 3

Terza ed ultima parte della guida all’ uso di PokerStove

 

Quando callare perche’ si hanno le odds per farlo o foldare quando non le si hanno

Assumo che tutti siano familiari con il conteggio degli outs per migliorare la propria mano contro le pot odds (immediate o implied).
Nei casi in cui siamo abbastanza certi di essere dietro ed abbiamo bisogno di migliorare la nostra mano per vincere non c’ e’ bisogno di pokerstove per capire se callare o meno una bet.
E’ sufficiente confrontare le vostre pot odds con le odds che avete di hittare il vostro draw e prendere quindi la decisione di callare o foldare.

Cosa invece riguardo i casi in cui siete indecisi sul callare down o meno con la vostra mano attuale unimproved ? Oppure quando tutto quello che avete al river e’ Ace high ed avete odds 11 a 1 per il call ?
Domande del tipo “sono buono abbastanza spesso per poter callare in questo spot ?” possono essere facilmente risolte con l’ aiuto di pokerstove.

Nel prendere una decisione sul callare o foldare assumiamo di non avere un equity edge (altrimenti raiseremmo ricordate ?) ed abbiamo bisogno di analizzare la nostra equity contro le nostre pot odds. Se la nostra equity e’ maggiore delle odds possiamo callare.
Quindi, ad esempio, se vi trovate ad affrontare una bet al river in un pot di 9BB Heads-up (quindi avete 9 a 1 per il call), se la vostra equity e’ maggiore del 10% potete callare profittevolmente.
Diciamo di aver calcolato di avere il 20% di equity. Paghiamo quindi 1BB ed in media ne guadagnamo 9BB x 20% = 1.8BB.
1.8-1.0 = 0.8BB EV per il call al river.

Diamo ora uno sguardo ad alcuni esempi.

 

Esempio #4 – 1 OC su di un flop dry

Siamo in una situazione di steal in cui veniamo 3-bettati dal BB e dobbiamo decidere se possiamo callare la sua c-bet al flop.

Villain (di nuovo) e’ unknown.

Limit Hold’ em

Preflop: Hero is CO with Q A
5 folds, Hero (poster) raises, 2 folds, BB 3-bets, Hero (poster) calls

Flop: (6.5 SB) 5 K 9 (2 players)
BB bets, Hero?

Se assegnamo a BB un 3-betting range pre-flop di circa 15% otteniamo 22+, ATs+, KTs+, QTs+, JTs+, ATo+, KJo+.
Contro questo range abbiamo circa il 35% di equity al flop. Callare down unimproved ci costerebbe 2.5BB con la possibilita’ di vincere 5.75BB, abbiamo quindi odds 2.3 a 1 e siamo di conseguenza leggermente meno di break even.
Tuttavia questo calcolo assume che villain 3-barelli unimproved fino al river con air, il che e’ abbastanza forzato.
Generalmente potete aspettarvi che l’ avversario rinunci al pot prima del river, quindi vi troverete a vincere meno quando siete buoni e perdere di piu’ quando non lo siete (concetto conosciuto come reverse implied odds o “RIO”) callando down con Ace high unimproved.
In base a questa analisi non abbiamo abbastanza equity per giustificare un call down e dovremmo foldare.

 

Esempio #5 – Callare al river con Ace high

Ci troviamo in questo esempio a dover affrontare la classica decisione sul callare o meno una bet al river con Ace high contro un avversario aggressivo.

Villain gioca laggy con statistiche 35/25/2.2 su circa 200 mani e viene descritto come un giocatore a cui piace bluffare.

Limit Hold’ em

PreFlop: (1.5 SB) Hero is UTG with A K
Hero raises, 2 folds, SB 3-bets, 1 fold, Hero calls

Mettendo l’ avversario su TT+, AJs+, KQs, AJo, potrei cappare, ma decido di limitarmi al call e giocare al flop.

Flop: (7 SB) 3 4 7 (2 players)
SB bets, Hero calls

Stimo di avere 4-5 outs per TP + BDFD

Turn: (4.5 BB) 5 (2 players)
SB bets, Hero calls

Ho ancora il mio draw a TPTK ed in piu’ ho ottenuto il 2nd nut FD

River: (6.5 BB) 8 (2 players)
SB bets, Hero?

Il fatto che hero in questa mano non abbia cappato pre-flop, in particolare contro un avversario definito come laggy, e’ criticato nel thread di discussione della mano, ma concentrero’ la mia analisi soltanto sulla decisione al river.

Abbiamo 7.5 a 1 per il call ed abbiamo la “nut no-pair hand”. Possiamo callare ?
Se assumiamo che il 3-betting range di villain pre-flop sia circa 13% (piu’ o meno la meta’ del suo PFR range) abbiamo 77+, A8s+, K9s+, QTs+, JTs+, ATo+, KJo+, e dato che villain e’ descritto come laggy possiamo assumere che 3-barelli il suo intero range in heads-up in questo spot.
La nostra equity contro questo range sul river e’ appena sotto il 61%, abbiamo quindi un chiaro call.
Fatemi sottolineare che anche avendo un equity superiore al 50% in questo spot non possiamo assolutamente raisare perche’ non possiamo aspettarci di essere chiamati da alcuna mano peggiore della nostra (esistono rari casi in cui possiamo value-bettare Ace high sul river quando abbiamo la betting lead, ma raisare Ace high non e’ qualcosa da prendere in considerazione).

 

Esempio #6 – TP su di un flop dry trova resistenza

Concludero’ l’ articolo con una mano da me postata sul forum in passato, al tempo in cui avevo appena iniziato a giocare 6-max.

Villain e’ sul BTN ed ha giocato circa 20 mani finora. Il suo VPIP e’ abbastanza alto ed e’ relativamente passivo pre-flop (ha open-limpato e cold-callato molto).
L’ ho visto callare down post-flop con J7o su board 7564Q contro l’ aggressore pre-flop e bettare out con 53o al flop su 845 in un pot limpato.

Limit Hold’ em

Pre Flop: Hero is CO with A 8
UTG calls, Hero raises, BTN calls, 1 fold, BB calls, UTG calls

Flop: (8.4 SB) 6 A 9 (4 players)
BB checks, UTG bets, Hero raises, BTN 3-bets, BB folds, UTG folds, Hero?

Ho inizialmente analizzato la mano con pokerstove assegnando a villain un range di TT-99 (assumo 3-betti pre-flop JJ+), 66, A2o+, A2s+, 87s, 87o (forse sta 3-bettando un OESD).
Contro questo range ho circa il 46% di equity.
Con il pot a 14.4SB ho circa 3.7 a 1 sul call down (assumendo che villain betti fino al river), che e’ quindi chiaramente la linea corretta da seguire.
Tuttavia, come mi e’ stato fatto notare nel thread di discussione della mano il range di 3-bet al flop che ho assegnato a quello che sembra un avversario passivo e’ troppo wide.
Un range piu’ conservativo che mi e’ stato suggerito include AJs+, A9s, A6s, 96s, 87s, AJo+, A9o, A6o.
Contro questo range la mia equity scende al 20%, rendendo il call down quasi break even.

 

Bene, spero che questo articolo vi abbia aiutato a comprendere un po di piu’ cosa si intende per “stovare”.
Ovviamente c’ e’ molto di piu’ su questo argomento di quello che ho presentato (non abbiamo nemmeno iniziato a parlare delle situazioni multi-way) ma dovreste essere in grado di proseguire nella giusta direzione.

Come nota finale mi piacerebbe sottolineare che l’ uso di pokerstove dovrebbe semplicemente essere un ulteriore strumento a vostra disposizione per l’ analisi delle mani e delle situazioni che vi trovate ad affrontare nel giocare a poker.
In nessun caso pokerstove puo’ essere visto come l’ unico strumento o lo strumento definitivo per capire la linea migliore da seguire in una particolare mano.
Pokerstove e’ da intendersi come uno strumento che supporta una decisione a cui dovreste essere in grado di arrivare da soli.

Buona fortuna ai tavoli.

 

Fonte : http://forumserver.twoplustwo.com/35/micro-stakes-limit/n00bs-guide-using-pokerstove-1k-post-tl-dr-449010/

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.