Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.
picca

LHE – Due errori comuni – Parte 1 – Mason Malmuth

Mason Malmuth – Two Plus Two Magazine, Vol. 8, No. 6

 

Uno dei forum piu’ attivi sul sito di 2+2 e’ quello relativo agli Small Stakes Hold’em.
Leggendolo, sono riuscito a farmi una buona idea dei concetti che alcuni dei nuovi giocatori trovano difficolta’ ad apprendere.
Questi giocatori sono, per la maggior parte, vincenti ai microlimiti e stanno tentando con molto entusiasmo di migliorare il loro gioco. Hanno tuttavia ancora molta strada da percorrere prima di raggiungere lo status di esperti del gioco.
Sono due gli errori che si riscontrano piu’ frequentemente, ed ironicamente, questi errori potrebbero essere commessi solo da giocatori vincenti.
I giocatori scarsi, e questo include i giocatori scarsi di ogni limite, non solo evitano questi due errori, ma anzi giocano effettivamente meglio in questi spots. Ovviamente, commettono molti altri errori che li rendono perdenti.

Il primo di questi errori ha a che fare con il foldare troppo. Sappiamo tutti che i giocatori scarsi non commettono questo errore. I giocatori intermedi sono generalmente ben consapevoli di questo, ed alcuni di loro sembra si sforzino sempre di trovare un modo di foldare la propria mano.
Nell’ hold’ em, questo accade generalmente in due spots.

Il primo e’ sul flop. Quello che accadra’ e’ il giocatore in questione floppera’ una mano di un qualche valore, ma certamente una mano che non e’ la migliore. Sara’ quindi felice nel foldare, sapendo di non stare inseguendo un draw. Ovviamente l’ errore e’ che non ha mai tenuto in considerazione la dimensione del pot. Se il pot e’ grande abbastanza, la mano e’ chiaramente giocabile in modo profittevole.

Un esempio comune di questo errore e’ il floppare bottom pair in un pot multiway e foldare automaticamente per una bet. Come mostrato nel nostro libro “Hold’ em Poker for Advanced Players”, queste mani dovrebbero essere generalmente foldate se il pot non e’ raisato. Tuttavia, in un raisato, con il pot di dimensione doppia, si avranno frequentemente abbastanza odds per proseguire e vedere il turn.
Ovviamente, la dimensione del pot non e’ l’ unica cosa da considerare, e gli altri fattori vanno oltre lo scopo di questo articolo, tuttavia, foldando sempre in questa situazione, si commette un errore molto costoso nel long term.

Qualche anno fa, ho postato una mano sul forum che ha ricevuto molte critiche riguardo il modo in cui e’ stata giocata. Ho callato con una coppia di quattro dal cut-off, per essere poi raisato dal button, e si e’ generato uno dei cosiddetti “family pots”.
Sul flop, dopo una bet ed un paio di calls, nonostante fossero presenti tre overcards ai miei quattro e due carte a flush sul board – avevo il quattro di quel colore – e che il pre-flop raiser era alla mia sinistra, ho callato la bet.
Bene, molti hanno inizialmente criticato la mia giocata, mentre dopo qualche tempo, dopo molte discussioni, la maggior parte della gente ha iniziato ad essere daccordo sulla correttezza del call.

Ovviamente, una situazione cosi’ estrema non succedera’ molto spesso. Tuttavia, spot meno complicati accadono di continuo. Ad esempio, e’ molto raramente corretto callare una bet al flop con tre carte a flush. Tuttavia, aggiungendo tre carte a straight ed un overcard, oltre ad un pot di dimensione moderatamente alta, si ottiene una mano facilmente giocabile.

L’ errore del foldare troppo si verifica anche quando tutte le carte sono gia’ uscite sul board. Cio’ che accade e’ che il giocatore in questione riesce ad arrivare alla conclusione che e’ molto probabilmente battuto, e quindi folda.
La maggior parte delle volte ha ragione, ma questo continua ad essere frequentemente un errore, ed a volte un errore significativo.
Come e’ possibile ? Beh, dovete considerare la dimensione del pot ed avete bisogno di essere certi di essere battuti per poter foldare correttamente.

Ecco un’ esempio di una mano che ho giocato recentemente e che illustra questa idea. Ho callato dal button in un pot non raisato multiway con Js 7s.

(Si, sono al corrente che il call e’ molto marginale)

Il flop e’ uscito Jc Th 7c.

Un giocatore ha bettato, un altro ha callato, ed io ho callato. Siamo quindi arrivati in tre al turn, sul quale e’ uscita una blank. Entrambi hanno fatto check, ho bettato, ed entrambi hanno callato.

Sul river il dieci si e’ pairato, senza portare la terza club sul board, ed il giocatore che aveva bettato per primo al flop ha bettato out.
Il giocatore dopo di lui ha foldato e l’ action e’ arrivata a me. Cosa avrei dovuto fare ?

Per prima cosa, notate che ho floppato top e bottom pair. Anche se questa e’ normalmente una mano forte, con questo particolare flop ed il fattore multiway, puo’ essere facilmente battuta. In piu’, anche se e’ la best hand al momento, ci sono moltissime carte che possono uscire che la potrebbero rendere almeno second best. Notate che il dieci al river e’ una di queste carte.

Invece di top e bottom pair, ho ora top pair con un kicker terribile. Se il mio avversario ha in mano un Jack, anche tanto debole quanto Jack-otto, la mia mano e’ perdente. Se ha in mano un dieci o ha slow-playato una straight o un set floppato, continuera’ a vincere il pot. Sarete quindi daccordo che il mio Jack-sette ha poche possibilita’ di essere buono. Ho pero’ callato e vinto.

La motivazione del mio call e’ stata che erano presenti altre mani con le quali il mio avversario avrebbe potuto bluffare al river. Mani che avevano iniziato con un draw, che non si e’ poi chiuso.
Potrebbero includere due clubs, qualcosa come queen-nove, o forse una coppia di otto o nove.

In un pot piu’ piccolo, il mio fold avrebbe potuto essere corretto. In questo caso avevo tuttavia 9-a-1 sul mio call al river. La mia mano aveva bisogno di essere la migliore leggermente piu’ del 10% delle volte perche’ il mio call fosse profittevole, e nella situazione descritta, contro la maggior parte dei giocatori, lo sarebbe senz’ altro stata.

Nel prossimo articolo parleremo del secondo errore. Ha a che fare con l’ assicurarsi di ottenere un profitto teorico quando pensate sia molto probabile abbiate la mano migliore.
– Mason Malmuth – Two Plus Two Magazine, Vol. 8, No. 6
Fonte : http://www.twoplustwo.com/magazine/issue90/mason-malmuth-common-errors.php

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.