Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.
Ace King Poker

LHE – Una giocata controversa – David Sklansky

David Sklansky – Two Plus Two Magazine, Vol. 8, No. 8

 

I nostri libri spiegano come esistono a volte situazioni, particolarmente nei pots multiway, in cui dovreste aspettare prima di raisare con una buona mano. L’ idea e’ che mantenendo il pot piccolo e nascondendo la forza della vostra mano, potete portare qualcuno a bettare nel round successivo, consentendovi quindi di raisare facendo foldare gli altri giocatori e restando heads-up. (A volte lo scenario e’ che bettate per ottenere il raise di un altro giocatore.)

Abbiamo ricevuto molte critiche per questo consiglio perche’ questa linea non consente di estrarre il massimo valore dalle mani peggiori. I critici affermano che il raisare in un round precedente per poi bettare out nel successivo rappresenta una linea migliore. Senza dubbio questa e’ spesso un’ alternativa migliore a quella da noi proposta. Dipende tutto dall’ esatta situazione, tuttavia crediamo che la nostra giocata abbia un EV maggiore in piu’ situazioni di quello che la gente possa pensare.

Spero che il lettore sia in grado di vedere come questo dibattito ruota attorno al fatto che la nostra giocata vince meno soldi quando vince, ma vince il pot piu’ spesso. Vale la pena sacrificare un po di profit per aumentare le possibilita’ di vittoria ? Questa e’ normalmente una domanda molto complessa. Quindi quello che faro’ in questo articolo sara’ il proporre un modello molto semplice che corrisponde approssimativamente alla situazione in esame.

Diciamo che la bet sia $100 e che abbiate una mano che ha il 60% di possibilita’ di battere entrambi i vostri due avversari. Il primo avversario fa check, il secondo betta ed arriva il vostro turno. Se raisate, entrambi calleranno. Nel round successivo betterete nuovamente e sarete callati da entrambi. Quindi, dopo i primi due rounds vi troverete con un pot di $300.
La giocata alternativa sarebbe di limitarsi al callare nel primo round di puntate per poi, quando l’ action e’ check-bet, raisare. Assumete che questo raise nel secondo round di puntate faccia foldare il primo giocatore. Questo vi porta a trovarvi heads-up favoriti al 60%. Un avversario ha lasciato $100 e l’ altro ha callato i vostri $300. (ovviamente non e’ realistico pensare che in una situazione reale le vostre possibilita’ di vittoria rimangano identiche.)

E’ facile vedere come il vostro EV con la seconda linea (assumendo che non si verifichino ulteriori puntate) e’ $120. Ovvero il 60% di $400 meno il 40% di $300.
Cosa invece riguardo la prima alternativa in cui raisate e bettate out ? In quel caso vincete meno frequentemente. Se entrambe le possibilita’ dei vostri avversari di battervi sono indipendenti, la possibilita’ che batterete entrambi e’ 60% x 60% ovvero 36%. Quindi se dovete scontrarvi con entrambi i vostri avversari, il vostro EV diventa 36% x $600 meno 64% x $300. Un mero di EV di $24, marcatamente peggiore della situazione heads-up.

Immaginate di essere al 70% contro entrambe le mani. Giocare il pot 3-way significa vincere $600 il 49% delle volte, perdendo $300 il 51% delle volte. Ovvero un EV di $141.
Giocare la mano heads-up significa vincere $400 il 70% delle volte e perdere $300 il 30% delle volte, per un EV di $190. Ritardare il raise per far foldare l’ altro avversario continua ad essere meglio. (E questo, non dimenticate, e’ vero anche se abbiamo considerato che nel pot non fosse stato messo nulla in precedenza.)

Quando siete favoriti 4-1 (80%) contro entrambe le mani individualmente, la storia e’ diversa. Ora e’ meglio raisare al primo round per tenere l’ altro giocatore nel pot e vincere piu’ soldi. Questa giocata risulta in un EV di 64% di $600 meno il 36% di $300, ovvero $276. L’ altra linea vi porta a vincere l’ 80% di $400 meno il 20% di $300, ovvero $260.

Tuttavia, se nella mano fossero coinvolti tre avversari, ognuno con una possibilita’ indipendente di battervi del 20%, la giocata corretta, sotto questi semplici presupposti e’ nuovamente il ritardare il raise. Evitando di farlo, vincerete $900 il 51.2% delle volte e perderete $300 il 48.8% delle volte. (Vedete perche ?) Per un EV di $314.40.
Aspettando prima di raisare ed ottenendo il fold di due avversari, vincerete $500 l’ 80% delle volte perdendo $300 il restante 20%. Per un EV di $340.

Ovviamente questo modello semplificato presenta qualche difetto. Il piu’ importante e’ che in una situazione reale, far foldare dei giocatori non risultera’ in genere in un grande aumento delle vostre possibilita’ di vittoria come accade in questo modello.
Le possibilita’ per ogni avversario non sono indipendenti. Questo e’ particolarmente vero se la vostra mano non e’ solo la migliore al momento, ma ha anche la possibilita’ di migliorare nel nuts.
Altri problemi con questo modello ruotano attorno al fatto che le probabilita’ variano da round a round (nel mondo reale) cosi’ come i limiti di puntata.
Questi problemi suggeriscono che non avete bisogno di essere tanto favoriti quanto suggerisce il modello per rendere corretto il costruire il pot nel round iniziale.

D’ altro canto, il modello assume che non sia stato messo nel pot alcunche’ nei rounds precedenti. In caso contrario, e’ ragionevole cercare di vincere il pot ad ogni costo, anche se questo significa impedire che il pot diventi ancora piu’ grande (rendendo quindi piu’ semplice far foldare altri giocatori nel round successivo).

Quello che questo modello vuole mostrare e’ il seguente. Potrebbe senz’ altro essere corretto evitare di costruire il pot nei round iniziali con mani abbastanza buone in pots multiway, se questa decisione portera’ un giocatore al bettare contro di voi al round successivo, cosa che altrimenti non avrebbe fatto.
Alcuni esempi si possono trovare sul libro “Hold’ em Poker for Advanced Players”.
Per ora, sia sufficiente dire che questa giocata e’ corretta molto piu’ spesso di quanto il “senso comune” potrebbe indicare.
David Sklansky – Two Plus Two Magazine, Vol. 8, No. 8
Fonte : http://www.twoplustwo.com/magazine/issue92/david-sklansky-controversial-poker-play.php

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.