Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.
All In

Limit – Alcune Convinzioni Comuni Errate – Mason Malmuth

Mason Malmuth – Two Plus Two Magazine, Vol. 9, No. 12

 

Mi sono preso un paio di giorni di vacanza ed ho portato con me un paio di libri di poker, dato che mi piace passare molto del mio tempo libero leggendo. Sfortunatamente, leggere questi libri non corrisponde sempre ad apprezzarli, per via dei numerosi errori commessi dagli autori.

Ho pero’ la possibilita’ di scrivere di questi errori, e forse gli autori in questione leggeranno questo articolo ed apporteranno le dovute correzioni.

 

Errore 1- Non fare mai slowplay con bottom set

L’ esempio fornito dall’ autore riguarda il floppare un set di cinque su flop Kc-9s-5d. L’ autore sembra affermare che dobbiate cercare di far foldare molte mani, come pocket pairs e tre carte a flush, che hanno la possibilita’ di battervi.

Ora, il vantaggio del comportarsi in questo modo e’ che vi portera’ a massimizzare le vostre possibilita’ di vincere il pot. Ma il poker non ha a che fare con il numero di pot che vincete, ma con quante chips vincete. Analizziamo lo spot in maggiore dettaglio.

Pensate che un avversario abbia una coppia di sei. Un eventuale sei al turn sarebbe per voi disastroso (a meno che non esca un altro cinque al river), ed e’ certamente un evento possibile.
Si tratta tuttavia di un rischio che volete correre ?

Per rispondere a questa domanda, dovete capire che le odds dell’ avversario di pescare un sei sul turn sono di circa 22-a-1. Questo significa che deve riuscire ad estrarre almeno 22 bets quando vince la mano, contro la sola bet che perdera’ quando non uscira’ un sei. (In effetti, deve riuscire ad ottenere un risultato leggermente migliore di questo, perche’ occasionalmente perdera’ la mano anche riuscendo a chiudere il suo set)

Mettiamola in un altro modo, il pot deve essere incredibilmente grande per rendere corretto il suo call. Ora, nel Limit Hold’em, i pot diventano frequentemente grandi, ma raramente di queste dimensioni. Questo significa che, nella maggior parte delle situazioni, preferireste che qualcuno callasse in questo spot con una pair nella propria mano per una bet piuttosto che foldasse per due. Mi sembra proprio uno slowplay.

Ad ogni modo, alcuni giocatori calleranno anche per due bets cold in questi spot quando il pot e’ grande.
Ovviamente, il loro call potrebbe essere corretto per una bet, ma non per due. Questa potrebbe comunque non essere una ragione per raisare. Il motivo e’ che in molte mani avrete soltanto una opportunita’ per raisare e, facendolo al flop, il pot diventera’ talmente grande dal rendere corretto per questo giocatore (con la coppia di sei) callare per una bet double-sized al turn, che sara’ soltanto una bet per lui su quella street. Mentre, slowplayando al flop, potreste avere la possibilita’ di raisare al turn costringendo l’ avversario a dover pagare due bets double-sized per vedere il river.

Notate come, in questa situazione, il vostro slowplay al flop potrebbe in realta’ anche aumentare le vostre possibilita’ di vincere il pot, mentre il raisare al flop avere l’ effetto opposto.
Questo contraddice quello che ho scritto qualche paragrafo in precedenza. Non è il poker un gioco meravigliosamente complesso che può apparire oh-cosi’-semplice ?

 

2- Foldare mani molto buone al flop

L’ autore in questione porta questo esempio. Dichiara che su flop Tc-7h-6d, ha potuto callare per una bet dopo che un giocatore davanti a lui, con in mano la scala nut, ha callato a sua volta.
Ovviamente e’ uscito un altro sette ed il nostro hero ha vinto la mano con un full-house.
Quello che contesto e’ il seguente commento :

Se l’ altro giocatore avesse raisato al flop, quando aveva la mano migliore, non avrei avuto buone odds per callare, ed avrei foldato tranquillamente la mia bottom two-pair.

Non so voi, ma in questo spot non foldo praticamente mai. Non c’ e’ modo che foldi questa mano. La ragione e’ semplice, data la dimensione del pot, bottom two-pair su questo genere di board, anche se si tratta di un flop pericoloso, sara’ la mano migliore troppo spesso per rendere il fold la strategia corretta.

Inoltre, le volte in cui la vostra mano sara’ battuta, avrete la possibilita’ di chiuderne una migliore, come successo in questo esempio.

In questo spot abbiamo quindi due risultati possibili favorevoli. Uno e’ che la nostra bottom two-pair sia non solo la mano migliore, ma che holdi anche fino al river. E due che la nostra two-pair migliori nella mano vincente. La combinazione di queste due probabilita’ significa che dovreste continuare in questo spot praticamente sempre.

Non riesco a ricordare l’ ultima volta in cui ho giocato contro qualcuno talmente weak-tight dal foldare mani come questa. Un giocatore simile non avrebbe alcuna possibilita’ ad un tavolo di giocatori decenti. Il motivo e’ che, oltre a questa mano, folderebbe moltissime altre mani dal valore atteso positivo pensando di poter essere battuto.

 

Mason Malmuth – Two Plus Two Magazine, Vol. 9, No. 12
Fonte : http://www.twoplustwo.com/magazine/issue108/mason-malmuth-misconceptions.php

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.