Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.
wsop_chips

NLHE – 3-Bettare ed affrontare una 3-Bet – Parte 1

Questo articolo sulla 3-bet e’ rivolto ai principianti ed ai giocatori di livello intermedio, i calcoli matematici presenti potrebbero non essere totalmente accurati ma hanno il solo scopo di fornire un idea dei “perche’” dietro gli scenari di 3-betting.

 

Un po’ di storia…

Molto tempo fa’, quando il poker online era molto passivo ed i nits facevano milioni, i giocatori 3-bettavano pre-flop un range merged (depolarizzato).
La community del poker si era spostata dal Limit Hold’em al No Limit Hold’em, e si era portata dietro il concetto per cui i giocatori migliori raisavano aggressivamente pre-flop le loro mani piu’ forti per valore.
Non trascorse molto tempo prima che i giocatori iniziassero a realizzare che 3-bettare AJ ed essere poi forzati a foldare ad una 4-bet non era piacevole.
Smisero quindi di 3-bettare, a meno di avere KK+ o AK.

Il gioco divenne quindi incredibilmente tight nelle situazioni di 3-betting. Foldare tutto eccetto KK+ o AK ad una 3-bet non era una tendenza rara.
Come risultato, alcuni giocatori capirono che il 3-bettare molto wide era molto profittevole.
Iniziarono quindi a 3-bettare senza tregua, finche’ la community non si adatto’, iniziando a 4-bettare light.
Al tempo, la teoria della 3-bet non era molto sviluppata, si teorizzava semplicemente che fosse +EV.
In una recente intervista, Baluga Whale ha dichiarato che in quel periodo 3-bettava quasi tutto il suo pre-flop range, e certamente non era il solo a farlo.

E’ importante capire perche’ il 3-bettare ATC in quel periodo era +EV.
Erano presenti due tipi di giocatori : Quelli che foldavano alle 3-bet OOP, e quelli che chiamavano e check-foldavano il flop.
L’ idea del “questa mano non e’ abbastanza buona per pushare” rispetto a quella del “questa mano ha X% equity contro il range di 3-bet di villain” era ancora incredibilmente prevalente.

Prendiamo in considerazione il seguente esempio in un tavolo FR Cash :

Hero e’ sul BTN con 8h9h
Villain e’ sull’ HJ con un PFR in pots unopened dall’ HJ di circa 15%.
Folda alle 3-bets tutto tranne QQ+, AK, ovvero il 2.6% delle mani.
Folda quindi circa l’ 83% delle volte.

UTG-MP2 folds
Villain raises to 4bb
Hero raises to 12bb
Villain folds

In questa situazione hero puo’ raisare ATC, fino a quando villain si adatta in modo profittevole.
Se villain 4-betta soltanto QQ+ ed AK, e non flatta mai la 3-bet, hero non avra’ mai bisogno di avere una mano.
Vincera’ 4bb circa l’ 83% delle volte e ne perdera’ 12 il restante 17%.
0.83(4) – 0.17(12) = 1.28.
Hero vincera’ una media di 1.28bb ogni volta che 3-bettera’ questo avversario, indipendentemente dalle carte che avra’ in mano.
Tutto questo assumendo che villain non flattera’ mai ed hero non avra’ mai una mano con la quale giocarsi lo stack.
Con il passare del tempo, il gioco inizio’ a diventare meno tight-passive ed i giocatori iniziarono a 4-bettare un range piu’ wide contro gli avversari con un ampia percentuale di 3-bet.
Questo causo’ un grande cambiamento nel poker online.
Prima di questo punto, una mano come QTs o 89s non aveva di per se’ tanta equity quanto il 3-bettarla aveva in fold equity, rendendo corretto il 3-bettarla.
Tuttavia, quando i villains iniziarono ad adattarsi, la fold equity scese drasticamente.
Queste mani iniziarono quindi ad avere piu’ equity nella loro relativa forza, sommata al vantaggio della posizione, rispetto alla fold equity generata dalla 3-bet.

A questo punto entra in gioco l’ idea della Polarizzazione…

Riassunto…

  • Tutti 3-bettano un value range merged.
  • Tutti capiscono che le 4-bets sono molto profittevoli nel no limit, e che il foldare JJ pre-flop non e’ piacevole.
  • Tutti smettono di 3-bettare, a meno di avere KK+, AK.
  • Tutti smettono di chiamare le 3-bets, perche’ nessuno 3-betta qualcosa di diverso da KK+, AK.
  • Alcuni giocatori intelligenti iniziano a 3-bettare ATC.
  • I nits diventano meno nitty ed iniziano a 4-bettare.
  • Giocatori ancora piu’ intelligenti inventano la polarizzazione.

 

3-Betting Polarizzato e 3-Betting Merged (Depolarizzato)

Se qualcuno capisce che state 3-bettando spesso, si adattera’.
E’ noto come il chiamare le 3-bets ai microlimiti non e’ profittevole. Questo perche’ la maggior parte dei giocatori 3-betta un value range molto stretto e merged.
Di conseguenza, chiamare le 3-bets fuori posizione significa generalmente giocare una mano con un range piu’ debole di quello dell’ avversario fuori posizione.
Anche contro avversari molto scarsi, il vantaggio di skill non e’ sufficiente a colmare questi due svantaggi (a meno di essere abbastanza deep).
Un giocatore forte ed aggressivo che ha imparato la “regola” del non chiamare le 3-bets fuori posizione e’ quindi costretto ad adattarsi 4-bettando light.

Questo ci porta a riflettere su di un paio di punti :

1. Anche se e’ +EV 3-bettare qualcuno ATC, e’ corretto farlo ?
2. Se il nostro avversario si adatta 4-bettando un ampio value range, come ri-adattarsi ?

1. Anche se e’ +EV 3-bettare qualcuno ATC, e’ corretto farlo ?

Probabilmente no. E’ bene exploitare un avversario senza che questo si renda conto che lo state facendo. Se lo 3-bettate ogni volta che raisa, si adattera’ molto velocemente e non continuera’ a commettere l’ errore tramite il quale lo state exploitando. Al contrario, facendolo di tanto in tanto, se ne rendera’ conto molto piu’ difficilmente.

Inoltre, 3-bettando troppo spesso vi renderete vulnerabili ai re-steals, derivanti sia dalle 4-bets dell’ original raiser che da quelle di un terzo giocatore.

2. Ci adattiamo ad un range wide di 4-bet polarizzando il nostro 3-betting range.

Se stiamo 3-bettando una mano che non aveva abbastanza equity per flattare e non ha abbastanza equity per chiamare uno shove, allora stiamo prendendo una mano che era in precedenza un fold, quindi EV zero, e dandogli valore 3-bettandola.
Assieme a queste mani, 3-bettiamo un range di stackoff molto forte con le quali andremo ai resti con l’ avversario (dominando il suo range).
Con la nostra air foldiamo tranquillamente, sapendo che il nostro avversario ha commesso un errore.

Ora, potreste chiedere, come e’ possibile che l’ avversario abbia commesso un errore 4-bettando AQ quando abbiamo in mano Q3s ?

Perche’ il nostro range o domina AQ, o e’ air.
Per questo motivo stiamo giocando perfettamente ed il nostro avversario sta’ facendo uno shove che potrebbe essere -EV (dipende da quanto wide raisa e da quando wide chiamiamo).

Prendiamo un esempio estremo e diciamo di 3-bettare soltanto AA, KK, AK, J2s-J6s, Q2s-Q6s, K2s-K6s, il che significa che il nostro range e’ :

– 4.5% air
– 2.1% nuts

Nella maggior parte delle situazioni il nostro range non deve essere cosi’ tight, consideriamo comunque una situazione in cui da UTG+1 ci troviamo contro un UTG raiser con un range pre-flop composto da 77+, AJ+.
Due terzi delle volte il suo range crusha il nostro, di conseguenza commettera’ un errore foldando.
Quello che rende questa idea interessante e’ che quasi nessuno ci cold 4-bettera’ senza il nuts.
Il nostro range appare incredibilmente forte perche’ molti pochi giocatori sono bilanciati in spot simili.
Assumendo che il nostro avversario non flattera’ la 3-bet out of position, non commetteremo mai alcun errore in questa mano, al contrario dell’ avversario.

Se fate un passo indietro e guardate al totale dell’ EV della situazione, vi renderete conto che mentre il nostro profitto medio per 3-bet scendera’ (perche’ folderete alle 4-bets due terzi delle volte), 3-betterete tre volte di piu’. Trasformerete quindi quello che era uno spot a EV 0 in uno spot ad EV+, bilanciando allo stesso tempo i vostri ranges.
Questa e’ la chiave, ed e’ la ragione per cui non 3-bettate una mano con la quale potreste altrimenti flattare.
Se una mano ha gia’ EV positivo in un flat e non e’ abbastanza forte per giocarsi lo stack pre-flop, ed il vostro avversario 4-bettera’ o foldera’, allora starete rinunciando all’ EV che gia’ avevate per rimpiazzarlo con quello della 3-bet.
Potete mantenere l’ EV del flat, e mantenere l’ EV della 3-bet aggiungendo mani al vostro range pre-flop.

Questa e’ un’ idea generale di quello che dovreste scegliere per 3-bettare con un range polarizzato, e spero abbiate capito perche’ dovreste farlo.
Notate che polarizzare il vostro 3-bet range contro un giocatore che flattera’ le vostre 3-bets e’ un suicidio, visto che non potrete giocare post-flop con trash hands.
Questa teoria e’ applicabile soltanto in situazioni in cui il vostro avversario 4-betta o folda.

 

Fonte : http://forumserver.twoplustwo.com/15/poker-theory/nlhe-3betting-facing-3bet-988213/

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.