Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.
Poker

Preoccuparsi di un Raise – Andrew Brokos

Andrew Brokos – Two Plus Two Magazine, Vol. 8, No. 5

 

Molti giocatori perdono un quantitativo considerevole di valore facendo check al turn con mani forti.
Una comune scusa per fare check con quella che e’ probabilmente la mano migliore al turn e’ che il “non voler essere raisati”.
Anche se un raise puo’ costarvi equity, esiste un modo giusto ed uno sbagliato per preoccuparsene. Molti giocatori tendono a generalizzare la cosa, finendo per fare check con mani forti troppo spesso.

Un check sbagliato puo’ risultare molto costoso. Non solo vi puo’ costare l’ equity che avreste guadagnato dal call di mani peggiori, ma a volte vi costera’ il non poter eseguire una terza value bet di grosse dimensioni che avreste invece potuto fare costruendo il pot al turn.
Fare check puo’ inoltre costarvi una bet da mani che avrebbero pagato al turn ma non al river, e nello scenario peggiore costarvi il pot quando una mano che avrebbe foldato al turn riesce ad arrivare al river gratis.

Questo articolo cerchera’ di separare le buone dalle cattive ragioni per preoccuparsi di un raise.
Mostrando il modo in cui pensare attraverso le spesso difficili decisioni sul bettare o meno il turn, vi aiutera’ a prendere decisioni migliori quando avrete mani buone, ma non fortissime, in spots simili.

 

Quando preoccuparsi

Esistono due ragioni per le quali potreste preoccuparvi di un raise.
Per prima cosa, esiste semplicemente la preoccupazione che la vostra mano, anche all’ apparenza forte, potrebbe non esserlo abbastanza da vincere il pot.
In questo contesto non volete vedere un raise perche’ significhera’ che la vostra mano e’ battuta costringendovi a foldare e perdere il pot.

Ovviamente questo e’ un risultato sfortunato, ma non rappresenta di per se una ragione per fare check.
Se pensate, ad esempio, che ci sia una possibilita’ del 10% di avere la mano peggiore ma che molte altre mani peggori della vostra calleranno una bet, dovreste probabilmente bettare e foldare ad un raise.
Quello di cui vi state preoccupando in questo caso non e’ il raise vero e proprio, ma piuttosto la mano migliore della vostra che il vostro avversario potrebbe avere.
Sfortunatamente, fare check non cambiera’ le sue carte. Tutto quello che bettare puo’ costarvi e’ il costo della bet, che avreste probabilmente speso nel pot in ogni caso al river.

L’ altra ragione per cui preoccuparsi di un raise e’ se esiste una probabilita’ considerevole che finirete con il foldare la mano migliore oppure una mano con equity significativa contro il raising range del vostro avversario.
In questo caso, essere raisati vi costa non solo la vostra bet, ma anche la possibilita’ di vincere l’ intero pot e forse addirittura un’ altra bet al river. Questa potrebbe essere una ragione per non bettare.

Una regola generale che seguo quando credo di avere la mano migliore al turn ma non posso sostenere un raise e’ di bet-foldare mani che non possono migliorare al river, e fare check con quelle che possono farlo.
In altre parole, se il board e’ Th 8h 5d 6h, bet-folderei di norma Ac As mentre farei check con Ah Ad.
Questo perche’ se i miei black Aces vengono raisati, sono probabilmente drawing dead in ogni caso, mentre con i red Aces continuerei comunque ad avere un draw al nuts che non voglio essere costretto a foldare di fronte ad un raise.
Con entrambe le mani sono probabilmente buono piu’ spesso che no e posso aspettarmi che molte second-best hands, in particolare combinazioni pair-plus-draw, callino una bet.

Ovviamente, esistono molte eccezioni a questa regola a seconda dell’ esatta situazione, gli avversari coinvolti, etc., ma credo sia una buona abitudine da seguire. Le cose non sono comunque sempre cosi’ semplici.

 

Esempio

Quello che mi ha spinto a scrivere questo articolo e’ stata una mano che un mio amico ha condiviso con me. Il suo avversario era un signore anziano descritto come passivo e molto loose pre-flop, ma abbastanza tight post-flop, con una tendenza a legarsi troppo alle overpairs.

Il tavolo era $2/$5 NLHE. Questo giocatore ha limpato dietro altri limpers, ed il mio amico ha raisato a $25 con Ad Td dal bottone.
Tutti i limpers hanno callato il raise e fatto check su board Ts 5c 5d.
Il mio amico ha bettato $40, i primi tre limpers hanno foldato ed il signore anziano ha callato.

L’ avversario ha nuovamente fatto check su turn 6d, ed il mio amico mi ha detto di non essere stato sicuro sul bettare o meno. Credeva che la sua TPTK fosse abbastanza forte per bettare per valore ma temeva di essere check-raisato.

 

Analisi

Aveva ragione il mio amico a preoccuparsi di essere check-raisato ?
Questa mano e’ tricky perche’ si trova sul confine tra il preoccuparsi di essere dietro (che in se non rappresenta una buona ragione per fare check con una mano forte) e la preoccupazione di essere costretti a foldare un’ equity significativa (a volte una buona ragione per fare check).
Per determinare la giocata migliore, dobbiamo considerare quanto sia probabile un check-raise rispetto ad un call, ed anche quanta equity Hero puo’ aspettarsi di avere in ognuna di queste due situazioni.
Sappiamo che il nostro villain e’ passivo, quindi non credo esista il rischio che check-raisi in bluff.
Se raisa, ha almeno trips e possibilmente un full house. Questo significa che Hero non puo’ contare su undici outs puliti (nove diamonds e due tens) se viene raisato.
Avra’ forse il 12% di equity contro il raising range di Villain, e non il 22% che avrebbe avuto con nove outs puliti. Questo allevia il dolore dell’ essere costretti a foldare quello che appare un draw molto forte.

In piu’, per via della sua passivita’, villain potrebbe non check-raisare tutte le sue mani migliori. Per questo, anche quando Hero e’ battuto, potrebbe a volte arrivare a vedere il river in ogni caso.
Aggiungete a questo il fatto che mani tanto forti quanto trips sono abbastanza rare, ed arriverete alla conclusione che Hero verra’ raisato molte poche volte.

Questo e’ positivo, ma dobbiamo confrontarlo con la probabilita’ che Hero venga callato da una mano peggiore.
La buona notizia e’ che quando Hero e’ avanti, lo e’ generalmente di molto.
Le pocket pairs hanno soltanto due outs, top pair con un kicker peggiore potrebbe avere da uno ad addirittura zero outs, e flush draws inferiori nel migliore dei casi hanno sei outs.
L’ equity di Hero quando viene callato e’ estremamente buona.

La cattiva notizia e’ che villain e’ anche descritto come abbastanza tight post flop, il che diminuisce la frequenza con la quale check-calla mani peggiori. Potremmo contare su un giocatore piu’ loose per callare con mani come 77 che questo giocatore potrebbe invece foldare.

Tuttavia, non dovremmo dare troppo credito ad un giocatore occasionale ad un tavolo $2/$5.
Molto probabilmente check-callera’ da dietro molto piu’ spesso che da davanti, semplicemente perche’ esistono molte piu’ combinazioni di mani peggiori che puo’ avere.
Ad essere generosi, potrebbe avere due combo per ognuna di queste mani {A5s, 75s, 65s, 54s, 53s}, una combo di TT, una combo di 55, e tre combo di 66. In totale 15 combinazioni di mani con le quali sarebbe avanti.

Confrontate questo risultato con due combo per ognuna di queste mani {KTs, QTs, JTs, T9s, T8s}, e sei combo per ogni{KTo, QTo, JTo}. Soltanto queste sono 28 combinazioni di mani perdenti.
Se questo vi sembra un range troppo ampio, ricordate che villain e’ descritto come “molto loose” pre-flop e che non stiamo contando mani piu’ deboli, come T9o, T8o, e small pairs che potrebbe giocare allo stesso modo. In definitiva considererei queste 28 combinazioni come un numero abbastanza conservativo.

Possiamo quindi osservare che esiste una probabilita’ quasi doppia che Hero venga callato da una mano dominata rispetto a che venga raisato da una mano migliore.
Quando callato, sara’ in genere largamente favorito ed avra’ possibilita’ realistiche di vincere un’ ulteriore bet al river, una bet che, per via della precedente al turn, sara’ significativamente piu’ grande.

Dobbiamo comunque anche prendere in considerazione il relativamente piccolo rischio dell’ essere check-raisati, un risultato che porterebbe Hero al foldare un piccolo quantitativo di equity in un pot grande.
Questo sarebbe senz’ altro un risultato sfortunato, ma l’ equity lasciata sul tavolo tutte le altre volte in cui villain avrebbe callato con una mano inferiore dovrebbe rappresentare una preoccupazione maggiore.

Credo che Hero debba bettare in questo spot.

 

Risultati

Hero ha bettato $75, e villain ha callato. Un Kd al river completa il flush di Hero. Villain fa check per callare una bet di $200, mostrando un 5 mentre getta via la sua mano.
Il fatto che si sia limitato a callare al turn con trips corrobora la nostra tesi che, anche quando Hero e’ dietro al turn, potrebbe comunque arrivare a vedere il river piuttosto che essere costretto a foldare la sua equity.
Sapendo che villain non raisa sempre trips, fare check sarebbe stato un errore ancora piu’ grande, dato che Hero avrebbe avuto una cosa in meno di cui preoccuparsi.
– Andrew Brokos – Two Plus Two Magazine, Vol. 8, No. 5
Fonte : http://www.twoplustwo.com/magazine/issue89/andrew-brokos-worrying-about-raise.php

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.