Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.
Poker Online

Shortstacking per principianti – Parte 1

Lo shortstacking riguarda il giocare perfettamente con stacks piccoli, ed il giocare perfettamente intorno ai blinds. L’ idea dello shortstacking e’ l’ exploitare il fatto che gli altri giocatori al tavolo con stacks di dimensioni normali, concentrati sul tentare di vincere lo stack di altri giocatori full stacked, giocheranno piu’ loose dell’ ottimale contro uno stack di 20bb.
Esistono due modi principali per exploitarli. Prima di tutto pero’ parliamo brevemente dell’ HUD da utilizzare in gioco.

L’ HUD che utilizzo personalmente :

Linea 1: VPIP, PFR, 3-bet
Linea 2: Folds bb to steal %, fold to flop Cbet %
Linea 3: Donk bet, hands, cbet flop %
Linea 4: Steal dalle varie posizioni

Utilizzo anche colori diversi per diversi valori delle medesime statistiche, ad esempio il VPIP diventa verde se il giocatore e’ molto loose, e viceversa rosso se molto tight.

Ora che abbiamo sistemato l’ HUD, iniziamo a parlare del primo modo di exploitare i giocatori full stack.

 

Shovare su di un open raise

Questa e’ la mossa piu’ comune da shortstack. E’ abbastanza semplice da imparare.

Andate a questo link (Nota del traduttore : Non ho mai provato ne testato questo software, non mi assumo quindi alcuna responsabilita’) e scaricate il calcolatore per lo shortstacking. Il programma e’ piuttosto intuitivo, tuttavia questi sono gli step da seguire per utilizzarlo :

#1 – Utilizzando la prima barra di scorrimento impostate la % di mani che pensate il vostro avversario raisi dalla posizione in cui si trova. L’ HUD puo’ esservi di aiuto in questa fase.

#2 – Impostate la % di mani con le quali pensate l’ avversario callera’ il vostro shove. Come linea generale potete assumere 77+, A9s+, AJ+, KJs+, KQ.

#3 – Assicuratevi di spuntare la casella “adjust for players left to act”, a meno che il pot non sia HU.

Il software vi mostrera’ quindi il range che potete shovare profittevolmente nello spot.

Notate comunque che questi risultati sono approssimativi perche’ non potete mai sapere esattamente i ranges dei vostri avversari. E’ bene comunque utilizzare questo programma frequentemente in modo da sviluppare una buona idea di come i ranges dell’ avversario influenzano il vostro range di shove.

Ricordate anche che i vostri avversari si adatteranno al vostro gioco. Potrebbero giocare piu’ tight quando siete sui blinds se sono buoni giocatori e fanno attenzione al tavolo.
Dovete tentare di assegnare loro un range appropriato con le informazioni che avete a disposizione. Fortunatamente la maggior parte degli avversari gioca talmente tanti tavoli dall’ avere statistiche vicine a quelle che l’ HUD vi fornisce.

Non cold-callate mai con mani come KQ nella speranza di hittare un flop. Shovate o foldate. Non dovete callare mani per poi dover foldare post-flop. Se non potete shovare profittevolmente, foldate.

 

Blind stealing

La seconda importante fonte di EV deriva dal rubare i blinds. Avere uno stack piccolo rende difficile per gli avversari bluffarvi. Potete raisare molto e se venite 3-bettati potete giocare perfettamente con semplicita’. Questa e’ un’ altra area in cui l’ HUD e’ estremamente importante.

Questa parte e’ molto piu’ complicata da imparare rispetto allo shovare pre-flop. E’ necessario sviluppare un buon senso sul quando uno steal avra’ una buona probabilita’ di funzionare e quando non l’ avra’.

Questi sono i fattori da valutare nel considerare uno steal :

  • Fold bb to steal % alto su tutti i giocatori rimasti.
  • % di 3-bet bassa su tutti i giocatori rimasti. I giocatori che 3-bettano molto noteranno il vostro aprire light ed inizieranno ad exploitarvi.
  • Fold to c-bet % alta. Quando callati, volete avere buone possibilita’ di vincere il pot con una c-bet.

Dallo SB, se il pot e’ unopened, posso aprire anche atc 2.5 bb se il giocatore sul BB folda moltissimo, cosi’ come dal bottone se entrambi i blinds sono molto tight.

Queste sono le mie linee guida principali. I giocatori migliori si renderanno presto conto di quello che state facendo ed inizieranno a 3-bettarvi molto light. Quando lo faranno, ignorate le loro statistiche e restringete il vostro range.
Questa non e’ necessariamente una brutta cosa, significa che quando avrete una buona mano otterrete action.
Tutto sta nell’ adattarvi ai vostri avversari piu’ velocemente di quanto non facciano loro contro di voi.

Siete avvantaggiati in questa battaglia perche’ avete meno cose di cui preoccuparvi. I vostri avversari giocano full stack e prendono decisioni per quantitativi maggiori di denaro. Non vi vedranno probabilmente come una minaccia ed oltre al non prendervi molto seriamente, non saranno molto concentrati su di voi o sul vostro gioco pre-flop.

Preferisco aprire a 2.5bb perche’ cosi facendo ottengo odds migliori sui miei steals e perche’, sulla base della mia esperienza, funziona molto meglio di un min-raise.

 

Fonte : http://forumserver.twoplustwo.com/15/poker-theory/shortstacking-guide-beginners-579383/

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.