Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.
Poker Chips

Tilt Management

Che cos’e’ esattamente il tilt?
Questo e’ quello che dice Wikipedia…

“Tilt e’ un termine legato al mondo del poker che descrive uno stato di confusione mentale o frustrazione nel quale un giocatore adotta una strategia di gioco non ottimale, risultando in genere nel divenire troppo aggressivo. Questo termine e’ strettamente correlato alla collera ed alcuni considerano questi termini equivalenti, ma il secondo comporta generalmente piu’ rabbia ed intensita’.”

 

Questa definizione dovrebbe suonare familiare a chiunque abbia mai giocato una discreta quantita’ di poker. Avete sicuramente sperimentato il tilt. Ho sperimentato il tilt. Tutti hanno sperimentato il tilt. It sucks!
Puo’ portarci a prendere cattive decisioni in alcune situazioni, come chiamare un all-in con gli assi su di un board che sappiamo il nostro avversario ha hittato piu’ di noi, o chiamare gli all-in degli shortstackers con i suited-connectors con i quali stavate provando ad isolare altri limpers dal bottone.
La conclusione e’ che il tilt puo’ portare a prendere decisioni sbagliate, le quali abbassano il nostro margine di profitto quando giochiamo a poker.

Riuscire a comprendere meglio il tilt, e capire come minimizzarne gli effetti sul nostro gioco, significa vincere piu’ soldi.

 

A mio parere, cose diverse portano al tilt persone diverse.
Quando ho iniziato a giocare, ero solito tiltare dopo ogni sequenza di bad-beat.
Avrei tipicamente pensato di essere la persona piu’ sfortunata del mondo, e che dovevo trovare un modo per riprendere tutti i soldi che avevo appena perso. Questo mi ha portato alla fine a mettere il mio intero bankroll al 200NL su Carbon Poker, dove qualche shark mi ha mangiato vivo.

Pare che queste bad-beats colpiscano i nuovi giocatori molto piu’ dei grinders esperti.
Le bad-beats capitano a tutti, se non mi credete, andate a dare uno sguardo al forum BBV (Beats Brags and Variance).
Ho alcuni amici che si abbattono facilmente di fronte alle bad-beats. Un professionsta o un giocatore decente ha una solida comprensione del gioco e capisce come funzionano il poker e la probabilita’ : Soltanto perche’ avete la mano migliore non significa che non potete perdere nelle streets future. Tuttavia, continuando ad eseguire giocate corrette, nel long-term il profitto vi dara’ ragione.

Prendiamo un esempio, pensate di aver creato un gioco in cui avete sempre il 70% di possibilita’ di vittoria (piu’ o meno il vantaggio che potremmo mediamente avere con una mano forte contro un Villain), pagando semplicemente 1:1 quando perdete.
Certo, perderete qualche volta, ma nel long-run, avrete un EV positivo.
Se giocate in modo perfetto, e continuate a perdere, non c’e’ nulla che potete fare. E’ esattamente come nell’ esempio precedente, vincerete nel long-run.

 

Un altro tipo di tilt, che ho a sua volta sperimentato, e’ quello che scaturisce dopo essersi resi conto di aver giocato una mano in modo sbagliato, finendo per perdere a causa di questo.
Mi fa impazzire. Continuo a ripensare a tutti i soldi che potrei aver salvato se avessi giocato la mano correttamente.
Guardo alla linea rossa di PT3 che scende e vedo le migliaia di dollari che potrebbero essere nel mio conto in questo momento.
Questo continua a mangiarmi dentro per il resto della sessione, portandomi probabilmente a prendere ulteriori decisioni sbagliate, spesso peggiori della prima.

Mi aspetto che giocatori con una conoscenza decente del gioco siano in grado di lottare contro questo tipo di tilt. Per qualcuno come me, che ha finalmente iniziato a vincere qualcosa dopo essere stato un giocatore leggermente perdente, credo che il continuare a commettere qualche errore sia normale. Parlero’ piu’ avanti del come affrontare questo tipo di tilt, per ora limitatevi a sapere che esiste.

 

Infine, oltre al poker, anche alcuni eventi della vita reale potrebbero essere potenzialmente causa di tilt.
La vostra bella fidanzata che vi lascia (ci sono passato, perso un sacco di soldi!), problemi finanziari (potrebbero spingervi a provare a vincere piu’ velocemente), o altre situazioni stressanti, tutte queste possono influire negativamente sul vostro gioco.
Nonostante quello che potreste pensare, nessuno vive una vita da favola.
Chiunque e’ vulnerabile a questo tipo di tilt.

 

Sono certo che qualsiasi giocatore puo’ riconoscersi in almeno uno dei tilt descritti sopra, dobbiamo ora quindi capire come combatterli !
Se siamo in grado di affrontare efficacemente il tilt, possiamo riuscire ad avvicinarci al giocare in modo ottimale e vincere piu’ soldi.
A mio parere, ogni persona ha il proprio modo di trattare con il tilt, ognuno e’ diverso.
Comunque, posso parlavi di cosa ha aiutato me nel superarlo.

Mi considero una persona molto paziente, non mi arrabbio facilmente.
Purtroppo pero’, come per tutti gli altri, il tilt e’ sempre dietro l’ angolo e dobbiamo affrontarlo in modo efficace.
In primo luogo, prendiamo in esame la seguente affermazione :

“Se non stiamo giocando il nostro miglior poker possibile, non dovremmo stare giocando gli stakes piu’ alti che ci consente il nostro bankroll”.

Con l’ aumentare della difficolta’ dei tavoli, dobbiamo essere al nostro meglio per essere un passo avanti rispetto agli avversari.
Sono le piccole cose che ci consentono di ottenere le nostre winrate di 1-3BB/100 ai tavoli.
Se non stiamo giocando al meglio, allora siamo allo stesso livello (o peggio) del field.
Se non abbiamo un edge, non c’e’ alcun profitto da fare.

 

Di seguito riporto alcune linee guida che seguo durante il tilt :

1) Se non sto’ giocando bene, sono disposto a terminare la sessione di gioco prima del previsto.

Con l’ eccezzione dei tornei, possiamo lasciare il tavolo da poker quando vogliamo.
I fish saranno sempre presenti e disposti a donare soldi.

 

2) Se non sono dell’ umore giusto per giocare una sessione, allora non gioco.

Quando sono annoiato, di solito la prima cosa che mi viene in mente di fare e’ giocare a poker.
Se in tilt, giocare a poker agli stakes che si gioca normalmente, solo perche annoiati, non e’ una buona idea.
Ci sono altre opzioni disponibili. Guardare un film, giocare a qualche gioco online, o semplicemente leggere un libro.

Un altra idea che mi e’ venuta recentemente e’ il provare un altro tipo di poker agli stakes piu’ bassi disponibili. Nel mio caso mi sono cimentato in due, PLO e .05/.1 Limit Hold’em.
Ora, questo potrebbe non essere applicabile per tutti, (se state ad esempio grindando il 2NL, allora giocare un altro tipo di poker a questo stesso stake non e’ una grande trovata), ma se state giocando qualcosa tipo il 100NL, allora non rischierete molto e vi divertirete, senza considerare che potreste comunque avere un qualche edge sul field dei micro anche ad un altra variante di poker.
Anche senza l’ incentivo monetario quando si e’ abituati a giocare a stakes molto piu’ alti, ho trovato molto divertente imparare un nuovo gioco.
Inoltre, andare breakeven ai micro e’ sicuramente meglio dello speware a stakes piu’ alti !

Ognuno ha le sue soluzioni per affrontare il tilt, ma la conclusione e’, giocare a poker in tilt, solo perche’ ci si annoia, e’ una cattiva idea.

 

Drinking, online poker, and you

Anche se potrebbe sembrare cool a prima vista, giocare da ubriachi e’ una pessiam idea.
Anche se alcuni potrebbero obiettare che bere puo’ essere +EV live (per l’ immagine al tavolo), e’ impossibile che lo sia online.
Puo’ farvi prendere decisioni sbagliate, o portarvi a gamblare a stakes piu’ alti.

Quindi, in conclusione :

– Tilting is bad.
– Se siete tiltati non giocate.
– Non bevete quando giocate a poker online.

 

Fonte : http://forumserver.twoplustwo.com/78/micro-stakes-full-ring/cotw-tilt-management-611577/

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.