Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.
isaia_20wpt

Alessio Isaia a Gioconews.it: "Soddisfatto del mio gioco e ora decido come vestirmi al final table Wpt Malta"

“Come mi vestirò stavolta al final table? Da templare! No scherzo, non è vero, e ora vado altrimenti faccio tardi”. Un Alessio Isaia del team Goldbet in grande forma e raggiunto a Malta dai ‘microfoni’ di Gioconews.it, potrebbe aver rivelato il suo nuovo ‘travestimento’ ad un tavolo finale del World Poker Tour. Noi ci permettiamo di suggerire un costume da cavaliere di Malta. Anche perché con lo smoking alla James Bond spiazzò tutti e psicologicamente prese un vantaggio enorme sugli avversari: “Già la libidine era lì – commenta ‘il fabbro’ – ma penso di vestirmi normalmente e né con lo smoking e neanche da templare o cavaliere di Malta”. Chissà magari ci riserva una sorpresa.

Parliamo del torneo: come affrontare questo tavolo finale con la dotazione di chips che hai imbustato ieri? “La struttura ci offre del margine per giocare a poker anche se spero che il momento di card dead, durato ieri 4 ore e che mi ha ridotto con questo stack, finisca e mi possa permettere di giocare di più”.

Un buon field quello di Malta, qualcuno ti ha messo in difficoltà? “Sì il field era duro ma ci sono sempre situzioni interessanti da sfruttare. Diciamo che live mi trovo più’ a mio agio rispetto a molti players forti dell’online che in alcune situazioni vogliono portare live ciò che è giusto on line anche se non credo che questo sia corretto”.

Isaia non critica nessuno ma analizza un aspetto che forse tanti trascurano dal passaggio tra le due modalità di questa disciplina: isaia wpt“Live serve tutta un’altra testa perchè online finito un torneo ne fai un altro ma dal vivo se esci vai a casa e quindi la psicologia è tutta diversa”.

Un messaggio ad alcuni colleghi? “No è un’analisi fine a se stessa e ognuno gioca come vuole, non voglio di certo insegnare niente a nessuno”.

E il ‘fabbro’ non è il player che uscito dal main event si gioca tutti i side event disponibili da palinsesto: “Non ho per nulla voglia di giocare side event, figuriamoci che non ho neanche molta voglia di fare il main”.

Come pensi di aver giocato? C’è stata qualche mano particolare, una giocata che ti ha soddisfatto? “Beh sono stato contento perchè ho saputo accellerare e frenare molte volte nei momenti giusti quindi più che la giocata in particolare mi è piaciuta la gestione del torneo, peccato per quelle ultime 4 ore di card dead che mi hanno fatto arrivare un pò corto ma oggi è ancora lunga”.

Com’è questo final table? Chi è la minaccia, Genovesi a parte? “Ovviamente me la giocherò senza problemi contro tutti e anche contro Jackson che è decisamente il più bravo. Ma anche il finlandese non è male. Il francese Kerignard può fare il tuffo mentre lo short non è un fenomeno. La Hui Chen Kuo non è male, anzi è proprio tosta anche se, a parte rarissime eccezioni non è che ci siano donne molto forti in circolazioni”. Il fabbro colpisce sempre duro. Good Luck!

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.