Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.

Alle 21 italiane al via il main event delle Wsop di Las Vegas

Las Vegas – Sarà il tedesco Pius Heinz, campione in carica del Main Event, a difendere il titolo più prestigioso del mondo e conquistato a novembre 2011 dopo aver vinto il final table ed essersi intascato ben 8.715,638 mila dollari, il terzo premio più grande nella storia delle WSOP grazie agli 6.865 iscritti per un buy in di 10,000 dollari.E’ la quarta volta consecutiva che un ventenne diventa campione dopo Jonathan Duhamel (23 nel 2010), Joe Cada (21 nel 2009), e Peter Eastgate (22 nel 2008) a dimostrare il predominio dei giovani negli ultimi anni.

Il cruccio di tutti in questi giorni è: quanti iscritti ci saranno quest’anno al main event? Dopo un picco di uno massimo storico di 8.773 buy in nel 2006, si è raggiunto il punto più basso nel 2007 con 6,358 giocatori, poi sono saliti a 6.844 nel 2008, nel 2009 con 6494. Record nel 2010 con 7319 iscritti, e il numero è sceso solo leggermente a 6.865 nel 2011 nonostante i postumi del Black Friday. La tendenza sembra quindi in crescita e alcune testate statunitensi dicono 7,000 players ai nastri di partenza. Un leggero ma significativo incremento se si pensa all’azzeramento di quasi tutte le poker room che raccolgono gioco in Usa e che quindi non possono distribuire tickets tramite sat online. Tuttavia le presenze in questa 43esima edizione non sono state affatto basse, anzi.

Il rischio è che, come nel 2011, l’organizzazione abbia sbagliato i conti concentrando tutti in tre day1 piuttosto che in 4 come ci si era abituati. Tuttavia lo staff è in grado di accogliere tutti i players senza problemi e senza mandare via nessuno come successe in qualche day1b stracolmo. E una maggiore concentrazione di presenze spalmate alla perfezione nei tre day1 potrebbe livellare il gioco ed evitare disparità nelle condizioni di gioco.

Gli ultimi due anni due top players soli sono riusciti a raggiungere il final table come Michael Mizrachi nel 2010 e Ben Lamb nel 2011.

Ovviamente in molti tifano la presenza di top players per vedere un grande spettacolo al prossimo ottobre quando si giocheranno appunto gli october nein che anticipano gli ormai storici november nine.

E gli italiani? Aspettiamo di vedere le liste ufficiali per capire quanti si iscriveranno. Qualcuno ipotizza una cifra che oscilla tra i 120 e i 170 e staremo a vedere. C’è qualche qualificato e le presenze azzurre iniziano ad essere tante a Las Vegas. Tuttavia sono in tanti ad essere qui da molto tempo e senza grossi risultati potrebbero saltare anche il main event. Good Luck a tutti.

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.