Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.

Anche la Cgil ora vuole tassare il poker online

Come un effetto domino mal riuscito ecco che anche la leader della Cgil Susanna Camusso propone di “tassare il gioco d’azzardo online, non certo una primaria necessità, ma in questo Paese non si ha il coraggio di fare quello che serve”.

 

La Camusso ha fatto un breve passaggio nel corso del comizio conclusivo alla manifestazione di Milano contro la Legge di Stabilità. Dal palco il segretario generale Cgil è tornata a criticare duramente la manovra finanziaria sottolineando come “non c’e’ più tempo, il Paese non ha più bisogno di soluzioni che non vengono, ma ha bisogno di risposte”.

Risposte che non possono arrivare di certo dalla tassazione di un settore che è già tassato al limite delle proprie possibilità.

Dopo l’errore clamoroso della Cisl di Bonanni non poteva mancare un ‘passaggio’ della Camusso e della sua Cgil. Ma, come detto, un’innalzamento della tassazione nel gaming online ‘dot it’ non solo è impossibile per via della concessione siglata con lo Stato dalle aziende del settore ma anche per la sopravivvenza economico finanziaria delle stesse. Senza pensare alla fuga dei players e dei loro soldi nelle poker room dot com e dot eu.  

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.