Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.
boveespt

Bovediroma a ruota libera: ‘Vengo dall’online ma il poker dal vivo è il gioco per eccellenza!’

 “Finalmente ce l’ho fatta cacchio! E’ questo quello che ho pensato quando ho vinto l’Estrellas Poker Tour PokerStars di Barcellona e ho provato una grande gioia e rilassatezza a livello psicologico perché volevo arrivare a questi livelli da anni nel poker live e finalmente ero l’1”. Lorenzo ‘bovediroma’ Sabato è appena atterrato a Roma dopo il sogno vissuto ad occhi aperti perché, pur avendo vinto tanto online ed essendo uno dei nomi più conosciuti del poker punto it, arrivare dal vivo è sempre una sensazione unica, prima moneta a parte che in questo caso triplica la gioia.

“Ho realizzato solo dopo giorni che la vittoria è stata un grande shot indipendentemente dai 200,000 euro vinti. C’è la grande soddisfazione del trofeo, del prestigio, della floria che molti miei colleghi italiani cercano in giro per il mondo da piu tempo di me e magari per varianza negativa ancora non hanno raggiunto”.

E pensare che il 2012 non lasciava presagire nulla di buono fino a quel momento: “Erano 12 mesi, di cui 5 eventi alle Wsop compresi, che ‘runnavo’ malissimo tanto che, ogni volta che mi presentato ai tornei live, pensavo di regalare i soldi ai pro dal vivo. Ma intanto ho imparato tantissimo e sentivo che il colpaccio sarebbe arrivato, che era dietro l’angolo e che dovevo provare ancora”.

Quando hai capito che potevi farcela? Oppure sei sempre stato convinto dei tuoi mezzi dall’inizio alla fine? “Ho capito che potevo farcela in tutta sincerità alla fine del day 2 quando ho chiuso chip leader e nel field mi sembravano rimasti ben pochi nomi pericolosi e quei pochi avevano un quinto delle mie chips quindi per diventare dei pericoli ne avevano di strada da fare – confessa sincero Sabato – io mi son solo detto ‘statti buono questo tavolo non lo devi bullare e speware come al solito (giocare in maniera molto aggressiva dominando il tavolo e giocando molte mani, ndr) e ho cercato di scalare dalla quinta marca del day alla seconda nel day 3”.

Come abbiamo spesso scritto sei un giocatore prettamente online che sta sbarcando in maniera importa sul live: come va boveesptl’adattamento a questa modalità? “Ormai dopo anni di 2 -3 eventi periodici e dalle scorse Wsop devo dire che il live mi sta piacendo e insegnando molto e poi è qui che puoi fare il botto e solo raggiungendo grandi risultati, la gloria e la fama posso riuscire a far evolvere la mia carriera”.

E’ un mondo abbastanza impegnativo però: “In effeti il live costa molto ed è ad altissima varianza ma io guardando indietro vedo degli investimenti dal punto di vista lavorativo e anche un appagamento che mi da il fatto di girare il mondo che mi piace moltissimo. E’ bello anche contornarsi di tutte queste cose piacevoli.

Quindi hai modificato il tuo gioco o hai semplicemente espresso quello che mostri online? “Da quando gioco live ho capito che sono 2 giochi diversi ma molto diversi. Quindi non cambio ma rivoluziono il mio gioco on line dove poi ho la fortuna di avere già un ‘image’ che posso sfruttare a mio favore mentre live la devo crearne una dal nulla non essendo nessuno. Ovvio le strategie possone essere le medesime anche se i tempi di attuazione sono un altro universo. Itell poi non ne parliamo penso che se uno fosse bravo come il dottore della serie ‘Lie To Me’ vincerebbe senza carte live! Il Live è il Gioco del Poker, è completo ha 1099340409890 di sfumature molto piu psicologico”.

Dove giochi, quanto giochi e qual’è il tuo main game? “Gioco all room e non ho scheduled che seguo ma ovviamente faccio gli mtt piu importanti dell .it e saltuariamente faccio action 4-6 x Plo che è un gioco che sto cercando di imparare perchè trovo un po più dinamico rispetto al cash nl e piu divertente diciamo. Comunque ora cercherò di mettermi dritto per diventare un buon giocare live mi sono stufato di essere visto come dead money io voglio essere un duro. Cosa ci vuole? Un buon mindset, una sana passione, lo studio e e il bankroll. Così posso diventare molto forte al livello dei super duri”.

E’ una vittoria che può cambiare le tue prospettive come professional poker player o ti mette solamente ‘comodo’ in termini di bankroll? “Questa vittoria mi mette di nuovo comodo in termini di bankroll e mi lancia verso l’orizzonte live a pieno ritmo da questa stagione fino alle Wsop prossime dove mi ero promesso di non tornare a menco che non avrei fatto una vincita di 200,000 euro. CI ho messo solo 1 mese da quando sono tornato a giocare, runno male?”.

Per chi ancora non lo sapesse, perché ‘bovediroma’? “Perchè bove è il mio soprannome storico da quando son piccolo sapete a Roma è un’usanza comunissima quella dei soprannomi”.

Era un periodo che tutti cercavano lo sponsor. Tu come sei messo da questo punto di vista? “Zero abbocchi e grazie della vostra attenzione che mi aiuta molto. Ma adesso la priorità è mettere ordine nella mia real life per migliorare dappertutto anche se continuerò a giocare e il mio poker spero ne risentirà positivamente”. 

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.