Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.

Bwin.party e le politiche sul poker: “I players italiani sul nuovo client entro giugno 2013”

Tante le novità di bwin.party sul poker online dove è una delle leader in tanti paesi europei mentre lavora per espandersi e rientrare anche nel mercato americano. Partiamo dalle migrazioni dei players sulla nuova versione del client PartyPoker: “Pensiamo che entro la prima metà del 2013 effettueremo la migrazione dei players rimasti ancora su Ongame come quelli italiani e francesi. Intanto nel casinò abbiamo lanciato con successo le slot per i nostri clienti italiani il 3 dicembre e le prime prestazioni sono state incoraggianti, in linea con le aspettative”.

Cambiate le politiche di affiliazione: “Nel poker è stata dedicata una maggiore attenzione alle acquisizioni dei players tramite i canali diretti, piuttosto che attraverso società affiliate possono ridurre le nuove iscrizioni e i giocatori attivi ma continueremo a migliorare la tecnologia della nostra offerta di gioco e migliorare l’ecologia all’interno del nostro network”.

TANTI GLI SVILUPPI NEL MONDO – Dalla fine del settembre ci sono stati una serie di sviluppi positivi sul fronte normativo. In Germania, il 20 dicembre 2012 il Gruppo è stato uno dei 12 operatori ad ottenere sei anni di licenza per operare nel casinò online e nei giochi di poker nello stato dello Schleswig-Holstein. Lo Schleswig-Holstein ha ricevuto pareri circostanziati dalla Commissione europea e da Malta con ulteriori commenti da parte del governo britannico, mettendo in discussione la revoca della proposta di legge esistente, che aveva stabilito un sistema regolamentato di licenze per Scommesse sportive, poker, casinò e bingo giochi.

Vi è ora una domanda su come il regime esistente in Schleswig-Holstein possa coesistere con il sistema alternativo proposto dal altri 15 Länder che si propone di consentire scommesse sportive solo e con notevoli e ulteriori restrizioni per l’offerta online. Restrizioni che non si applicano per gli operatori terrestri. Nonostante i recenti pareri dettagliati e la minaccia di un procedimento formale di infrazione, lo Schleswig-Holstein può scegliere di portare avanti la revoca del suo diritto esistente e aderire al quadro proposto dal altri 15 Länder.

Mentre accogliamo con favore il passaggio alla regolamentazione del mercato del gioco online in Germania, questo deve essere coerente e in linea con il diritto comunitario.

In Belgio, in seguito a quanto annunciato il 14 dicembre 2012, Belcasinos, il nostro partner locale ha avviato il processo di ottenimento di licenze di esercizio necessarie per operare tutti i prodotti online.

L’OCCHIO RIVOLTO SEMPRE AGLI USA – Negli Stati Uniti, un nuovo disegno di legge per regolamentare il poker online e giochi da casinò è stato approvato nel New Jersey ed è ora in attesa della firma del governatore, prima di diventare legge. Avendo già posto il veto alla proposta di legge sulle preoccupazioni costituzionali, il Governatore ha tempo fino al 3 febbraio 2013 per firmare o porre il veto alla proposta di legge. In California, il senatore Roderick Wright ha reintrodotto il suo disegno di legge per regolamentare il poker online nello stato. Attraverso le nostre partnership esistenti, rimaniamo in buona posizione per trarre vantaggio da queste opportunità di intra-statali, se la legislazione necessaria diventare legge.

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.