Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.

Che final table alla Tilt Poker Cup Venezia! Svetta Montagner poi Fasolis, Mosca e Musso

Venezia – Marcello Montagner, Alessandro Fasolis, Enrico Mosca e Maurizio Musso oltre a Prandini, Adinolfo, Vittorio Ferrigno e la terribile Maria Teodori. Il tavolo finale della Tilt Poker Cup che va in scena oggi al casinò Ca’ Noghera di Venezia è di quelli densi di significato e di qualità.VETTA MONTAGNER – In vetta ancora un certo Montagner, regular degli eventi veneziani che tutti ricorderanno per i due secondi posti di prestigio conquistati tra la fine del 2012 e l’inizio del 2013. Prima ha fatto da ‘secondo’ all’incontenibile Galb Lepore alla Notte del Poker, poi a Rocco Palumbo sfiorando la vittoria del Wpt. Sempre Venezia, ovvio. Giocare ‘in casa’ sembra contare anche nel poker quindi.

TORNEO IN CRESCENDO – Il torneo di Marcello ha preso il via alla fine del day2 quando ha beccato un poker di ‘donne’ pazzesco che l’ha fatto schizzare sulle 550.000 chips quando la media era sulle 190.000. Poi è stato un crescendo costante fino a piazzarsi sui 3,7 milioni circa, senza timori nei confronti di un Bubukonan Fasolis davvero in palla che, proprio dalla testimonianza di Montagner allo stesso tavolo, ha aperto un’infinità di spot chiudendo a 2 milioni e qualche spiccio appena dietro Mirco Prandini a 2,6 milioni.

Enrico Mosca all’inizio del day3 era cresciuto tantissimo per poi attestarsi su 1,3 milioni di gettoni in quarta posizione. Con lui altri due del ‘team Torino’, una flotta di giocatori arrivati alla Tilt Poker Cup, con Alessandro Adinolfo e il pro PokerClub Lottomatica Maurizio Musso, Questi ultimi due sono appaiati intorno alle 970.000 chips. Si ‘rispetteranno’ o se le daranno di santa ragione in ogni caso?

I CORTI  – Sorpresa Vittorio Ferrigno, addetto ai lavori nello staff di PaganoEvents che si piazza settimo per 545.000 chips seguito dalla Teodori a 530.000 gettoni. I due short sono davvero short e hanno poche ‘mosse’ da fare. Soprattutto in relazione ai primi tre che sembrano davvero inarrivabili. Ma il final table può anche sconvolgere gli equilibri e con un raddoppio e qualche colpo ci si puà riportare in quota.

BOLLA POCO FILICE – A fare da bolla al final table, Salvatore Filice eliminato dal solito Montagner in un cooler AA contro KK che brucerà tantissimo a chi è arrivato ad un passo dal tavolo finale.

Si gioca per una prima moneta da quasi 30.000 euro che per un evento da 350 euro gode di un ottimo Roi.

Il chip count del final table:

1 MONTAGNER MARCELLO 3.675.000

2 PRANDINI MIRCO 2.615.000

3 FASOLIS ALESSANDRO* 2.070.000

4 MOSCA ENRICO 1.330.000

5 ADINOLFO ALESSANDRO 970.000

6 MUSSO MAURIZIO 960.000

7 FERRIGNO VITTORIO 545.000

8 TEODORI ANDREA MARIA 530.000

 

Prizepool:

1 28.347,00

2 19.500,00

3 14.300,00

4 11.300,00

5 8.500,00

6 5.900,00

7 4.200,00

8 3.050,00   

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.