Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.

Chris Ferguson vicino all’accordo con la Giustizia Usa

Chris Ferguson avrebbe ottime probabilità di patteggiare o di far decadere la causa civile che è stata montata contro di lui dal Dipartimento di Giustizia Usa in seguito alla truffa (schema di Ponzi) architettata dall'ex 'Jesus' oltre ai soci e complici Howard Lederer, Ray Bitar e Rafe Furst.

Le indiscrezioni arriverebbero da fonti al di fuori dagli Stati Uniti. Il governo e gli avvocati dell'ex azionista di Full Tilt Poker sarebbero stati impegnati in conversazioni nel corso delle ultime settimane. Ci sarebbe anche un documento depositato in tribunale di recente a New York che testimonierebbe questa speranza per Ferguson.

Qualora Ferguson dovesse stabilire il tutto con la giustizia americana rimarrebbe solo Bitar a dover risolvere i suoi problemi. In effetti è l'unico ad essere stato accusato e quindi condannato a livello penale. Oltre ad affrontare pesanti sanzioni pecuniarie, Bitar sta addirittura esaminando la possibilità di passare parte della sua vita in prigione per il suo ruolo nella presunta frode della società. Ferguson, Lederer e Furst non hanno mai dovuto affrontare accuse penali in materia.

Giocatori americani sono ancora in attesa di essere rimborsati dopo che un accordo la scorsa estate ha determinato l'acquisizione di Full Tilt da parte di PokerStars e di avere quindi il denaro sufficiente per ricompensare gli ex clienti degli Stati Uniti per un valore di 159 milioni dollari

 

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.