Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.

Coach Levine impazzisce al main Wsop: urla e schiamazzi per un super scoppio

Las Vegas – Siamo alla fine del quarto livello del day1b del main event delle World Series Of Poker e nella Brasilia room dove ci sono alcuni italiani tra cui l’ottimo Gianluca Rullo che in questo momento è a 145.000 chips (si partiva con 30.000 ovviamente) e un player con la maglia di Michael Jordan impazzisce. Inizia ad esultare per tutta la sala e, una volta visto il board, si capisce perché.

 

Ricostruendo l’action un certo Michael Levine (“Ma mi chiamano tutti Coach”, ci dirà appena vinto il colpo, ndr)è arrivato ai resti sul flop con un avversario dopo aver settato gli 8 sulle prime tre community cards. L’avversario ha due Assi e chiama ‘Coach’ che è corto con meno di 20.000 chips. Al turn scende un Asso e Levine è pronto a lasciare la sala e si mette a chiamare senza disperare, l’unica carta che gli può servire quando, sul river, si materializza un altro 8 per il poker. Coach si mette a urlare come un pazzo e a chiamare l’8 in spagnolo: “Ocho ocho”. Un vero miracolo al river e si materializza la carta che serve a Levine per andare in paradiso. Uno scoppio e un controscoppio che lo fa sopravvivere in questo main event da circa 3.000 iscritti finora tra day1 a e b.

Non deve aver preso neanche il warning per l’esultanza troppo eccessiva visto che si siede al tavolo per la mano immediatamente successiva. Anche i floorman hanno un’anima: del resto quando capita che si scoppino tre assi con un poker di 8?

 

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.