Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.

Costa Rica, nuovo asilo dei poker player Usa

Sono circa 150 i giocatori di poker online statunitensi che nell’ultimo anno si sono ‘rifugiati’ in Costa Rica, dove giocano liberamente senza la necessità di pagare le tasse sulle vincite.

Secondo vari esperti consultati, l’attività che conducono in Costa Rica non è illegale e le autorità Usa possono solo appellarsi al fatto che vengono condotte delle transazioni bancarie sospette. Secondo l’esperto in materie tributarie Francisco Villalobos, giocare a poker online non è un’attività regolamentata in Costa Rica e fa parte di una lacuna del sistema di riscossione delle imposte. La legge sulle imposte sui casinò e le scommesse elettronica impone una tassazione alle imprese che gestiscono l’attività, ma non ai giocatori.

Ai rifugiati ‘per gioco’ è dedicato un sito internet chiamato Poker Refugees che ne ha individuato sinora 243 tra Canada, Costa Rica e Canada. Il sito li aiuta a trovare buoni hotel, trasferimenti, ad aprire conti correnti bancari, un alloggio, così che possano cominciare rapidamente a giocare online. Molti di questi giocatori Usa di poker online hanno lasciato il paese a causa di controlli che le autorità hanno condotto per tassare le vincite.

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.