Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.

Dario Alioto e il futuro del poker online: ‘Tanti errori da cui imparare’

Effetto moda, effetto cannibalizzazione, calo fisiologico e legato al percorso naturale lungo la classica curva ‘economica’ del prodotto. Sono queste le ragioni del calo evidente della raccolta e della spesa del poker online?

O forse un approccio sbagliato sia a livello aziendale da parte di molti operatori del settore e anche da parte dei clienti stessi, i poker players. Dopo un 2013 che si appresta a chiudersi con un calo medio intorno al 33/34% è bene fermarsi a ragionare e capire cosa ci aspetta per l’anno appena iniziato, il 2014.

 

Chi meglio di Dario Alioto, fresco di rinnovo al comando del team Sisal Poker, può fornirci una visione a 360 gradi di quello che è e di quello che sarà il poker online, il ‘giochino’, come amano chiamarlo tanti, per il 2014.

“Credo che gli operatori di poker online in Italia stiano attraversando un collo di bottiglia. Ovviamente saranno i più forti a sopravvivere ma anche chi, pur non essendo un colosso, è riuscito a lavorare bene in questi anni seguendo logiche corrette e dandosi delle regole valide per il mercato del poker online”, esordisce Dario Alioto.

 

Ma come siamo arrivati a questo calo pazzesco nel giro di appena 10 mesi? “Alcuni hanno fallito perché volevano fare dei numeri subito e si sono danneggiati da soli proponendo dei deal improponibili agli utenti. Accordi sul rake che non rispondevano a nessuna logica di mercato. Altri hanno vissuto una crisi probabilmente per incompetenza e per non aver saputo lavorare bene sul prodotto. Quindi si farà sempre più pulizia e il mercato si concentrerà attorno ad alcuni operatori forti che comunque si ridurranno proprio per questo processo di selezione e riorganizzazione”.

 

E i players? Possono avere la coscienza a posto? “Assolutamente no. Fino a qualche anno fa erano tutti professional poker player, tutti campioni, tutti avevano deciso di mettersi a fare questo mestiere ma non è così semplice. E’ un lavoro molto delicato ed è davvero più difficile vivere di questo. Anche l’illusione che molti si sono creati è servita ad allontanare players, numeri e liquidità”.

 

Gli esperti parlano di effetto moda come unica ragione che ha portato al ridimensionamento del poker, sei d’accordo? “Non può essere così, anzi – prosegue Alioto – il poker non passerà mai di moda. Diciamo che la rete era strutturata e dimensionata in maniera non sostenibile. Il ridimensionamento del mercato ci sarà ma servirà a migliorare il mercato stesso. Chi riuscirà a passare questo momento, poi, non avrà più problemi davvero”.

Secondo Alioto non bisogna drammatizzare. Anche nel dot com si sono vissuti questi periodi critici: “Sono processi ciclici che sono capitati spesso e capitano tuttora nel dot com. Magari assistiamo ad una poker room piena di fish, poi arrivano gli squali, la svuotano e rimangono da soli. E i ‘pesci’ migrano in un’altra room e il processo riparte. E qualche room italiana ha già iniziato ad isolare alcuni shark che asciugano la liquidità pur grindando numeri importanti”.

 

Come abbiamo analizzato nell’analisi generale, il casinò online ha danneggiato molto il poker, così come altri giochi: “Il player amatoriale in effetti ad un certo punto va a giocare su una slot dove sa già che non potrà vincere più della macchina e dove non gioca contro un avversario reale che magari non è riuscito a battere. Sembra che non vogliano sforzarsi e molti si stanno ‘cinesizzando’ orientandosi su alcuni giochi ad intrattenimento zero. Eppure molti concessionari non capiscono che tutti i giochi sono complementari, si aiutano tra loro. L’esempio del poker dal vivo che potrebbe aiutare una sala slot dove potrebbe arrivare più gente grazie ai tornei. Invece vedi spesso queste sale vuote o con le stesse persone che neanche si parlano. L’esatto contrario del poker, sia live che online”.

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.