Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.

Divorzio shock tra Luca Moschitta e PokerStars.it

“Cari amici, da oggi non farò più parte del Team Online di Pokerstars”. E' questa la bomba della settimana comunicata da Luca Moschitta sul suo profilo Facebook alle 15 spaccate senza che nessuno paventasse questa possibilità.
Parole chiarissime, apparentemente senza livore e che non lasciano trasparire le reali motivazioni se ci sono e vanno oltre le parole del giocatore siciliano. Tuttavia qualcosa pare sia successo e la situazione è delicata con il player che si è trincerato dietro le parole del suo status. 

Leggi l'intervista a Luca Moschitta 

 “Si conclude così, dopo 3 anni, un’avventura che mi ha permesso di accumulare enorme esperienza oltre che di diventare il giocatore e la persona che sono oggi. La decisione di non rinnovare il contratto è stata comunicata prima dell’inizio dell'IPT di Saint Vincent, torneo che ho poi concluso con una vittoria che ha rappresentato l’apice (almeno finora) della mia carriera. Nel contempo ho continuato ad onorare, come professionalità impone, gli impegni contrattuali nel migliore dei modi”, prosegue Moschitta.
“Lascio con orgoglio, sapendo di aver svolto un eccellente lavoro nel ruolo di professionista negli ultimi anni, e con la consapevolezza di aver contribuito a rendere  Pokerstars.it ciò che è oggi: la poker room leader in Italia. Pokerstars.it, negli ultimi anni, ha enormemente ampliato il numero di clienti, diventando un'azienda in cui lavorano molte persone.

Poi un passaggio che sembra aprire qualche riflessione: “Probabilmente la sfida di Pokerstars dei prossimi anni sarà quello di riuscire ad offrire un prodotto sempre migliore, continuando ad operare come la poker room leader al mondo, evitando che qualche “scheggia” interna possa anche solo minimamente influenzare la straordinaria professionalità dell’azienda”.

Arriva il momento dei saluti: “Mi mancheranno molto e non potrò mai dimenticare le persone che mi hanno accompagnato durante questa avventura: alcuni ragazzi del supporto, Sandro, Maurizio e Massimiliano fino a Paolo e tutta la community di Intellipoker che in questi 3 anni mi ha onorato per calore ed affetto”.

E ancora: “La mia filosofia è sempre stata incentrata sul concetto che non bisogna mai accontentarsi perchè nulla è impossibile. Bisogna credere in sé stessi, bisogna sempre pianificare dei traguardi e dare il massimo per raggiungerli per poi programmarne altri. Bisogna essere sempre pronti ed avere il coraggio di prendere decisioni radicali e, nel caso in cui tali decisioni non dipendano da noi, ripartire con ancor maggior convinzione senza mai abbattersi per una delusione temporanea. 
Ho deciso che mi prenderò un paio di mesi di riflessione per pensare con calma al mio futuro da giocatore professionista. Non nascondo di aver già parecchie opzioni da valutare ma ritengo che non sia il momento di assumere decisioni affrettate. Sappiate che sarò sempre presente, nel mio Blog e sui miei social network. Il mio stile di vita e di comunicazione non è mai stato dettato dal fatto di essere un Professionista sponsorizzato o meno. Sono sempre stato me stesso e, nel bene o nel male, vi prometto che continuerò ad esserlo”.  

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.