Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.

Ecco perchè PokerStars vorrebbe acquistare Full Tilt Poker

Perché PokerStars dovrebbe investire 750 milioni di dollari per cercare di far resuscitare Full Tilt Poker quando è rimasta la sola nel mercato a certi livelli? Al di là delle considerazioni che qualcuno intelligentemente ha posto e cioè, acquistando Full Tilt, Stars uccide il mercato, forse c’è qualche motivazione che potrebbe sfuggire a molti.

Negli ambienti del poker Usa circola qualche voce che riguarda due dirigenti della poker room in questione che hanno avuto comunque dei problemi e delle cause pendenti su di loro nonostante l’ottima risoluzione dei rimborsi ai players dopo la chiusura della sala per il Black Friday.

Stiamo parlando di Paul Tate e Isai Scheinberg. L’ipotesi, che va comunque presa come tale, è che accettare queste condizioni inique per la room rientrerebbe in un accordo con il Dipartimento di Giustizia Usa: tramite il rimborso dei players la room e i suoi dirigenti, si laverebbero la fedina penale ridimensionando le accuse di frode bancaria e riciclaggio a semplici censure di comportamento.

 

C’è un precedente proprio con PokerStars intenta a pagare somme ingenti al DoJ per far decadere le accuse. Non corruzione ma sanzioni e deal raggiunti per continuare a convivere. E se PokerStars venisse riabilitata potrebbe anche entrare nel mercato del poker on-line degli Stati Uniti quando verrà legalizzato e regolato, come tanti altri gruppi di gioco sono pronti a fare.

Chissà se sarà davvero così?

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.