Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.

Eccolo il braccialetto Wsop: Roccoge Palumbo vince l’evento 44 ed entra nella storia del poker mondiale

Dopo Farina, 2 volte Pescatori, Minieri, Alioto nella versione europea e Candio unico a raggiungere il final table, da pochi minuti Rocco ‘Roccoge’ Palumbo ha piazzato il colpo della vita, quello che lo consacra (non ce n’era forse tanto bisogno) come professional poker player, campione assoluto di mtt e lo ascrive nell’Olimpo dei migliori al mondo e d’Italia. Ha vinto l’evento 44 delle Wsop 2012 da 1,000 dollari su un field infinito di quasi 3,000 players e tantissimi campioni (se alle Wsop organizzassero un sit da 100 dollari troveremmo Ivey ed Hellmuth seduti anche lì) per una prima moneta da 464,000 dollari.
Ed è una vittoria che finalmente rende giustizia all’Italia. Sì perché avremmo meritato anche in precedenza di piazzare qualche colpo decisivo con Baldassari o Longobardi ma con tanti players come Alioto, Pescatori, Rooney, Sammartino che, arrivati al day2 con classe, esperienza e qualità, non hanno mai ricevuto la spinta necessaria dalla mano bendata.

Roccoge lo sapeva e l’ha detto prima del final day di stanotte: “Se raddoppio sono tranquillamente in gioco, mi serve un colpo fortunato”. Lui gioca milioni di mani e tutte in tornei che somigliano a queste strutture Wsop, tremende all’inizio ma che poi premiano la qualità. AJ l’avversario, KJ lui: un K salvifico e benedetto lo manda a 850,000 chips ed entra così nel tavolo finale. L’avevamo scritto appena partito: magari ci sarà stato qualche ‘reg’ americano che potevamo non conoscere ma la partita poteva essere di Rocco. Memorabile, quindi, la 5bet all in con il walk alla sua mossa, casa base e mostra soddisfatto un 7 di fiori. Un pò come il cucchiaio di Pirlo all’Inghilterra questa è la mossa che annichilisce gli avversari.

Poi il runner up Robinson in heads up non era il giocatore che poteva impensierirlo. Stavolta le carte hanno giocato onestamente e alla fine la vittoria è arrivata. A9 contro K6, A sul flop e un K al turn tanto per far venire un brivido che subito vola via però.
In attesa di carpire le sue emozioni abbiamo finalmente un altro braccialetto nella bacheca del nostro poker.

Anche qui con la bella e brava Carla Solinas l’avevamo detto: arrivano più italiani a Las Vegas, giochiamo bene. qualche risultato deve per forza venire. Ed eccoci qua a rimpinguare i successi storici dei ‘nostri’ a Las Vegas. Non poniamoci mai limiti, siamo un popolo in crescita pokeristicamente parlando e qualcosa di così bello non poteva non accadere.
Complimenti a Roccoge che abbasserà lo spread con questa ricca prima moneta. Ma se chiama Mario Monti caro Rocco, non rispondere.

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.