Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.

Filippo Candio, i 50mila dollari e la Finanza: ‘Sto risolvendo con lo Stato, notizie travisate e allarmiste’

Una sorta di ‘no comment’ molto articolato quello di Filippo Candio in base alle continue notizie che arrivano sul suo conto, ultima, ma non certo per importanza, quella indicata dai giornali della zona di Varese e confermata dalle stesse redazioni locali che hanno attinto alle fonti della finanza di Gaggiolo, in cui il poker player sardo sarebbe stato fermato alla dogana con 50mila dollari non dichiarati.

 

CANDIO PRECISA – Fatti risalenti ad un paio di settimane fa e che arrivano proprio quando la bufera scatenata dai media nazionali sulla situazione finanziaria dello stesso Candio sembrava essersi placata.

“Preso atto delle notizie degli ultimi giorni ci tengo a spiegare che la mia situazione è in via di totale risoluzione e le notizie trafugate molto “allarmiste” sono state travisate quasi in toto. In qualsiasi caso , avendo già protratto dei rapporti son lo Stato Italiano (anni or sono) volti alla risoluzione della mia situazione personale non credo sia il caso di rliasciare ulteriori dichiarazioni affinchè non venga intralciato l’ottimo lavoro già svolto sia dalla GDF che dalla Agenzia delle Entrate”, parla Filippo Candio.

 

SITUAZIONE GIA’ RISOLTA? – In effetti pare che il player abbia già chiarito la situazione alla dogana di Gaggiolo forse pagando già una sanzione che avrebbe aggiustato le cose e potrebbe chiudere in quel momento la vicenda. Ma sono solo indiscrezioni non confermate dall’interessato.

Candio è “convinto che a breve questa spiacevole vicenda si chiuderà con tutti i chiarimenti possibili”.

 

LA SPERANZA ARRIVA DALL’EUROPA (FORSE)– E proprio in questi giorni era arrivata la bella notizia dell’indirizzo della Commissione Europea alla Corte di Giustizia comunitaria proprio a favore dei players e contro le inique e illegittime tasse sulle vincite in tornei di poker all’estero e nei paesi membri: “Purtroppo la materia che disciplina le vincite all’estero è molto confusa ma come avrete potuto notare dalle ultime news non ci vorrà molto affinché venga posta luce sulla questione e “sopratutto” sulla mia buona fede”, prosegue Candio. In ogni caso la sua vincita più imponente non è arrivata in Europa ma nello Stato del Nevada in Usa. Tutta da verificare l’apertura legislativa europea sull’operazione ‘All in’ rispetto alle vincite extra comunitarie. Certo è che qualcosa sta cambiando e anche Candio e altri giocatori potrebbero ottenere benefici da questa situazione.

I FATTI – Secondo le fonti locali Candio sarebbe stato fermato alla dogana di Gaggiolo con 50mila dollari. Il campione del tavolo verde ed è stato multato perché non aveva segnalato la quantità importata. Ma la gdf, dopo alcuni approfondimenti, ha indagato l’uomo per evasione fiscale e gli ha sequestrato l’intera somma. In realtà pare che l’importo sia già stato sanzionato e restituito al titolare. Sul caso indaga comunque il pm di Varese Sara Arduini. 

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.