Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.

Fipol: un incontro con il Coni di Malagò a breve per riconoscere il poker sportivo

Una lettera di risposta dal presidente del Coni Giovanni Malagò, e già questo sembra essere un risultato incredibile, con una promessa di fissare un incontro da organizzare entro la fine di settembre. L’unica strada seria e percorribile per il poker che punta da anni a diventare uno sport ed essere riconosciuto come tale, sembra sia quella avviata già da diversi anni dalla Fipol, la federazione italiana di poker online, appunto.E oltre al Coni c’è già l’accordo con l’Aics: “Anche quest’anno, grazie al consolidamento del rapporto con l’AICS, potremo offrire ai nostri tesserati molti servizi interessanti e organizzeremo oltre al Campionato Italiano e la Coppa Italia anche la FIPOL friendly League” ha spiegato Angelo Mileto, presidente dell’associazione. Il sito www.fipol.it, poi, è strutturato come i siti della Figc, proprio per conferire al poker quel carattere di disciplina sportiva che questi campionati su tornei e sit and go sulle principali room italiane, riescono a creare. Del resto la formula torneo e il lungo periodo (una stagione intera di gioco su cui misurarsi) sono proprio le peculiarità necessarie per rendere sportivo questo gioco.

Ma la vera notizia è senz’altro la risposta di Giovanni Malagò, nuovo presidente del Coni, che potrebbe aprire un tavolo di discussione per capire come proseguire sulla strada segnata dalla Fipol. L’incontro potrebbe essere fissato entro la fine di settembre o, al massimo, entro la prima metà di ottobre. Ovviamente non si conosce ancora la posizione di Malagò ma c’è da annotare, se non altro, un’apertura che con le presidenze precedenti non si era mai verificata.

Una sfida durissima, questo è assodato purtroppo. Lo testimoniano anche i fallimenti plurimi delle prime federazioni che gestivano i circuiti di poker dal vivo nazionali. Oltre ad una rappresentanza politica praticamente inesistente per il poker live e anche online. Un settore che soffre solo per il nome che si porta dietro l’antico retaggio del vecchio gioco d’azzardo.

Singolare, poi, che ad aprire una breccia sia un’associazione di poker online. Buono, evidentemente, il lavoro di Angelo Mileto e i suoi che ora provano a piazzare il colpo finale. Tempi e modi sono ancora lunghi e sconosciuti. Un riconoscimento del Coni non è solo un sogno che si andrebbe a realizzare ma anche uno sbocco clamoroso per il futuro di questa disciplina.  

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.