Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.

Francesco Rodano all’EiG di Barcellona: ‘Ora no al poker live e tempi lunghi per la liquidità europea’

Brutte notizie per il poker live e online dall’EiG di Barcellona, la conferenza che ha preso il via ieri con il taglio del nastro di Boris Becker e che vede protagonisti i principali operatori dell’iGaming, appunto. Brutte notizie soprattutto sui tempi visto che Francesco Rodano, head of remote gaming per l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli di Stato, ha assicurato che, per il momento, non è previsto il varo del regolamento e quindi del bando di gara pubblico per le 1.000 concessioni di poker dal vivo.

Per quello che riguarda il poker online e, quindi, per il sogno di tanti operatori e giocatori di una liquidità unica europea, Rodano ha ribadito quello che aveva ribadito ad Oslo nella conferenza sul gioco transfrontaliero della scorsa settimana. Anche in questo caso, però, ci vorranno tempi lunghi per vedere qualche risultato: “La Commissione Ue è la sede ideale per individuare standard comuni per la gestione del gioco nei paese europei, grazie al lavoro del tavolo tecnico sul gioco online dedicato a Bruxelles e di cui fanno parte rappresentanti di 28 paesi. Il processo però è ancora lungo e prende spunto anche dalle raccomandazioni inviate dalla Commissione Ue agli stati membri. Nel frattempo, per gli operatori il problema è serio, dovendo adeguarsi a tanti sistemi normativi quanti sono i paesi europei. Un’operazione costosissima e molto impegnativa”

Rodano lancia anche una soluzione alternativa all’attesa delle regole comuni europee. Un po’ come il modello americano dove i singoli stati si stanno dando da fare in attesa della legge federale: “Possiamo attendere la definizione di standard comuni europei oppure fare al contrario: due paesi con sistemi simili si mettono d’accordo e gli altri si adeguano un po’ alla volta”.

Fermo e deciso il responsabile del gioco online Aams che ha chiesto anche aiuto dagli operatori per risolvere le problematiche e difendere le licenze insieme senza pretendere che le soluzioni arrivino da sole e dall’alto dell’Adm.  

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.