Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.

Full Tilt Poker, che lancio: qualche problema ma PokerScout dice 45,000 players online

Volano dati pazzeschi sul rilancio di Full Tilt Poker, anche se i players di tutto il mondo o, almeno dei paesi che hanno potuto loggarsi al sito per riavere il maltolto da Lederer e soci, hanno incontrato qualche problema.

Le note dolenti arrivano per il login, a volte difficoltoso, e per il cash out, non sempre fluido e immediato. Ma i dati che circolano offrono più di qualche attenuante per un sito abituato a questi numeri ma, tutti d’un fiato, possono comunque rappresentare un problema per server e trasmissione dati.

Secondo PokerScout.com, al momento di punta nell’arco delle 24 ore esaminate, ci sono stati 14,773 players nel cash game. PokerStars ne aveva 31,895. Tuttavia nella giornata di ieri il totale dei giocatori circolati ha toccato quota 45,000. Va subito specificato che non tutti hanno giocato ma erano in molti a transitare solo per controllare le funzionalità, partecipare ad altri giochi o solo per fare cash out.

Dati sballati e inattendibili ma comunque assolutamente confortanti per PokerStars. Insomma c’è la sensazione che l’acquisto sia stato un grande affare. Bisognava solo capire se i giocatori, per paura che ricapitasse di nuovo un giorno nero come quel maledetto ‘friday’, togliessero tutti i fondi dalla room. Di sicuro una parte verrà prelevata. Ormai la prudenza non è mai troppa. Ma sembrano esserci tutte le garanzie affinché Full Tilt possa riprendere quel posto che le competeva.

A livello ‘macro’ bisogna valutare alcuni aspetti. Di sicuro il poker online internazionale con l’immissione di queste centinaia di milioni di dollari di gioco ne trarrà giovamento. Ma non è da sottovalutare neanche l’effetto osmotico che potrebbe verificarsi da alcune room verso Ftp. Sempre secondo PokerScout ieri ha perso qualcosa PokerStars, 888, iPOker e anche PartyPOker. Alcune centinaia di players, PokerStars addirittura 3,000.

Meglio attendere qualche giorno ovviamente ma i segnali sembrano già abbastanza chiari. Il poker ci guadagnerà ma in molti perderanno quote di mercato con il ritorno di Full Tilt.

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.