Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.

Full Tilt Poker ha sfiorato la seconda rovina: Tapie contro lo Stato francese per il lodo Adidas

E per fortuna che il Dipartimento di Giustizia americano non ha chiuso l’accordo con il magnate francese Bernard Tapie, ex presidente dell’Olympique Marsiglia e proprietario dell’Adidas che, proprio sulla compravendita di questa azienda conosciutissima nel mondo dello sport, sta rischiando di finire in rovina.
QUEL LODO DA 405 MILIONI – Il magnate che ha provato comunque ad entrare nel mondo del poker con il mezzo fallimento dell’International Stadium Poker Tour (al quale si era attaccato anche un altro evento italiano caduto in rovina con un buco da quasi 200mila euro), ora si è messo contro lo Stato francese per i 405 milioni di euro ottenuti dal lodo arbitrale del 7 luglio 2008 sulla vicenda Adidas.

IN CARCERE DA 4 GIORNI – Tapie è sotto interrogatorio da lunedì in carcere e si va verso un aggiornamento della sua permanenza in carcere. Il Consortium de Réalisation (CDR), l’organismo incaricato di gestire il passivo del Credit Lyonnais, ha confermato il deposito di un ricorso presso la Corte d’Appello di Parigi sulla sentenza arbitrale sul lodo in questione.

TAPIE IN HEADS UP CONTRO LA FRANCIA – Rischia grosso Tapie visto che il ricorso si fonda sull’articolo 1491 del codice di procedura civile francese. In pratica i giudici dovranno capire se la decisione di erogare questi soldi a Tapie è stata viziata a livello politico. E Tapie, in caso di cancellazione del lodo, potrebbe essere costretto a pagare.
Qualora Full Tilt fosse passata di mano a Tapie ora sarebbe successo il finimondo con un secondo scandalo nel giro di un paio d’anni.
La situazione non è ideale per Bernard visto che sono tanti i soggetti coinvolti nell’operazione che sono stati incriminati per ‘escroquerie’, ossia frode organizzata.
BERNARD E’ SERENO – Eppure era entrato in carcere abbastanza serenamente difendendo anche l’ex capo di stato francese Nicolas Sarkozy: “No lui non c’entra niente!”. Ne siamo così sicuri?

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.