Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.

Full Tilt Poker: i soldi agli americani tra un anno, Italia silenzio assoluto

Ci vorrà un anno o forse più per riavere i propri soldi bloccati sui conti di Full Tilt Poker. E’ Garden City Group, la società di pagamenti e riscossioni nominata dal Dipartimento di Giustizia Usa a dare questa brutta notizia ai giocatori di poker americani che in settimana avevano lanciato una sonora polemica su Twitter e sui social network.Un portavoce ha subito pensato a mettere un fermo ad ulteriori polemiche e indiscrezioni: “Non ci sono date fissate ancora e non abbiamo ancora iniziato ad esaminare il processo dei reclami”, ha aggiunto lo spokesperson.
I player americani invidieranno i giocatori europei, specie quelli francesi e di quei paesi in cui c’era già una licenza legale di Full Tilt, e che hanno già ricevuto i soldi dei loro conti gioco. Anche gli italiani sono in attesa ma, per loro, vioste le leggi vigenti e il carattere illegale ddi Ftp, le speranze sembrano ridotte sempre di più al lumicino. Dovrebbe essere PokerStars a rimborsare ora i giocatori italiani ma non si è ancora trovato un metodo ‘legale’ e trasparente per far rientrare soldi che venivano giocati su una room considerata illegale dal sistema concessorio italiano. Significherebbe far rientrare soldi derivati da un gioco illegale.
GCG ha capito che le procedure saranno lunghissime per risalire a tutte le richieste e ai reclami dei giocatori che chiedono un totale di 184 milioni di dollari. Per alcuni casi potrebbe volerci anche più di un anno. Alcuni pessimisti parlano di quasi due anni.
Sarebbero 1,3 milioni i players che vantano un saldo positivo nel cashier ormai bloccato da due anni e qualche mese dopo il Black Friday. Oltre agli account più ricchi ci sono anche quelli che hanno pochi dollari ma che li rivorrebbero nelle loro tasche.
A complicare le procedure il rapporto con ben due agenzie federali che rallenterebbero ulteriormente dal punto di vista burocratico, le procedure: la sezione confisca dei beni e la sezione anti riciclaggio. Una volta stabiliti e accertati i soldi da rimborsare bisognerà aspettare anche l’ordine di pagamento da distribuire.
Inoltre, se all’estero i soldi sono stati transati tramite PokerStars, in Usa potrebbero esserci ulteriori complicazioni visto che, attualmente, la room dalla picca rossa è considerata illegale.

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.