Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.

Full Tilt Poker, l’ex ceo Bitar torna in libertà ma la cauzione è lievitata

Alla fine l’accordo sulla cauzione è stato trovato e Ray Bitar, ex amministratore delegato di Full Tilt Poker, è stato scarcerato ieri sera dopo averne pagata una da 2,5 milioni di dollari e aver accettato di destinarne 2 milioni di dollari in proprietà per assicurare il suo ritorno alla corte distrettuale Usa di Manhattan quando richiesto. Bitar, quarant’anni, è volato a New York dall’Irlanda la scorsa settimana per rispondere alle accuse mossegli dalla Doj nell’ambito del caso Full Tilt Poker, in particolare quella di aver elaborato uno Schema di Ponzi.

Secondo i pubblici ministeri, ha mentito ai giocatori quando ha detto che i loro soldi sarebbero stati al sicuro, ma al momento quasi 300 milioni di dollari di giocatori di tutto il mondo mancano all’appello, la metà dei quali di players Usa.

Bitar si è dichiarato non colpevole e ha anzi affermato di aver “lavorato sodo” negli ultimi quindici mesi per aiutare i giocatori a ottenere i rimborsi. Ha chiesto dunque di poter tornare per affrontare le accuse che “fanno parte di quel processo”.

Ma il governo ha formulato nuove accuse che fanno lievitare la quantità di tempo che dovrebbe trascorrere in prigione e i pubblici ministeri hanno argomentato che alla luce di ciò le possibilità che lui possa fuggire sono aumentate.

Il giudice Paul Engelmayer gli ha infine concesso la cauzione, ma solo dopo aver aumentato la quantità di denaro e di beni necessari. Bitar dovrà inoltre sottoporsi alla misura del braccialetto elettronico.

Il giudice ha dato credito al fatto che Bitar, cittadino americano, sia ritornato negli Stati Uniti per affrontare le accuse, che ha comunque definito “molto serie”.

Nei documenti presentati in tribunale la scorsa settimana, si sostiene che Bitar ha respinto il tentativo degli azionisti della sua azienda, la maggior parte residenti negli Stati Uniti, di sostituire lui e il consiglio di amministrazione che erano stati raggiunti da accuse penali.

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.