Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.
lepore_day3_snowfest2011-thumb-450x337-127204

Galb: ‘Dopo la triplete, il poker è il sogno di un braccialetto Wsop a Las Vegas’

 

“Las Vegas è stato sempre il mio sogno, prima volevo giocare le Word Series, ora dopo questi tre successi il vero desiderio è quello di fare poker con un braccialetto Wsop”. Il poker live passa in questi giorni dai successi di due players italiani al Wpt National e anche a quello Global: Gabriele Galb Lepore di Sisal Poker e poi il super raise di Roccoge Palumbo che dopo aver vinto il titolo mondiale a Las Vegas vince anche quello Wpt in Italia.

E queste sono le parole di 'TripleGalb' Lepore non appena 'shippato' anche il Wpt National, dopo aver vinto La Notte del Poker Club e la Snai Poker Cup. Parole ora misurate e ponderate, anche perché, a caldo, intervistarlo era impossibile: “Appena finito il torneo stavo malissimo. Pensavo di svenire da un momento all'altro – confessa Galb a Gioconews.it – volevo giocare il Wpt Global che era iniziato da poco e ho pensato di andare a riposarmi 2-3 ore per poi tornare al casinò e giocare. Purtroppo ci sono volute 7-8 ore perché mi riprendessi e ho preferito godermi la vittoria senza rimettermi al tavolo”.

Del resto l'emozione era stata fortissima: “L'heads up ha assunto un significato diverso dagli altri che avevo già giocato perché era la sfida decisiva che poteva valere la tripletta storica e lì per lì la tensione era salita tantissimo”.

Ma il bello doveva ancora venire: “Ho realizzato sul serio il giorno dopo e quando si sono accumulate le telefonate (ad un certo momento il cellulare di Galb risultava irraggiungibile, ndr) e i messaggi di complimenti. Poi Facebook, immenso. La cosa più bella in questi casi sono le parole della gente, i complimenti che vengono dal cuore e sono sinceri”.

Qual'è quello più bello, o quello più brutto? “Ma di negativo non ricordo nulla. Un ragazzo, invece, ha scritto una cosa molto bella che pensavo anche di pubblicare sulle mie pagine. E' uno studente italiano con la passione per il poker che ho conosciuto a San Diego durante una vacanza dopo il tavolo finale di Filippo alle Wsop (ovviamente Candio, ndr). Io ero col mio socio di Vegas Alan Reed e Speranza. Abbiamo passato un po' di tempo insieme in comitiva e questo ragazzo aveva avuto un'ottima impressione di me che ha poi ribadito in questo messaggio privato che mi ha colpito molto”.

Certo dopo questi successi in Italia verrebbe da pensare: chi te lo fa fare ad andare come tutti gli anni a Las Vegas? “Io non mi accontento mai – prosegue Lepore – anzi sarebbe bellissimo fare il poker di vittorie con un bracelet. E poi le Wsop sono state sempre il mio sogno. Cinque anni fa sognavo di giocarle. Poi sono diventato professionista e ho iniziato a giocare con regolarità anche i campionati del mondo anche se è andata sempre molto male”.

Dopo aver accumulato un grosso credito con la varianza in Italia chissà che quest'anno non sia la volta buona anche oltre Oceano: “Beh in effetti anche a Vegas mi è andata sempre male con qualche itm ma senza ottenere vittorie importantissime. L'umore sarà ottimo dopo queste tre vittorie e la forma c'è. Poi il feeling col posto ormai è solidissimo e io ce la metterò tutta”, sfida e si sfida Galb.

E' successo qualcosa di particolare, nel gioco o nel mindset? “No il gioco penso sia rimasto quello di sempre anche se è naturale che in certi periodi si gioca meglio e in altri peggio. E quando le cose vanno bene si approccia il tavolo sempre in maniera migliore. Tuttavia a settembre dello scorso anno mi sono svegliato un giorno con una forza di volontà e una voglia di fare che non avevo più forse da quasi due anni. E' cambiato il mio mood quotidiano e questo mi ha permesso di fare tante cose sia nel poker che al di fuori. Io questa forza che mi farebbe spaccare le montagne la chiamo il fuoco sacro”.

Programmi pre-Las Vegas? “Credo che partirò per le Wsop a ridosso del loro inizio e quindi a fine maggio. Dipende anche da altri impegni visto che sto avviando anche altre attività al di fuori del mondo del gioco. In queste settimanepotrei giocare, sempre in base agli impegni, le PLS PokerClub a Venezia, l'Ipo di Campione d'Italia e l'Ipt Grand Final di Sanremo”. Un'altra tripletta? Per Galb ormai nulla è vietato.  

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.