Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.

Galb Lepore, Sisal Poker: ‘Io ancora a premi ma perdiamo sempre i colpi decisivi alle Wsop’

“Perdiamo sempre tutti i colpi decisivi, è un vero incubo!”. Gabriele Galb Lepore del team Sisal Poker fa il punto delle World Series Of Poker di Las Vegas, sue e dell’Italia, appena uscito dall’evento 19 No Limit hold’em da 1,500$ dove si è piazzato 105esimo su 2,302 players iscritti confermando di avere il passo del maratoneta visto che raggiunge la doppietta itm dopo il 251esimo posto su 3,500 avversari nell’evento 9 re entry No Limit Hold’em.

Per lui finalmente qualcosa si sta invertendo nella pessima varianza che ‘vanta’ alle Wsop: “Sì speriamo, incrocio le dita ma non sono soddisfatto di quello che ho raccolto anche se ho fatto 2 itm. Intanto ho perso anche l’heads up dello shootout ma, avendo fatto deal, ho ripreso il buy in e poi è passato l’avversario”.

Ma il morale è buono: “Sono abituato a non arrivare alle Wsop e anche se potevo fare meglio per adesso va bene così, speriamo di fare ancora meglio”.

Anche perché a lui, come agli altri italiani già a alle Wsop da 20 giorni, le skills non mancano: “Già – conferma Lepore – ma è un vero incubo perché al momento decisivo perdiamo sempre le mani chiave. Dario, per esempio, (Alioto, ndr) in 3 tornei è andato deep e poi è uscito malamente vicino alla bolla. Anche oggi (poche ore fa, ndr) è uscito 30esimo a ridosso dei premi dopo aver perso quattro brutti colpi di fila”.

La sfortuna ha voluto poi che Alioto si scontrasse proprio contro Flavio Ferrari Zumbini in un monster pot che poteva fare comodo ad entrambi.

Un pizzico di fortuna in più potrebbe servire eccome ai nostri che nel Limit Hold’em escono malamente prima dei premi con Alioto e Zumbini e nel No Limit perdono Baldassari di Betpro.it, che era messo benissimo ma trovano ben 4 premi con Lepore, Gianluca Speranza che ha raggiunto il fratello già a Vegas da giorni e due italiani pressoché sconosciuti come Cristiano Galeazzi e Alessio Peciarolo che potrebbero però rivelarsi le rivelazioni di queste Wsop uscendo dal gruppo come ciclisti in volata. Chissà.

Galeazzi piazza una bandierina alle Wsop ogni anno. Sempre in questi tornei da 1,000 o 1,500 dollari nel 2010 e nel 2011. L’anno scorso si è piazzato solo ad un Deepstack Extravaganza del The Venetian.

Gli italiani a premio nell’evento 19 No Limit hold’em 1,500$:

105 Gabriele Lepore 3,729$

126 Gianluca Speranza 3,729$

157 Cristiano Galeazzi 3,356$

168 Alessio Peciarolo 3,356$

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.