Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.

Giuseppe Festa: ‘Smentisco tutte le accuse e vi spiego nel dettaglio quanto successo in questi giorni’

“Con riferimento alle notizie che stanno circolando in merito a spiacevoli situazioni che mi riguardano intendo effettuare una secca smentita nonché esprimere tutta la mia indignazione per le espressioni utilizzate. Intendo inoltre spiegare nel dettaglio ogni singolo elemento, riservandomi il diritto di tutelare in tutte le sedi nome e immagine a seguito di commenti singoli e/o collettivi da parte di chiunque esprima considerazioni in merito. Invito pertanto alla massima attenzione nell’esprimere giudizi sulla mia persona rispettando sempre e comunque la libertà di espressione di ogni singolo individuo nei limiti di un civile contraddittorio”. 

Riceviamo e pubblichiamo le precisazioni di Giuseppe 'Spider' Festa, noto poker player italiano, su alcuni attacchi ricevuti dallo stesso sui social network. Accuse ben precise che annunciavano anche azioni legali contro l'autore della smentita alle pubbliche accuse rivolte allo stesso Festa. Tuttavia il Festa non sembra irraggiungibile, anzi, sembra sia possibile parlare con lui su vari devices e mezzi di telecomunicazione. Ecco le precisazioni che riportiamo integralmente per non inficiare sul merito delle spiegazioni stesse.

“Per quanto riguarda la situazione Team Pro tutto ciò che è stato fatto era stato ampiamente messo a conoscenza tramite comunicazioni scritte e/o a voce ai vertici dello stesso rispettando il mio ruolo di Country Manager (in particolare email nelle quali mi veniva addirittura elogiato il lavoro profuso al riguardo), la mia libertà di movimento essendo a capo del dept. era pressoché illimitata, in quanto l’unico obiettivo da perseguire era l’incremento della base players italiana. A tal fine sono stati inseriti elementi capaci e che avevano comunque conoscenza dell’ambiente ; alcuni players hanno semplicemente acquistato in prepagato alcuni eventi comunicatimi dalla dirigenza nello scheduled eventi annuale a fronte di sconti fee e agevolazioni di tipo logistico, altri come quelli Team Pro e Friends (nessuno di loro ha mai dovuto pagare un centesimo per entrare nel Team) avevano come unico obbligo il dover “portare” un numero stabilito di players sui quali tra l’altro avevano di volta in volta alcuni vantaggi di tipo economico. In alcuni eventi ho personalmente messo a disposizione risorse personali per effettuare rimborsi a livello di amicizia per alcuni players.

Alcuni giorni prima la tappa del WPT WIEN problemi di natura LEGISLATIVA NAZIONALE AUSTRIACA ne hanno bloccato lo svolgimento presso la nostra struttura, a seguito di questo, mancando una legge attuativa ci è stato imposto un blocco pressoché completo degli eventi. Sono sicuro che questo possa sicuramente essere considerato una forza di causa maggiore da chiunque abbia un pizzico di cervello; a quel punto diveniva impossibile rispettare accordi contrattuali precedenti che erano basati su schedulazione nettamente e notoriamente maggiore.

In precedenza era schedulato un grande evento con Montepremi Garantito e attenendomi ai documenti ufficiali nei quali non mi veniva indicata nessuna modifica provvedevo ad effettuare agevolazioni per un membro del Team Pro che si rendeva disponibile (con buon margine di profitto) ad acquistare in prepagato i ticket messi a disposizione (ad oggi dell’importo originario stabilito il 70% nn risulta pervenuto , nonostante fosse stato indicato il completo saldo, con comunicazione di bonifico effettuato). La gestione contabile di tali ticket è da quel momento passata completamente a chi li aveva acquistati non rientrando più nella mia disponibilità, le compensazioni amministrative interne non riguardano certo i players.

Capisco l’amarezza di alcuni pseudo-pro che sparano adesso a zero su situazioni che neanche conoscono. Per alcuni ho avuto anche spinte per dargli una chanche e poi…

Discorso diverso per altre persone perché riguardano cose diverse ; in particolare riguardano poker room on line nelle quali chiunque sia nel nostro mondo conosce molto bene le dinamiche e nonostante NON ESSENDONE IN NESSUN MODO OBBLIGATO ho provveduto, per il fatto comunque di averci messo la faccia, ad effettuare di tasca mia anche se spesso parzialmente i refound necessari a livello di amicizia. Ma non c’era scritto da nessuna parte che dovessi o che debba farlo, perchè i rischi anche economici sono personali e quando le cose nn vanno come si vorrebbe non si deve sempre cercare una soluzione attaccando qualcuno.

Se basta un post su qualche social network per far parlare gente che neanche mi conosce allora questo non è più veramente il Mondo che era la mia passione, oramai è diventato una delle peggiori espressioni. Chiunque ha avuto modo di conoscermi mi ha sempre stimato, certo non sono perfetto e certamente ho commesso errori ma se anche quelli che ritenevo grandi amici e stimati colleghi si comportano cosi, questo mi spiace enormemente. Sempre a disposizione per qualsiasi chiarimento. Giuseppe “Spider” Festa"

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.