Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.

Give me 5 Italia: Fasolis, Dato, Preite, Moschitta e Castelluccio al day5 del main Wsop

Las Vegas – Giornata infinita, snervante, lunga, difficilissima. Degli undici italiani ne troviamo ben 5 al day5 su 239 players left su 6.352 iscritti. Altri sei sono andati a premio e un pizzico di rammarico per non essere andati oltre ci sarà anche se l’Italia si è ben comportata uscendo a testa alta sempre e comunque.

 

Comanda la cinquina italica Alessandro ‘Bubukonan’ Fasolis con 890.000 chips quando la media è di 797.000 chips. Ha aggredito in bolla con coraggio salendo a circa 600.000 per poi riscendere e quindi risalire attestandosi comodamente dopo la media. Ora parte l’assalto ai premi migliori.

Andrea Dato chiude alla fine a 886.000 chips dimostrando sempre di più il suo valore. Era tra i più short dell’inizio del day4 con 140.000 chips e ha condotto un torneo davvero stupendo salendo oltre il milione di chips. Ha continuato a martellare per poi perdere qualche mano che lo avrebbe portato qualche centinaio di migliaia di chips sopra la media.

Gaetano Preite si è goduto una giornata di poker favolosa giocando al tavolo con Annette Obrestad e Marvin Rettenmeier. Alla fine ha bluffato i due insieme mostrando un 5 di quadri e tenendo nascosto un bel 2, sempre di quadri, ma pur sempre un 2.

Altro boom giornaliero quello di Luca Moschitta che alla fine chiude a 630.000 chips. Per lui un torneo sempre in short stack dai primi giorni di gara. Poi è cresciuto e anche lui ha mostrato alcuni colpi in bluff notevoli al tavolo.

Giornata pazzesca anche per Sergio Castelluccio che alla fine si attesa sulle 550.000 chips incontrando alcuni colpacci da players non proprio skillatissimi. Prima di cena era sopra il milione di chips. Ma anche lui può continuare a sperare per i premi massimi.

 

I PREMI GIA’ ASSEGNATI – Esce per primo Maurizio Caressa che trova un tris di 5 contro i suoi Jack in all in preflop. Un pizzico di rammarico per lui che era comunque arrivato quasi ‘dead’ a ridosso della bolla.

Ci vorranno 30 eliminazioni per arrivare alla posizione 359esima con Andrea Carini di Sisal Poker.

Poi subito dopo altre due speranze azzurre come Carlo Savinelli e Walter Treccarichi. Hanno giocato un torneo egregio. Forse Treccarichi poteva fare qualcosa in più e ha voluto scalare con fretta il chip count. Ma è senza dubbio uno dei migliori della truppa italiana al main e a tutte le series.

Daniele Guidetti, lottatore clamoroso, è uscito poi in 298esima posizione. Non ha avuto un colpo fotunato e l’ottimo piazzamento recrimina senza dubbio qualcosa in più.

Riccardo Lacchinelli esce 252esimo per 37.000 dollari e un torneo giocato con grande sagaca. Coppia di 7 contro straight draw che non si chiuderà mai eppur in bilaterale al flop.

Il chip count degli italiani:

Alessandro Fasolis 890.000 chips

Andrea Dato 886.000

Gaetano Preite 762.000

Luca Moschitta 630.000

Sergio Castelluccio 550.000

 

I risultati degli italiani già a premio al main event:

258 Riccardo Lacchinelli $37,019

298 Daniele Guidetti $32,242

335 Walter Treccarichi $32,242

354 Carlo Savinelli $32,242

359 Andrea Carini $32,242

635 Maurizio Caressa $19,106

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.