Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.

Greg Merson e la polemica con PokerStars, c’è lo zampino di Ivey?

Quindi su PokerStars è lecito imbrogliare? È ingiusto, non posso crederci. Non giocherò più a cash sulla room“. Sembrava un così bravo ragazzo diventato milionario grazie al titolo mondiale del 2012 alle Wsop e ora tira fuori il carattere da duro.

Il campione del mondo Greg Merson ha sollevato su Twitter una dura polemica contro PokerStars. Secondo il player americano, la room non dovrebbe consentire l’utilizzo di un software come EasySeatPoker, che aiuterebbe gli squali a “sattare” i fish.

 EasySeatPoker, il nome lo lascia intuire, è uno script che permette di individuare i giocatori più scarsi (in base alle stat) e di mettersi in coda ai loro tavoli.

Se un grinder come Gregory Merson ha da ridire su un programma per il poker online, allora vuol dire che probabilmente c’è davvero qualcosa di sbagliato in quel software. Merson se la prende proprio con Esp e tralascia Hold’em Manager e Poker Tracker.

‘Stars’ ha risposto a Merson spiegando che EasySeatPoker è un software assolutamente legale e che non verranno presi provvedimenti. Qualcuno ha intuito una polemica strumentale forse imboccata proprio dalla scuderia di Merson, la room che appartiene a Phil Ivey che con PokerStars non ha mai avuto rapporti idilliaci.

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.