Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.

High Stakes: Nick Grudzien ammette il multiaccount

Dopo diversi giorni di polemica su 2+2, il pro di high stakes e fondatore di stoxpoker.com Nick Grudzien ha ammesso di aver giocato con account diversi, respingendo invece le accuse di collusione.

Il tutto è cominciato quando Grudzien è stato accusato di giocare con i nickname “40putts,” “Knockstiff,” “bulltf0rdtuff,” e “gr3atvlewbr0.” Cinque ore dopo l’interessato ha ammesso di aver violato le condizioni imposte da Full Tilt e Pokerstars, giocando appunto con più nickname, ed ha immediatamente rassegnato le dimissioni da Sotxpoker, dichiarando al contempo di aver intenzione di prendersi “una pausa indefinita dal poker in generale”.

Su stoxpoker Grudzien si definisce “uno dei migliori professionisti al mondo, ed affermato autore”, sostenendo di aver vinto più un milione di dollari tra limit 500/1000 e no limit 25/50. Altri però lo criticano, accusandolo di essere un “rat holer” al no limit, cioè di giocare short stack aspettando solo di raddoppiare per poi lasciare immediatamente il tavolo. Stando alle accuse, per evitare che gli avversari se ne accorgessero Grudzien avrebbe appunto utilizzato diversi account.

Oltre a questo, Grudzien è stato anche accusato, cosa parecchio più grave owiamente, di collusione o almeno “softplay” con tale “kinetica“. Si dice infatti che i due abbiano secondo le statistiche molte più mani giocate tra loro che contro chiunque altro, che arrivino allo showdown molto raramente, e che la percentuale di “40putts” di chiamate alle threebet sia tre volte superiore contro kinetica che contro il resto del field. Queste ultime accuse, come dicevamo, sono state però categoricamente smentite dall’interessato, che ha invitato le room a svolgere un’accurata investigazione ma si è tuttavia rifiutato di rendere pubbliche le hand histories. Stando a lui stesso, le anomalie nelle statistiche sono da addurre alle loro comuni discussioni di strategia e smili criteri di table selection.

“È con il cuore pesante”, ha dichiarato Grudzien, “che devo dare l’annuncio del mio abbandono del ruolo di coach per stoxpoker.” Si è scusato per aver infranto le regole, aggiungendo di non poter spiegare il motivo di tale decisione “si  tratta di una cosa che sta capitando e che non può venir resa pubblica”. Contestualmente Grudzien ha dovuto vendere la sua quota di stoxpoker.


fonte: http://www.flopturnriver.com/blogs/high-stakes-scandal-nick-grudzien-admits-to-cheating-12331, a sua volta preso da http://forumserver.twoplustwo.com/showpost.php?p=17561601&postcount=880

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.